Pratica Legale

Riforma imminente

Venerdì 14 marzo u.s. il C.N.F. ha approvato con un proprio parere il progetto di riforma di accesso alla professione forense che sarà al più presto presentato al Ministro di Giustizia per la rituale firma.
Nel confermare quanto presente nella proposta diffusa dal Consiglio Nazionale Forense nei mesi scorsi, il C.N.F. ritiene di dovere chiedere l’introduzione della diminuzione a 5 ore (rispetto alle attuali 8 ore) del tempo a disposizione dei candidati durante i giorni d’esame per lo svolgimento degli elaborati giornalieri. Si paventa inoltre la possibilità che chi chiede il secondo certificato di compiuta pratica ad un qualunque distretto italiano debba poi sostenere obbligatoriamente gli esami presso il Distretto di Corte d’Appello di Roma (vedi più in esteso Sole 24 Ore del 15/03/2003).
In relazione a queste posizioni estreme del C.N.F., si conferma in ogni caso la volontà dell’A.N.P.A. di organizzare per Sabato 10 Maggio h 10.30 innanzi Piazza Montecitorio una manifestazione di piazza aperta a tutti i praticanti,specializzandi e giovani toghe italiane.

Comunicato Stampa ANPA

STORICA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI PIAZZA

Il Consiglio Direttivo dell’ Associazione Nazionale Praticanti e Avvocati riunitosi nei giorni scorsi per discutere della proposta del Consiglio Nazionale Forense in tema di accesso alla professione forense che sta per essere approvata dal Ministro della Giustizia:

CONSIDERATO che tale nuova normativa prevede a decorso immediato:

IL DIVIETO ALL’UTILIZZO DEI CODICI COMMENTATI DURANTE LA PROSSIMA SESSIONE DI ESAMI 2003
IL DINIEGO ANTICOSTITUZIONALE ED ANTICOMUNITARIO AL TRASFERIMENTO DI UN PRATICANTE DA UN FORO ITALIANO ALL’ALTRO
LA RIDUZIONE DEL PATROCINIO LEGALE ALLA SOLA COMPETENZA INNANZI AL GIUDICE DI PACE ED ALLA ESPRESSA DELEGA DEL PROPRIO DOMINUS
CHE LA NUOVA SEDE D’ESAME E’ DA STABILIRSI OVE SI E’ SVOLTO IL MAGGIOR PERIODO DI PRATICA FORENSE
L’ ACCENTRAMENTO DELLE SEDI D’ESAMI A TRE O QUATTRO IN TUTTA ITALIA
LA RIDUZIONE DA 8 A 5 ORE DEL TEMPO GIORNALIERO A DISPOSIZIONE PER IL CANDIDATO DURANTE GLI SCRITTI

IL DIVIETO AI CONSIGLI DELL’ORDINE LOCALI DI CONCEDERE UN SECONDO CERTIFICATO DI COMPIUTA PRATICA

RITENUTO CHE:

I COLLEGHI DI TUTTA ITALIA GIUSTAMENTE ALLARMATI HANNO ESPRESSO LA VOLONTA’ DI MANIFESTARE TUTTO IL PROPRIO DISSENSO AVVERSO QUESTA ILLIBERALE MODIFICA DEL SISTEMA DI ACCESSO ALLA PROFESSIONE

CHE LA NUOVA NORMATIVA DEL SISTEMA DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE E’ IL TERMINALE DI UNA SERIE DI PROVVEDIMENTI CHE RIDUCONO LA LIBERTA’ DI ESERCITARE LA PROFESSIONE DEI GIOVANI LEGALI (ES. LIMITAZIONE DI 6 ANNI DI ANZIANITA’ PROFESSIONALE PER L’ISCRIZIONE NELL’ELENCO DEL GRATUITO PATROCINIO)

CHE OGNI ALTRA PROTESTA NON AVREBBE LA STESSA EFFICACIA DI UNA MAREA DI GIOVANI LEGALI CHE MANIFESTANO IN TOGA

CHE UNA IMPONENTE MANFESTAZIONE DI PIAZZA AVREBBE L’EFFETTO DI OBBLIGARE IL GOVERNO A RIVEDERE D’URGENZA LE PROPRIE DETERMINAZIONI IN TEMA, COME GIA’ E’ AVVENUTO NEL MAGGIO 1998 PER MERITO DELL’ ANPA CON IL FAMOSO D.L. MIRONE

CHE I PRATICANTI E SPECIALIZZANDI ITALIANI NON SI LASCERANNO SFUGGIRE LA STORICA OCCASIONE DI CONTRIBUIRE A BLOCCARE UNA RIFORMA CHE SE PASSASSE IMPORREBBE DI FATTO UN NUMERO CHIUSO DI NEOAVVOCATI ALL’ANNO.

HA DELIBERATO DI ORGANIZZARE UNA MANIFESTAZIONE INNANZI PIAZZA MONTECITORIO A ROMA PER SABATO 10 MAGGIO 2003 ORE 10.30 CUI PARTECIPERANNO I PRATICANTI, SPECIALIZZANDI E GIOVANI AVVOCATI PROVENIENTI DA TUTTA ITALIA.

SI CONFIDA IN UNA MOBILITAZIONE GENERALE DEI COLLEGHI AFFINCHE’ CIASCUNO NON SI DEBBA PENTIRE IN FUTURO DI NON AVERE CONTRIBUITO CON LA PROPRIA PRESENZA AD IMPEDIRE LA DEFINITIVA CHIUSURA “CORPORATIVA” DEGLI ALBI FORENSI.

CHIEDIAMO A TUTTI I COLLEGHI DI NON FARE AFFIDAMENTO SULLA MOBILITAZIONE DEGLI “ALTRI”, MA DI IMPEGNARSI IN PRIMA PERSONA A RENDERE LA PROTESTA PIU’ EFFICACE POSSIBILE.

LA MANIFESTAZIONE COSTA UN GROSSO SACRIFICIO ECONOMICO ED ORGANIZZATIVO ALL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE PRATICANTI E AVVOCATI, MA SIAMO CERTI CHE LA NOSTRA CATEGORIA SAPRA’ FINALMENTE RISPONDERE IN MASSA ALL’INIZIATIVA.

PER L’OCCASIONE HANNO GARANTITO LA PROPRIA PRESENZA A ROMA I MAGGIORI DIRIGENTI DELL’ EUROPEAN TRAINEE SOLICITORS’ GROUP, LA LIBERA CONFEDERAZIONE DI GIOVANI LEGALI COMUNITARI CHE PORTERANNO LA LORO PERSONALE SOLIDARIETA’ AI COLLEGHI ITALIANI.

RINGRAZIAMO TUTTI I SITI INTERNET ,COME QUESTO ED ALTRI, CHE CI AIUTERANNO NELLA DIFFUSIONE DELLE NOTIZIE IN MERITO ALLA MANIFESTAZIONE.

PER L’OCCASIONE E’ STATO ATTIVATO UN INDIRIZZO MAIL [email protected] A DISPOSIZIONE DI TUTTI I COLLEGHI CHE VOGLIANO DARE CONSIGLI, ADERIRE FORMALMENTE ALLA MANIFESTAZIONE, IMPEGNARSI IN PRIMA PERSONA A DIFFONDERE I MANIFESTI PRESSO IL PROPRIO FORO DI APPARTENENZA E QUANT’ALTRO.

ORA O MAI PIU’!

PS: Invitiamo tutti i colleghi a manifestare a Roma in toga
Non saranno ammesse bandiere o altri simboli di alcun partito o movimento politico.
Si raccomanda la puntualità.

Il Presidente Nazionale A.N.P.A.
Gaetano Romano

ANNUNCI GRATUITI per AVVOCATI
To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: