News Esame da Avvocato e Tirocinio Legale

Riforma Alfano e concorrenza: chi imbroglia?

[Riceviamo, CONDIVIDIAMO e pubblichiamo, dal commento di un collega sul nostro Facebook www.facebook.com/praticanti ]

“Qui chi imbroglia è soltanto l’aristocrazia forense che combatte l’invasore rappresentato dal giovane professionista avvocato. Imbroglia addossando all’invasore la colpa della dequalificazione professionale, imbroglia nella professione respingendo le regole del mercato, ovvero, quelle della competitività e della concorrenza che costituiscono l’unico vitale e meritocratico sistema di selezione dei migliori. Tale sistema e’ temuto perché sconosciuto e mai applicato nella professione forense, fino ad oggi gestita in regime di monopolio nel più rigoroso rispetto delle regole corporative dagli stessi che incolpano i giovani della dequalificazione professionale, costringendoli alla formazione coattiva, che produce l’unico effetto di rafforzare economicamente le posizioni dominanti destinate a gestirne l’affare e che penalizza i giovani con inutili e vessatorie spendite di tempo e denaro.
Tale sistema non è voluto perchè evidenzierebbe la capacita’ dei giovani e penalizzerebbe “i vecchi” costituendo l’unico vero ed utile incentivo alla formazione ed alla specializzazione dei professionisti.
Tale sistema non è voluto perchè è incompatibile con una gestione corporativa della professione, garantirebbe maggiormente i diritti dei consumatori ed imporrebbe un ricambio generazionale equo e vitale.

Garantendo una formazione selettiva unitamente alla libera iniziativa e alla libera concorrenza nella professione, attuando una vera liberalizzazione di tutto il settore sara’ possibile la sopravvivenza nel mercato soltanto dei professionisti capaci e dei servizi migliori. Il sistema verrebbe conseguentemente “svecchiato” producendo ovvie ripercussioni positive sull´economia nazionale. La logica fino ad ora perseguita ha prodotto molti professionisti incompetenti protetti dalle garanzie corporative, che galleggiano nel mercato senza avvertire la necessità di migliorarsi e promuoversi, che offrono ai consumatori un servizio pomposo, molto spesso scarso e costoso.
Il sistema adottato fino ad ora garantisce esclusivamente la sopravvivenza di gruppi di potere, impedisce la concorrenza, contrasta con le regole della UE ed offende i diritti e le libertà fondamentali dell´uomo. Non alligna in altro Stato europeo e non è degno di sopravvivere nel nostro Paese.”
Ugo Cacciatore

ANNUNCI GRATUITI per AVVOCATI
To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: