Autore Topic: RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!  (Letto 50440 volte)

thunderman

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 727
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #15 il: 18 Dicembre 2012, 14:27:52 »
Citazione da: "carcarlo"
Quella del compenso mi pare l'ultima delle questioni: adesso non è previsto alcun obbligo in tal senso, se non morale.
Mi pare che, con la riforma, un tale obbligo sia prescritto, per cui....

Il vero problema è la continuità della professione, ma credo che per i giovani siano previste soglie graduali....

Se poi uno a 50 anni non supera i mille euro al mese, le cose sono due: o fa questo lavoro per hobby, oppure fa una marea di nero.


ok ma la versione approvata dalla camera, quella che ormai di sicuro verrà approvata domani, prevede specificamente che la continuità professionale NON viene valutata in base al reddito....

ed allora che cosa possono valutare?? l'unica cosa che mi viene in mente sono il numero annuo di cause....ma mi pare un poco difficile perchè così verrebbero tagliati fuori gli avvocati che lavorano per altri avvocati...

sinceramente non capisco

thunderman

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 727
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #16 il: 18 Dicembre 2012, 14:30:22 »
Citazione da: "Barby71"
Iscrizione obbligatoria alla cassa con pagamento minino di 2750 euro indipendentemente dal fatturato, doppia assicurazione professionale + infortuni....na tragedia....se entrano ok pure a pagare il 40% ma se non entrano da dove si prendono? Dai clienti che non pagano?.......



si è una fregatura...io al primo anno da avv avevo pagato 800 euro alla cassa...oggi, cmq, basta avere uno straccio di reddito che quella cifra si supera subito

quanto alle assicurazioni, quella professionale generali viene 300 euro e l'altra più o meno sulla stessa cifra...
non sono i 600 euro in più il problema...

lupuscanis

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 8569
  • Testo personale
    Il Solito Pirla
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #17 il: 18 Dicembre 2012, 15:38:03 »
tre senatori e sei deputati

http://www.radicali.it/chi-siamo/eletti-radicali

Citazione da: "flowneaway"
ma quanti radicali ci sono in parlamento in grado di far temere la mancata approvazione della riforma?

Hedwig

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 15
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #18 il: 18 Dicembre 2012, 15:49:44 »
.
Citazione da: "l'aggiustaquoterotti"
dovrebbe pagarti i SUOI spostamenti, oltre al compenso per il tuo lavoro, col quale poi faresti i tuoi conti per la tua benza.
ah, scusate, sto vaneggiando.



 :shock:

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32150
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #19 il: 18 Dicembre 2012, 16:07:58 »
Hedwig, ti aggiusto il quote, che ti si è rotto.
:D

Hedwig

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 15
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #20 il: 18 Dicembre 2012, 16:18:48 »
Grazie! Mi sembrava che qualcosa non andasse bene! Scusa la mia inettitudine (per non dire di peggio)!!!!

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32150
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #21 il: 18 Dicembre 2012, 16:22:48 »
su, su! non fare così!
Citazione da: "Hedwig"
la mia inettitudine

conosci la eli70?
 :laughing6:  


:wave: eli!

Hedwig

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 15
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #22 il: 18 Dicembre 2012, 17:41:40 »
Non ho ancora avuto il piacere!

eli70 fatti vivaaaaaa!!!

 :D

eli70

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1882
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #23 il: 18 Dicembre 2012, 18:34:04 »
piacere Hedwig, eccomi.

posso esserti d'aiuto?

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32150
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #24 il: 18 Dicembre 2012, 18:36:15 »
Hedwig, CVD... :D
ed ora che vi siete conosciuti, torniamo in topic!

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13901
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #25 il: 18 Dicembre 2012, 18:46:36 »
beh, no
Citazione da: "Barby71"
Da avvocato io invece preferirei un carretto ambulante sulla spiaggia dove vendere le grattachecche...costi fissi 0  :wink:


il ghiaccio e lo sciroppo dove li metti ?

thunderman

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 727
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #26 il: 18 Dicembre 2012, 20:34:42 »
C'era una volta (e parlo di 10 anni fa sino alla metà degli anni 2000 circa, pure oltre)il vecchio forum dove, in una discussione come questa, ci sarebbero state minimo 4 o 5 pagine di commenti, idee, opinioni sulla riforma ecc...

Invece ora tutti i topic sono riempiti di chiacchiere tipo chat che non c'entrano nulla con il topic....anzi lo ammazzano

mah

jack1979

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4709
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #27 il: 19 Dicembre 2012, 11:51:19 »
http://www.lindro.it/politica/2012-12-17/62240-senato-giovedi-al-voto-la-riforma-forense

Senato, giovedì al voto la riforma forense
Si farà, anche perché non c'è alternativa. Ma restano molti dubbi
Giulio Saletti
Lunedì 17 Dicembre 2012, 18:15

Basta una virgola in più o in meno e salta tutto. Un voto sul filo del brivido, in piena zona Cesarini. Ma se tutto scivolerà senza sorprese, se giovedì (probabilmente) l’aula del Senato darà il suo ok al testo così com’è, il nuovo ordinamento della professione d’avvocato sarà l’ultima riforma, l’ultima vera riforma varata dal Parlamento della sedicesima legislatura prima di chiudere i battenti e finire in archivio. Diciamo che le premesse spingono all’ottimismo, la riforma forense dovrebbe farcela a uscire in Gazzetta ufficiale.

In commissione Giustizia è stato rintuzzato l’ultimo assalto, 160 emendamenti cassati in un batter d’occhio. La voglia è quella di chiudere la partita. Di approvare il testo al volo. Anche perché non c’è alternativa. Venerdì le Camere saranno sciolte, dunque: o la riforma passa nelle prossime ore oppure anche stavolta andrà tutto a ramengo. Del resto, per farcela si è forzata anche la prassi ottenendo il permesso di andare avanti nonostante la sessione di bilancio. E scavalcando provvedimenti, come il disegno di legge del governo su probation e detenzione domiciliare, che forse qualche motivo di urgenza in più ce l’avevano.
Gianantonio Stella, il fustigatore del ‘Corriere della sera’, scatenando la reazione furiosa del Consiglio nazionale forense, non ha mancato di rimarcarlo con penna al vetriolo: “L’unica legge messa in calendario dal Senato ormai agli sgoccioli è la riforma della disciplina forense cara a un sesto dei senatori (presidente compreso) di mestiere avvocati”. Un po’ di ragione Stella ce l’ha, anche se è vero che la riforma forense è quattro anni che sta navigando tra Camera e Senato. E’ insomma un testo, come replica il presidente del Cnf, Guido Alpa, che “è stato discusso nei minimi dettagli”. E soprattutto è una legge che andrà a sostituire un ordinamento che risale addirittura al 1933, preannunciata e attesa da più di cinquant’anni.
 
Ma il dubbio resta. Tanto più che, per ammissione degli stessi senatori, la riforma andrà subito ritoccata. Filippo Berselli ad esempio, presidente della commissione Giustizia, riconosce che alcune perplessità sulle nuove norme sono più che fondate: “Formulo l’auspicio che possano essere superate nel prossimo futuro, con interventi mirati. Oggi abbiamo ottenuto il massimo risultato possibile, direi che è stato quasi un miracolo riuscirci”. E sentite che dice Felice Casson, capogruppo del Pd in commissione: “Alcuni punti andranno modificati, in particolar modo quelli a tutela dei giovani avvocati e per facilitare il loro ingresso nella professione. Ma a fine legislatura, nella scelta tra fare una riforma perfettibile e non farla abbiamo scelto la prima via, con l’impegno a intervenire nella prossima legislatura. I punti da migliorare li conosciamo tutti”.
 
Ma è una vera rivoluzione questa riforma per gli oltre 300mila (tra aspiranti e iscritti) avvocati che esercitano nel nostro Paese? Come spesso accade per le leggi di sistema, sì e no. Alcune disposizioni sono in effetti piuttosto innovative (anche se parzialmente annacquate nei vari passaggi). C’è, tanto per dire, la riserva di competenza in materia di consulenza legale e assistenza stragiudiziale. La difesa cioè, fuori e dentro il processo, è compito esclusivo degli avvocati. Ma con un paio di eccezioni, la consulenza infatti sarà consentita anche ad altri professionisti (commercialisti, ragionieri, geometri) se investe competenze diverse oppure se svolta nell’interesse del datore di lavoro o degli associati di un ente.
Poi ci sono novità sul fronte degli studi associati. Alla forma associativa ora potranno aderire anche professionisti di altre categorie. Quanto alle società, il testo non contiene più il divieto assoluto di costituzione di società per azioni ma delega il governo a disciplinare la faccenda indicando come limite il fatto che comunque potrà essere socio soltanto chi è iscritto all’albo degli avvocati escludendo semplici soci d’investimento.
E c’è la specializzazione, un capitolo dalla vita parlamentare piuttosto mossa. Alla fine, viene riconosciuta anche agli avvocati (come è per i medici) la possibilità di fregiarsi del titolo di specialista, indicando due vie alternative: o un percorso formativo di due anni presso le facoltà di giurisprudenza oppure la comprovata esperienza in un ambito particolare del diritto. Una soluzione, quella di appaltare il titolo all’università, che lascia l’amaro in bocca alle associazioni specialistiche che da qualche anno organizzano corsi di alta formazione. Ma tant’è. Perché in fondo ancora più discutibile è la facoltà di autocertificare la propria specializzazione, con il rischio di inflazionare il mercato di specialisti senza alcun reale controllo sul titolo.
Ma la riforma imbocca strade decisamente involutive per quanto riguarda l’accesso alla professione. Stella ci è andato giù pesante, ma le sue sferzate colgono il segno. Checché ne dica il Cnf, la nuova legge “consente di imporre ai praticanti (laureati) di lavorare gratis come i ‘ragazzi-spazzola’ dei barbieri di una volta”. E’ vero, il tirocinio obbligatorio cala da 24 a 18 mesi (con un semestre che volendo si può svolgere anche mentre si finisce l’università) e sarà compatibile con qualche lavoretto extra nel pubblico o nel privato, ma resta il fatto che il praticante per legge non potrà ricevere alcun compenso nei primi sei mesi. E nel periodo restante, il titolare di studio potrà (non dovrà) riconoscergli una qualche forma di indennità. Insomma, la norma legittima un costume antico negli studi legali, quello di usare l’aspirante avvocato come un galoppino a costo zero. Tanto che la commissione Lavoro, fornendo il suo parere, sul punto ha bocciato la riforma sostenendo l’incostituzionalità della disposizione.
E non solo. Per i futuri avvocati si profilano all’orizzonte altri ostacoli. L’obbligo di frequenza di corsi di formazione durante il tirocinio rischia infatti – è il timore di molti giovani legali – di risolversi in un aggravio di spesa.
E poi c’è la questione degli esami. Per un paio di anni si faranno ancora come oggi, ma in seguito saranno aboliti i codici commentati con la giurisprudenza per la prova scritta. Una scelta curiosa che segna il ritorno al passato. Che poteva avere un senso qualche decina d’anni fa (quando peraltro non si chiedeva di redigere pareri ma di svolgere veri e propri temi), ma che ora appare decisamente singolare, è come se si chiedesse a un chirurgo – è stato notato – di operare senza ferri. Senza contare che è stata stralciata la norma che prevedeva la cadenza semestrale dell’esame di Stato e che è stata al contrario appesantita la prova orale: un domani sarà obbligatorio portare sia diritto civile sia diritto penale sia le due procedure. Anche qui, non è un po’ anacronistico chiedere una formazione generalista in tempi di specializzazione?




Vediamo giovedì se verrà approvato il testo definitivo: personalmente, sulla questione della pratica gratis, direi che si sancisce anche formalmente ciò che già avveniva nella sostanza.
In pratica, finalmente, ci sarebbe soltanto un po' meno ipocrisia: dunque - secondo me - sarebbe persin meglio così... :wink:
Su tutto il resto, bisogna valutare con calma il testo definitivo, ma non vedo norme nè rivoluzionarie nè particolarmente penalizzanti, ad una lettura sommaria.
 
 
 
.

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13901
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #28 il: 19 Dicembre 2012, 16:43:19 »
hai proprio ragione
Citazione da: "thunderman"
C'era una volta (e parlo di 10 anni fa sino alla metà degli anni 2000 circa, pure oltre)il vecchio forum dove, in una discussione come questa, ci sarebbero state minimo 4 o 5 pagine di commenti, idee, opinioni sulla riforma ecc...

Invece ora tutti i topic sono riempiti di chiacchiere tipo chat che non c'entrano nulla con il topic....anzi lo ammazzano

mah


non ci sono più i forumisti di una volta...

Admin_M

  • Amministratore
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • Demiurgo & Sensei [先生]
  • 5247
RIFORMA FORENSE 2012: ultimo atto!
« Risposta #29 il: 19 Dicembre 2012, 19:16:20 »
Mi sembra che meriti molta attenzone anche e soprattutto questo passaggio Per i futuri avvocati si profilano all’orizzonte altri ostacoli. L’obbligo di frequenza di corsi di formazione durante il tirocinio rischia infatti – è il timore di molti giovani legali – di risolversi in un aggravio di spesa.
 :x


 

Corsi di formazione forense a Roma

Aperto da kentakiSezione [ Master, corsi formativi, e SSPL ]

Risposte: 2
Visite: 1722
Ultimo post 30 Luglio 2002, 23:19:18
da kentaki
La riforma Moratti

Aperto da BigangelSezione [ Sondaggi, Quiz e Test ]

Risposte: 3
Visite: 509
Ultimo post 30 Settembre 2002, 22:46:12
da mac
Atto di civile... 6 politico?

Aperto da michelafSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 24
Visite: 2325
Ultimo post 03 Febbraio 2003, 10:26:50
da Isabella
riforma titolo V Cost.

Aperto da priv1Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 1
Visite: 909
Ultimo post 27 Marzo 2003, 22:21:28
da Liucs
Proposta di riforma del CNF e Scuole

Aperto da priv1Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 6
Visite: 1589
Ultimo post 13 Aprile 2003, 20:15:00
da nicodemo
Riforma esame: praticanti di Milano e del nord uniamoci

Aperto da lamùSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 13
Visite: 2378
Ultimo post 12 Maggio 2003, 16:48:17
da KEEPER
Riforma Castelli: divieto codici annotati

Aperto da splugenSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 73
Visite: 7901
Ultimo post 04 Giugno 2003, 13:51:10
da dressedtokill
Riforma Castelli: I compiti itineranti

Aperto da topoliSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 5
Visite: 1008
Ultimo post 30 Giugno 2003, 18:29:55
da AlexDrastico
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata

 
Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati