Autore Topic: Beneficio d' inventario e rinuncia  (Letto 228 volte)

carubbi72@gmail.com

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 4
Beneficio d' inventario e rinuncia
« il: 01 Nov 2018, 11:02 »
Salve, e complimenti per il sito. Avrei una domanda da porre in merito ad una situazione particolare. Abbiamo accettato un eredità con beneficio di inventario tramite atto notarile e fatto regolarmente l'inventario nei tempi previsti. Successivamente su indicazione del legale abbiamo presentato denuncia di successione per poter cominciare la vendita dei beni e pagare i debiti. Purtroppo ad oggi siamo un po pentiti di aver intrapreso la strada dell'eredità beneficiata anzichè quella della rinuncia a causa delle spese che dovranno essere sostenunte e dell'incertezza legata alla vendita dei beni per il soddisfacimento dei debiti del decuius. Il nostro legale dice che siamo ancora in tempo a rinunciare all'eredità  (10 anni) ma io sono dubbioso che la cosa sia fattibile e volevo un altro parere in merito a questa problematica.
Piero



Mauro_L_AQ

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 648
  • Testo personale
    New Member
Re:Beneficio d' inventario e rinuncia
« Risposta #1 il: 01 Nov 2018, 22:35 »
Purtroppo ad oggi siamo un po pentiti di aver intrapreso la strada dell'eredità beneficiata anzichè quella della rinuncia a causa delle spese che dovranno essere sostenunte e dell'incertezza legata alla vendita dei beni per il soddisfacimento dei debiti del decuius. Il nostro legale dice che siamo ancora in tempo a rinunciare all'eredità  (10 anni) ma io sono dubbioso che la cosa sia fattibile e volevo un altro parere in merito a questa problematica.
Piero

Salve. Evidentemente Lei è incappato in quelli che io defiisco cordoni d'oro per anzianità. Ossia incapaci assoluti i quali, purtroppo, essendo iscritti all'albo da almeno 8 anni, hanno avuto lo scatto di anzianità, godono di una certa fama nel foro, ed hanno acquisito lo status di cassazionista, ma sempre incapaci assoluti rimangono. Il CNF e l'ANF dovrebbero espellerli, rectius radiarli, per i danni che costoro producono all'immagine dell'intera classe forense, ma non lo fanno perchè la somma dei clienti di costoro rapportata alla somma del 95% di tutti gli altri avvocati, che non possono fare quasi nulla visti i vari divieti per soglie temporali, propende in favore di tali incapaci totali globali.

Venendo al suo caso specifico, non vi è mai stata, da parte vostra la necessità di rinunciare a nulla.
L'accettazione con beneficio d'inventario significa, e lo sa anche una matricola al primo anno di un qualsiasi ateneo con corso di laurea in giurisprudenza, che i vostri patrimoni non si confondono con quelli del de cuius. Ergo voi non potrete mai essere chiamati a rispondere dei debiti del de cuius che vadano oltre il valore del patrimonio ricevuto. Non credo nel vostro caso entrino in gioco dei legati. In pratica si vende, si pagano i debiti che il de cuius aveva, se vi è un'eccedenza la spartite tra di voi, se residuano debiti del de cuius dopo la vendita voi non ne potrete mai  essere chiamati a rispondere. La rinuncia non ha mai nulla a che fare con l'accettazione con beneficio d'inventario.
Nella maggior parte dei casi è un escamotage che dissimula una vendita nummo uno tra coeredi per ridividere quanto ricevuto a titolo di successione. Es. lei e tizio siete eredi ad ognuno toccherebbe 1/2 di un immobile e 100.
Lei vuole l'immobile tizio i soldi. La rinuncia all'eredità si fa per es. per dare 200 a tizio e tenersi l'immobile.
Come? Lei rinuncia all'eredita e tizio si becca 200 + immobile. Con una controdichiarazione scritta vi siete messi però d'accordo e tizio dona a Lei l'immobile.
Queste sono prassi illegali in quanto vietate ex art 520 cod. civ. in quanto tutto il complesso dei negozi posti in essere dissimula una rinuncia parziale all'eredità ma tali situazioni, purtroppo, molte volte saltano fuori nelle aule dei Tribunali.
Le suggerisco di fare un esposto al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del foro cui questo "soggetto" appartiene così se lo toglie dai piedi lei e ce lo togliamo dai piedi noi avvocati.
Per il momento, e fin quando non avrete trovato un Avvocato degno di tale titolo, può fare tranquillamente riferimento al Notaio presso il quale avete rogato l'atto pubblico di accettazione con beneficio d'inventario. Saprà darvi, in quanto Pubblico Ufficiale, tutte le indicazioni giuridiche del caso ed indirizzarvi verso un vero Avvocato.
Per inciso l'accettazione dell'eredità rileva sul piano giuridico, la denuncia di successione sul piano puramente fiscale e va fatta entro 12 mesi dall'apertura della successione.
L'unica cosa che dovete controllare con il notaio è se qualcuno di voi chiamati all'eredità (delati) era in possesso dei beni ereditari al momento dell'apertura della successione e non ha fatto l'inventario entro 90 giorni dalla stessa. Solo in quel caso, ex art. 485 cod. civ. chi era nel possesso dei beni ereditari e non ha fatto l'inventario nei termini di Legge, risponderà, in quanto erede puro e semplice ex lege, dei debiti del de cuius.


P.s. corretto sennò salta era capace pure di darmi della "cariatide incompetente".
Mi scusi ma sto redigendo un atto contro una di tali "cariatidi" che devo fare nero lunedì 5 in udienza.
Posto qui quando mi sta "fumando" troppo il cervello.

Buona serata.
« Ultima modifica: 02 Nov 2018, 00:30 da Mauro_L_AQ »

carubbi72@gmail.com

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 4
Re:Beneficio d' inventario e rinuncia
« Risposta #2 il: 02 Nov 2018, 11:42 »
Buon giorno e grazie mille per la risposta.
Per quanto nutriamo dei dubbi sulle competenze dell'avvocato in questione le informazioni che ci ha dato sul beneficio d'inventario erano corrette.
Tuttavia, i nostri dubbi derivano dalla natura particolare dell'eredità:
l'attivo è costituito solamente da immobili la cui presunta valutazionr supera, anche se non di molto, l'importo totale dei debiti. A questo proposito, in considerazione anche delle spese che stiamo sostenendo (successione, IMU, notaio, bolli vari per le istanze al giudice etc.), ci troviamo a riflettere sulla scelta fatta; a tale proposito, l'avvocato che ci segue sostiene, appunto, che possiamo rinunciare all'eredità entro 10 anni, ma non troviamo riscontro normativo: Le risulta questa possibilità?
Grazie e buona giornata,
Piero

Mauro_L_AQ

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 648
  • Testo personale
    New Member
Re:Beneficio d' inventario e rinuncia
« Risposta #3 il: 02 Nov 2018, 19:08 »
Buon giorno e grazie mille per la risposta.
Per quanto nutriamo dei dubbi sulle competenze dell'avvocato in questione le informazioni che ci ha dato sul beneficio d'inventario erano corrette.
Tuttavia, i nostri dubbi derivano dalla natura particolare dell'eredità:
l'attivo è costituito solamente da immobili la cui presunta valutazionr supera, anche se non di molto, l'importo totale dei debiti. A questo proposito, in considerazione anche delle spese che stiamo sostenendo (successione, IMU, notaio, bolli vari per le istanze al giudice etc.), ci troviamo a riflettere sulla scelta fatta; a tale proposito, l'avvocato che ci segue sostiene, appunto, che possiamo rinunciare all'eredità entro 10 anni, ma non troviamo riscontro normativo: Le risulta questa possibilità?
Grazie e buona giornata,
Piero

Cerco di ri-spiegarlo. La rinuncia all'eredità ove sia già stata fatta l'accettazione con beneficio d'inventario è come pretendere di voler cuocere una bistecca usando delle banane per riscaldare la bistecca.
Per le spese di successione a meno che voi non abbiate travalicato la soglia di un milione di euro fra immobili e titoli sono quanto lo stipendio mensile di un lavoratore di infimo livello, non superiori agli euro 2.000.
Le spese per il notaio sono invece abbastanza rilevanti, a seconda di quel che avete fatto oscillano fra i 2.000 e gli 8.000 euro.
L'Imu su base annua non arriva ad euro 1.000.
Non esiste immobile che valga euro 11.000 anche un posto letto sotto un ponte all'adiaccio vale di più e Lei mi parla di immobili al plurale.
A mio sommesso avviso vi conviene riparlare con il notaio, fare la verifica cui ho accennato perchè il vostro reale problema, al momento è solo se qualcuno di voi è incorso nelle preclusioni di cui all'art. 485 cod. civ. perchè sono allora sono guai, veri, e, consigliati dal notaio rivolgervi ad un vero Avvocato per decidere sul da farsi.
Quanto ai bolli per le istanze qui non stiamo parlando di TAR dove il contributo unificato minimo è pari ad euro 300,00 anche se bisogna solo scrivere "A". Qui è giustizia civile si tratta di spese abbordabilissime.

Secondo me, guardi, siete stati solo mal consigliati fin dall'inizio.
Fidatevi del Notaio e del professionista cui quest'ultimo vi indirizzerà.

Edit: facciamo così sennò sta cosa va avanti per altre 20 pagine.
Io sono sempre ligio al codice deontologico forense che vieta di criticare le scelte effettuate dal collega Avvocato.
Però secondo me questo qui cui vi siete rivolti si è laureato in uno dei corsi che il collega aenne tiene pro bono, fra il 15 e il 16
agosto di ogni anno, in jamaica sotto effetto di canne per tutto il corso.
Allora per risparmiare visto che avete troppi  costi giustamente vi si consiglia una rinuncia all'eredità di più immobili
ossia notaio 5.000 euro x immobile, si ma così si risparmia, nevvero?
Che genio.
Senta facciamo così, se mi posta tramite messaggio privato le generalità di questo soggetto la sollevo dall'incombenza di fare l'esposto al CoA di appartenenza.
« Ultima modifica: 02 Nov 2018, 19:46 da Mauro_L_AQ »

carubbi72@gmail.com

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 4
Re:Beneficio d' inventario e rinuncia
« Risposta #4 il: 02 Nov 2018, 20:43 »
Grazie mille seguiremo il consiglio di rivolgerci al notaio che ha fatto l'accettazione con beneficio di inventario.

 

Tutore inventario

Aperto da alundraSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 2
Visite: 1072
Ultimo post 23 Apr 2010, 14:51
da alundra
Transazione e rinuncia all'opposizione al d.i.

Aperto da ShantallSezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 2
Visite: 945
Ultimo post 17 Ott 2013, 09:44
da nigripennis
spese eredità beneficio di inventario

Aperto da rSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 0
Visite: 450
Ultimo post 17 Apr 2005, 15:20
da r
Servitù di transito e rinuncia mediante scrittura privata

Aperto da BarbaraBSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 23
Visite: 2905
Ultimo post 19 Lug 2009, 09:01
da Grafin
separazione e rinuncia al mantenimento

Aperto da emyswordSezione [ Famiglia e Minori - Successioni e donazioni ]

Risposte: 11
Visite: 2365
Ultimo post 18 Set 2016, 15:59
da saltailmuro
rinuncia solidarietà professionale - atto di transazione

Aperto da doisdaySezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 1
Visite: 2599
Ultimo post 30 Mag 2007, 11:47
da spartaco
rinuncia ppt a seguito di pagamento

Aperto da x1978Sezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 14
Visite: 3190
Ultimo post 11 Giu 2010, 15:31
da lupuscanis
rinuncia pignoramento

Aperto da mickeleSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 2
Visite: 855
Ultimo post 14 Lug 2011, 13:46
da mickele
rinuncia parziale a pignoramento presso terzi

Aperto da Niubbo1Sezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 8
Visite: 6079
Ultimo post 12 Nov 2008, 17:08
da Niubbo1
Rinuncia opposizione decreto penale

Aperto da scarpa84Sezione [ Procedura Penale ]

Risposte: 6
Visite: 10312
Ultimo post 09 Ago 2011, 19:19
da drms