Autore Topic: I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt  (Letto 7748 volte)

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13905
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #15 il: 18 Maggio 2015, 16:05:05 »
il motivo è semplice : l'imprenditore rischia, il lavoratore dipendente no e non dovrebbe.  Le fattispecie che hai elencato tu sono a tutela del lavoratore dipendente che non può essere eccessivamente penalizzato per la crisi del datore di lavoro.
Il lavoratore autonomo ha liberamente scelto di non avere vincoli di subordinazione. A tale vantaggio vi sono , a mio avviso giustamente, collegati alcuni svantaggi ( insicurezza dell'attività d'impresa).
Discorso generale , non legato alla nostra professione.
Nello specifico fammi fare un esempio : se in paese c'è solo una donna e 50 uomini e tra questi 50 ce ne sono uno bello, 3 ricchi, 2 simpatici, 2 furbi e 2 molto intelligenti e tu non possiede alcuna di queste qualità, quante possibilità pensi di avere per potertela sxopare ?
ora sostituisci uomini con avvocati e donna con lavoro
Citazione da: "tiglio1971"
Ci sono dipendenti che tra cassa integrazione e messa in mobilità incassano per anni indennità senza lavorare.  E non parliamo delle baby pensioni, degli incentivi all'assunzione (ossia nessun versamento dei contributi previdenziali) dei prepensionamenti: tutta roba che paga la collettività.  Se un autonomo non ha clienti altro che mobilità,  CIG, CIGS, ASPI.... muore di fame. Eppure anche quello è un lavoro da tutelare ex art. 1 cost. È curioso notare come chi ritiene immorale che un libero professionista non paghi la cassa di previdenza nulla dica quando a non pagare i contributi previdenziali sono i dipendenti, per i quali pure esiste il problema del mantenimento dopo l'età lavorativa. Ma per convenzione i dipendenti vanno protetti col denaro pubblico mentre gli autonomi devono cavarsela da soli. Il perché resta un mistero.

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5385
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #16 il: 18 Maggio 2015, 16:06:55 »
Io piglio il bello  :D

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13905
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #17 il: 18 Maggio 2015, 16:10:17 »
perchè se non sono obbligato, io avvocato datore di lavoro ti pago bene e ti garantisco i tuoi diritti (orari, straordinari, TFR) ?

perchè devo stare 10 ore in studio se non sono tuo dipendente?

perchè ti devo dare un termine di preavviso con penale, se troppo breve,  o ti devo dare un'indennità di fine rapporto se voglio lasciarti a casa ?

Es : io sono il tuo dominus : arriva un punto in cui mi stai sul c... e voglio lasciarti a casa dall'oggi al domani. Chi mi impedisce di farlo oggi ?

Citazione da: "saltailmuro"
E chi ha detto che non devono essere pagati? E mediamente lo dovrebbero essere più di un dipendente.

Citazione da: "an"

poi non lamentiamoci dei giovani avvocati a 500 euro al mese per 10-12 ore di lavoro...

 è attraverso una contrattualizzazione del rapporto di collaborazione avvocato -dominus che possono essere mantenuti dei livelli minimi di garanzia lavorativa (TFR, orari, prezzo della prestazione).


Contrattualizzare il rapporto di collaborazione non significa assimilare l'avvocato al dipendente.

lupuscanis

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 8576
  • Testo personale
    Il Solito Pirla
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #18 il: 18 Maggio 2015, 16:25:22 »

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32155
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #19 il: 18 Maggio 2015, 16:35:36 »
sei già lanciato per il quarto lupus?

lupuscanis

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 8576
  • Testo personale
    Il Solito Pirla
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #20 il: 18 Maggio 2015, 16:38:27 »
perchè? in realtà l'ultima rientra :D

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4215
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #21 il: 18 Maggio 2015, 16:46:14 »
Molte tutele riconosciute (solo) al lavoro dipendente vanno ben al di là di questo principio.
Il lavoratore ha diritto alla retribuzione indipendentemente dall'andamento dell'impresa e persino dall'utilità che fornisce al proprio datore. E sin qui mi va bene.
Ma non capisco perché una volta espulso dall'impresa il lavoratore debba godere di un trattamento privilegiato, che gli autonomi non hanno.
Perché, ad esempio, la cassa integrazione? Perché le baby-pensioni? queste "provvidenze" non hanno a che vedere con il fatto che il lavoratore "non debba rischiare" (non deve rischiare cosa? che la crisi economica generalizzata colpisca anche lui? mi pare un po' eccessivo) Semmai il legislatore garantisce protezione solo ad alcuni (spesso discriminando all'interno della stessa categoria dei lavoratori dipendenti) e non ad altri.
Che differenza c'è tra un autonomo che è in crisi ed un lavoratore dipendente che è in crisi? il primo in quanto autonomo deve essere abbandonato a sé stesso mentre il secondo, forte del marchio di lavoratore dipendente, può contare su aiuti illimitati?
a me pare che la distinzione tra autonomo e dipendente non possa andare oltre un certo limite, se non a costo di creare disparità di trattamento illogiche ed ingiuste. Tanto più che forse il legislatore ha in mente la figura dell'autonomo di 30 anni fa, quando questi lavoratori, mediamente, se la cavavano abbastanza bene. Ma a giudicare dalle statistiche oggi non è più valida l'equazione lavoratore autonomo=benestante


Citazione da: "an"
il motivo è semplice : l'imprenditore rischia, il lavoratore dipendente no e non dovrebbe.  Le fattispecie che hai elencato tu sono a tutela del lavoratore dipendente che non può essere eccessivamente penalizzato per la crisi del datore di lavoro.

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32155
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #22 il: 18 Maggio 2015, 17:12:23 »
Ah scusa
ho visto 2017 e ho detto "eh! da qui al 2017 ne sforniamo altri due"
Citazione da: "lupuscanis"
perchè? in realtà l'ultima rientra :D

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13905
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #23 il: 18 Maggio 2015, 17:18:48 »
sterilizzatelooo  :D

Jackal

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 687
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #24 il: 18 Maggio 2015, 21:37:23 »
Temi generazionali a parte, mi trovo d'accordo..

Citazione da: "tiglio1971"
Ma non capisco perché una volta espulso dall'impresa il lavoratore debba godere di un trattamento privilegiato, che gli autonomi non hanno. Perché, ad esempio, la cassa integrazione? Perché le baby-pensioni? queste "provvidenze" non hanno a che vedere con il fatto che il lavoratore "non debba rischiare". Semmai il legislatore garantisce protezione solo ad alcuni e non ad altri.
Quota (selezione)


Questo dovrebbe un tema di riforma della cassa forense. La professione è cambiata e, a fronte di una carriera più lunga, dovrebbe prevedere ad erogare sussidi per i momenti di crisi o la riqualificazione professionale.

Citazione da: "saltailmuro"
Mah... Anzitutto il lavoro dipendente, se sfora le ore da contratto, diventa straordinario. Che poi di fatto capiti che non possa essere rifiutato o che non venga retribuito.... è cosa assai delicata anche per il datore, che talvolta viene (giustamente in questo caso) "castigato".
Mentre se ti riferisci a qualifiche dirigenziali, il discorso cambia pure a livello normativo, sicché non sempre l'orario è il classico 9-18. Ma se è per quello i dirigenti sono - come detto - sottoposti a regole meno ferree di un dipendente.
Quota (selezione)


