Autore Topic: Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?  (Letto 4041 volte)

Hartman

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4234
Da ilcorriere.it

Avvocati, numeri sproporzionati e mai dimostrati

Buongiorno dott. Severgnini,ho letto il suo articolo «Ragazzi, un consiglio .Non fate l'avvocato» nella rubrica Italians del Corsera del 23 settembre. A differenza degli altri articoli, su quest'ultimo non mi trovo d'accordo.
Innanzitutto a Milano non vi sono 20 mila avvocati ma 15.600 (gli altri sono praticanti, che evidentemente avvocati non sono). Circa il numero degli avvocati in Italia il numero di 230 mila non è mai stato dimostrato da alcuno, né si potrebbe, dato che non esiste in Italia alcun albo nazionale degli avvocati. Ovunque nei più grandi Paesi europei il numero degli avvocati, tranne la Francia, è superiore alle 150 mila unità. Ne [Esplora il significato del termine: Avvocati, numeri sproporzionati e mai dimostrati Buongiorno dott. Severgnini, ho letto il suo articolo «Ragazzi, un consiglio .Non fate l’avvocato» nella rubrica Italians del Corsera del 23 settembre. A differenza degli altri articoli, su quest’ultimo non mi trovo d’accordo. Innanzitutto a Milano non vi sono 20 mila avvocati ma 15.600 (gli altri sono praticanti, che evidentemente avvocati non sono). Circa il numero degli avvocati in Italia il numero di 230 mila non è mai stato dimostrato da alcuno, né si potrebbe, dato che non esiste in Italia alcun albo nazionale degli avvocati. Ovunque nei più grandi Paesi europei il numero degli avvocati, tranne la Francia, è superiore alle 150 mila unità. Ne] gli Usa, patria del libero mercato, nessuno ha mai parlato di numero eccessivo di avvocati ancorché la percentuale (rispetto agli abitanti), relativa al numero di avvocati negli Usa (circa 1.100.000), sia maggiore di quella che c'è in Italia. È poi strano che si faccia sempre riferimento al numero, che si dice sproporzionato, degli avvocati e non a quello assai più esorbitante delle altre professioni. Se infatti prestiamo attenzione alle altre professioni e ai dati comunicati all'Ugai (Unione dei giovani avvocati italiani) dagli ordini interessati lo scorso anno constatiamo come gli ingegneri già l'anno scorso abbiano superato il numero di 200 mila e i medici (esclusi gli odontoiatri) raggiunto quello di ben 363.761 unità. Senza poi parlare degli architetti italiani che sono la metà di tutti gli architetti europei (sic!). E tuttavia lo sport nazionale, dopo il calcio, sembra sia parlare sempre del numero sproporzionato (ma mai dimostrato) di 230 mila avvocati. Non è nemmeno corrispondente al vero il fatto che ogni anno il numero degli avvocati aumenti di 15 mila unità. Basti dire che nel 2007 ad esempio su oltre 40 mila aspiranti, solo in 9.905 (il 24%) lo hanno superato (meno di uno su quattro). E consideriamo che il superamento dell'esame di avvocato è propedeutico per legge per sostenere l'esame di magistrato quindi il numero annuale di nuovi avvocati è ancora minore. Ma andiamo a sconfessare anche l'altra leggenda metropolitana per cui ci sarebbe una correlazione tra il numero di avvocati e l'aumento del contenzioso processuale per cui, come scrive lei, il neoavvocati sarebbero indotti a «suggerire azioni legali a chiunque».
Dai dati verificati dall'Ugai riguardo il Barreau de Paris (Ordine di Parigi) si scopre infatti che solo nella capitale francese già l'anno scorso c'erano già più di 18 mila avvocati - ovvero quasi lo stesso numero di Roma (circa 20 mila) nello stesso anno. L'Ordine locale di Madrid, con ben 45.166 iscritti nello stesso periodo, era il più grande d'Europa, mentre anche Monaco di Baviera (18.364) aveva un numero di legali quasi pari a quello che aveva Roma.
Se le cause aumentassero in modo direttamente proporzionale al numero di avvocati, il numero delle cause pendenti sarebbe lo stesso sia a Parigi sia a Roma sia a Monaco. Non essendo evidentemente così è chiaro che il numero di avvocati italiani non sia responsabile del pesante contenzioso processuale. Il fatto che i numeri degli avvocati aumentino, e che nessuno (compresa la giovane avvocata anonima e pentita che ha scritto al Corsera) cambi percorso professionale, dimostra che fare l'avvocato è ritenuto migliore di applicarsi in altre attività (compresa magari quella del comico Checco Zalone o del cantante Renzo Arbore). Se poi vogliamo sollecitare antisociali controriforme come quella forense pendente in Parlamento che diminuirà la concorrenza dei servizi legali, ci ritroveremo come in Francia per cui la difesa è talmente costosa che non tutti potranno difendere i propri diritti a prezzi accettabili come invece avviene in Italia.
Con immutata stima

avv G. Romano

Tre cose, caro Romano (risponde B.S.)

(a) Negli Usa si parla eccome del numero eccessivo di legali. Digiti «too many lawyers» su Google e avrà milioni di risultati
(b) Altri elementi - la complessità delle procedure, gli strumenti inadeguati messi a disposizione dei magistrati - oggi pesano di più sulla giustizia italiana, e creano la situazione che sappiamo (sono pendenti 5,5 milioni di processi civili e oltre 3 milioni di processi penali; l'attesa per una sentenza civile è in media di sei anni e dieci mesi). Ma presto la «correlazione tra il numero di avvocati e l'aumento del contenzioso processuale» sarà inevitabile. Anche voi dovete guadagnare e vivere, no?
(c) Nella sua lettera, piena di numeri e considerazioni, manca curiosamente ogni accenno al punto principale del mio articolo. Scrivevo: «Con che coraggio un affermato avvocato da 200 mila euro l'anno, entrando in studio al mattino, guarda in faccia un ventenne cui offre un'elemosima da 200 euro al mese?». Le piace questa situazione, caro Romano? Perché i giovani avvocati non dicono chiaro e forte che quest'andazzo non va bene? Paura che gli avvocati meno giovani si scoccino? Spero di no.
« Ultima modifica: 20 Apr 2018, 10:47 da Admin_M »



jack1979

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4708
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #1 il: 18 Ott 2010, 15:26 »
Ma chemminchi@ di ragionamenti fa? E' da minorati già solo paragonare il numero degli avvocati con quello dei medici, quasi che c'entrassero qualcosa (qualcuno dica a chi ha scritto questa colossale serie di c@zz@te che una persona "media", nel corso della sua vita, avrà bisogno di un medico almeno in alcune decine di occasioni, finchè non crepa... dall'avvocato, magari, ci capiterà una o due volte e - se è fortunato  :wink: - mai...).
Per non parlare dei restanti ragionamenti.... :roll:

ruggi

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1227
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #2 il: 18 Ott 2010, 16:52 »
severgnini fondamentalmente vuole "scacciare" gli avvocati dagli
albi , impedire ai Praticanti di svolgere la professione e costituire una classe di impiegati degli studi legali; mi sembra troppo comodo "eliminare la concorrenza per legge".
Sportivamente mi auguro che severgnini venga "sospeso dall'ordine dei giornalisti " perche proditoriamente accusato di essere frocio; così capirebbe cosa vuol dire nazifascismo di ritorno .......

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13996
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #3 il: 18 Ott 2010, 16:57 »
ma vaffanculo

ddl21

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 827
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #4 il: 18 Ott 2010, 17:01 »
Addirittura? A me sembra che auspichi solo che i praticanti  vengano pagati.Poi magari non ha le idee chiare su tutti gli aspetti della questione.
Nazifascismo di ritorno, boh...

ruggi

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1227
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #5 il: 18 Ott 2010, 17:12 »
la norma sul pagamento è un canone del codice deontologico
 ( art.26) e non è mai stata rispettata da nessun avvocato e non è mai stato sottoposto a procedimento disciplinare da parte dei CDO competenti nessuni avvocato......ora invece per incanto di 'sto cicisbeo di severgnini gli avvocati dovrebbero "per legge" pagare i Praticanti..........Ti rendi conto dell'impossibilità a realizzarsi di questo evento............e se si realizzasse ci farebbero schiavi al punto tale che NON ci farebbero  fare i processi ma pulire i CESSI ( che poi è quello che vogliono da sempre ).

 Diffida dalla stirpe dei notai...........( Severgnini è figlio di notaio - è un "rampollo" della supercasta )

andrea83

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 5
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #6 il: 18 Ott 2010, 17:43 »
severgnini ha semplicemente ragione. bisogna avere subito le idee chiare su questa professione prima di entrare nel tunnel, e capire se si è disposti a fare tutti i sacrifici che essa comporta. siete disposti a trovarvi a 35 anni che nella migliore delle ipotesi guadagnate 2500 euro lordi (da cui dovete togliere iva, irpef, cassa, commercialista), non avete ferie malattia 13esima tfr (cosa che anche l'ultimo operaio dell'ultima azienda d'italia ha), lavorate fino alle sette e mezza di sera e magari anche il sabato mattina e non avete un numero sufficiente di clienti per mettervi in proprio?mentre il vostro amico che lavora in banca, pur non facendo un lavoro tanto più figo del vostro, finisce alle 5, cioè due ore prima di voi e guadagna di più e ha più tempo libero? siete veramente disposti a farlo comunque?non è severgnini che vuole scacciare i praticanti, a lui non gliene può fregar di meno. è il mercato che è saturo, e nonostante ciò c'è ancora gente che si incaponisce a voler infilarsi in questa professione, o meglio, lo fa senza sapere a cosa va incontro e soprattutto non prende mai in considerazione possibili alternative. quando lavoravo in studio (per poco tempo per fortuna) c'era il solito avvocato 40enne irrealizzato che si lamentava che lavorava tanto, guadagno poco e non riesco a mettermi in proprio, e faccio il dipendente senza diritti in uno studio (bravo scoperta dell'acqua calda). io gli faccio:ma hai mai provato a mandare il CV in banca?NO. e nell'ufficio legale di un'azienda?NO. hai mai provato un concorso pubblico?NO. hai mai provato a fare domanda per uno stage in un'organizzazione internazionale?NO. e allora cavoli tuoi! sei l'eterno schiavo che non si guarda attorno! e io lo dicevo per il suo bene, così come severgnini lo dice per il vostro. a me e a severgnini che voi facciate gli avvocati o meno non cambia nulla:lui è sistemato, io sono a tempo indeterminato in un'azienda, ufficio legale, guadagno 2200 euro netti al mese, ho tutte le garanzie di un dipendente, ho tempo libero e vita privata. eppure vengo considerato un fallito dai miei ex colleghi perchè tra gli avvocati c'è quest'idea che se lasci lo studio per fare il dipendente "tradisci" la professione. peccato che la loro è solo invidia, visto che lavorano 60 ore a settimana a fronte delle mie 45 e guadagnano...udite udite...1500 euro netti al mese!chi glielo fa fare non lo so. io non guadagno tantissimo più di loro, è vero, ma sono più tranquillo, ho più prospettive di carriera, ho più tempo libero. se poi uno è felice di lavorare 60 ore a settimana per guadagnare meno di una cassiera di banca che finisce alle 4, non so che dire.evidentemente non ha capito niente della vita. anzi non ha capito che la vita è una sola.vi auguro solo di fare scelte consapevoli, e di non fare la fine di quei tanti troppi avvocati che se tornassero indietro l'avvocato non lo rifarebbero più.

mainer

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 2
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #7 il: 18 Ott 2010, 18:29 »
andrea83, ciao andrea (e a tutti gli altri)! io ho iniziato la pratica da un mese (questo è il 1° messaggio che scrivo in questo forum)! diciamo che sono un neo-novizio :)
I dubbi che ho sulla strada che ho appena iniziato a intraprendere sono tanti.. Li avevo ancora prima di cominciare e in gran parte sono rimasti! In più posso solo dire che per ora la pratica mi piace molto ed è meno pesante di quanto pensassi.. Ma non so se dipende dal fatto che è tutto nuovo! Quello che però mi spaventa è che probabilmente per 2 anni non guadagnerò più di 200-300 euro al mese (se va bene) e che poi l'incertezza continuerà a regnare sovrana per anni!!!! Insomma, la penso esattamente come te riguardo a quello che hai detto.. senza contare il rischio che passi la RIFORMA voluta dal governo in carica!! Il che renderebbe diventare avvocato quasi impossibile!
Ora, ti dico che poco meno di un mese fa sono stato contattato da una grande azienda che cerca laureati in giurisprudenza per assumerli come consulenti! Ho fatto un primo colloquio ed è andato bene adesso , se intendo andare avanti , ci saranno altri step ! Qualora tutto andasse a buon fine sarei assunto solo per 6 mesi a 800 euro, poi per 2 anni a 1.200 euro/mese e infine - SEMPRE SE TUTTO VA BENE - a tempo indeterminato con posssibilità di carriera ecc.! Ti (vi) voglio chiedere una vostra opinione.. Secondo voi faccio bene a continuare con questi colloqui e a spingere x l'assunzione, nonostante anche questa azienda non mi offra poi molte + garanzie della professione forense (ossia mi assumerebbe a tempo det.) ?!? Poi c'è anche da dire che non so bene se il lavoro che andrei a fare mi piaccia più o meno della professione di avvocato..
Grazie a chi avrà voglia di rispondermi ;)
mainer

Alamut

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5284
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #8 il: 18 Ott 2010, 18:41 »
E quindi non sarebbe male occuparla facendo quel che più si desidera invece di pensare al uicchendino in Liguria od alla tredicesima.

Citazione da: "andrea83"
evidentemente non ha capito niente della vita. anzi non ha capito che la vita è una sola


A parte questo, mi sembra del tutto condivisibile, il tuo discorso.

Admin_M

  • Amministratore
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • Demiurgo & Sensei [先生]
  • 5367
Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #9 il: 18 Ott 2010, 18:52 »
Hartman, ok provare a censire il n. degli avvocati in Italia e avere dati certi, pessima l'idea di partire dall'articolo autopromozionale di quel signore.. proviamo a ricominciare daccapo?
:roll:
 :twisted:

Admin_M

  • Amministratore
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • Demiurgo & Sensei [先生]
  • 5367
Re:Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #10 il: 17 Apr 2018, 12:12 »
Uhmm.. a distanza di 8 anni darebbe interessante aggiornare queste cifre, voi avete qualche dato?

lupuscanis

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 8670
  • Testo personale
    Il Solito Pirla
Re:Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #11 il: 19 Apr 2018, 08:35 »
poco tempo fa la cassa Forense aveva comunicato dati (per sè) allarmanti deducendo il calo vertiginoso di avvocati iscritti.

ciò, nonostante l'ultima legge professionale abbia imposto l'iscrizione alla cassa con l'iscrizione all'albo, determinando cioè la corrispondenza tra avvocati abilitati al patrocinio in giudizio e contribuenti cassa.

da un lato il calo di praticanti, dall'altro l'aumento delle cancellazioni volontarie.

numeri però non ne ho, occorrerebbe gugolare (e non ho tempo).

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13996
Re:Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #12 il: 19 Apr 2018, 18:21 »
da previdenza forense siamo a 250.000 circa

Admin_M

  • Amministratore
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • Demiurgo & Sensei [先生]
  • 5367
Re:Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #13 il: 20 Apr 2018, 10:46 »
Pensavo che scherzassi, poi ho controllato....  :icon_pale:

Admin_M

  • Amministratore
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • Demiurgo & Sensei [先生]
  • 5367
Re:Il numero esatto degli avvocati in Italia: tutto vero?
« Risposta #14 il: 20 Apr 2018, 10:50 »
Infatti stavo cercando vecchi dati per un articolo in questo senso


da un lato il calo di praticanti, dall'altro l'aumento delle cancellazioni volontarie.

numeri però non ne ho, occorrerebbe gugolare (e non ho tempo).

Ho trovato dati recenti di 150 cancellati d'ufficio e 100 su richiesta, ma continuo l'approfondimento...  :facepalm:

 

Vorrei info sull'iscrizione albo praticanti avvocati napoli

Aperto da justinSezione [Discussioni su nuove norme, avvocatura, sentenze e casi del giorno ]

Risposte: 5
Visite: 871
Ultimo post 18 Ott 2007, 21:44
da ily
Verifichiamo gli abbinamenti degli ultimi anni!!

Aperto da dileggeSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 17
Visite: 2502
Ultimo post 15 Dic 2008, 17:09
da magnolia_b
VE: le domande degli scorsi anni

Aperto da BruceLeeSezione [ Documenti & Files Utili ]

Risposte: 2
Visite: 1314
Ultimo post 21 Mag 2004, 16:42
da pulce33
Usucapione reciproca del compendio ereditario da parte degli

Aperto da imcescaSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 2
Visite: 487
Ultimo post 22 Nov 2012, 08:34
da distrattina
urge consulto con avvocati del foro di Napoli

Aperto da miky_albSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 3
Visite: 1571
Ultimo post 07 Mag 2010, 13:14
da attola
undici regole per diventare subito Avvocati

Aperto da benitomussoliniSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 5
Visite: 1319
Ultimo post 29 Ott 2007, 18:32
da ASK
Un CCNL per gli avvocati?

Aperto da enterpriseSezione [Discussioni su nuove norme, avvocatura, sentenze e casi del giorno ]

Risposte: 3
Visite: 1018
Ultimo post 23 Nov 2006, 17:02
da bt
Udienze con piu' avvocati??? Si puo'?....

Aperto da aalexxSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 8
Visite: 1238
Ultimo post 04 Apr 2006, 15:45
da chillenu
Udienze con altri avvocati a Milano

Aperto da AvvocatoReafSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 5
Visite: 1692
Ultimo post 21 Gen 2011, 16:37
da nigripennis
UCI:incidente in italia con veicolo estero

Aperto da tnrfSezione [ Codice della Strada ]

Risposte: 3
Visite: 710
Ultimo post 30 Apr 2009, 02:08
da ziopino75