Non è questione di inquadramento, ma di mansioni. Il tuo ragionamento è corretto se paragoni un avvocato con un operaio o un impiegato d'ordine. Ruoli per cui non serve una laurea. Un paragone corretto è fra avvocato e Legal Counsel, HR Officer o Tax Manager.. dove le ore di lavoro sono pressoché irrilevanti e la valutazione del loro lavoro è su obiettivi qualitativi. Certo, ci può essere chi gestisce la sua agenda in modo da lavorare le classiche 8 ore, ma nella maggioranza dei casi non è questa. Sicuramente lo stipendio compensa, ma non è sicuramente regalato :wink:

jello

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1166
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #25 il: 19 Maggio 2015, 09:35:59 »
mi sembra che molte delle cose che dice tiglio siano reali storture solo per quei "liberi professionisti" che in realtà sono dipendenti mascherati.

a me sinceramente sembra un segnale di civiltà il fatto che lo stato preveda strumenti come la cassa integrazione o simili, così come secondo me, se non esiste già, dovrebbe esistere una sorta di fondo di solidarietà per i momenti di crisi dei liberi professionisti veri e propri.

il problema, come per quasi tutto in italia, sono gli abusi che ne fanno i furbetti e che rischiano di squalificare le legittime pretese di tutti gli altri.

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5385
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #26 il: 19 Maggio 2015, 12:50:21 »
Inquadramento e mansioni van di pari passo. Pure perché le mansioni corrispondenti ai vari "livelli" sono ben codificate in tutti i CCNL :wink:

Ciò detto: pensavo appunto a mansioni (e relativo inquadramento) dirigenziali, quando dicevo che la normativa cambia e che non la si ragiona sulle classiche 8 ore. Ma neppure su tutte le tutele e le cd "garanzie" del lavoratore subordinato.

Ecco.... in questo senso, se suggerisci di paragonare - nel concreto - l'avvocato "collaboratore" ad un dirigente, auspicando che prima o poi venga introdotta una normativa similare per disciplinare il suo lavoro, per me ci potrebbe benissimo stare, anzi, sarebbe una proposta assai interessante. Peccato che nel concretoci si guardi bene dal cambiare la bieca e secolare tradizione della avvocatura, per la quale oggi puoi morire di fame, ma guai se ti toccano il diritto di far pure morire di fame qualcun altro sotto di te  :)

Allo stesso tempo, se io facessi sacrifici per pagare più che dignitosamente un collaboratore, vorrei essere pure libera di mandarlo via da un giorno con l'altro. Perché non lo posso più pagare, perché non è bravo abbastanza, perché mi sta sul qlo. Per qualsivoglia motivo. E vorrei essere anche libera (nell'ambito di un monte-ore ragionevole e, magari, pure contrattualizzato) di chiedergli (anzi.... di non doverglielo neppure chiedere) di restare una sera, se c'è un lavoro da finire.

Ecco: una tutela assimilabile a quella di un dirigente, la potrei benissimo vedere per un avvocato collaboratore.

Una tutela "da dipendente", sinceramente, no.

Citazione da: "Jackal"

Non è questione di inquadramento, ma di mansioni.

Un paragone corretto è fra avvocato e Legal Counsel, HR Officer o Tax Manager.. dove le ore di lavoro sono pressoché irrilevanti e la valutazione del loro lavoro è su obiettivi qualitativi.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4215
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #27 il: 19 Maggio 2015, 14:54:18 »
Inquadramento dirigenziale ?!?
Sei pronta per Zelig...  :D

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5385
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #28 il: 19 Maggio 2015, 15:06:54 »
Grazie, caro.
 
Mi vedresti bene in co-conduzione con Benni l'Eporediese??????  :D

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4215
I precari degli studi legali 10 ore di lavoro senza contratt
« Risposta #29 il: 19 Maggio 2015, 15:19:28 »
No, non sei ancora assurta a quei livelli ... :D

Citazione da: "saltailmuro"
Grazie, caro.
 
Mi vedresti bene in co-conduzione con Benni l'Eporediese??????  :D


 

Notificazione decreto ingiuntivo e spese legali

Aperto da giacomoSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 2
Visite: 902
Ultimo post 31 Luglio 2002, 15:56:11
da giacomo
pratica e/o lavoro? (2)

Aperto da AnonymousSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 1
Visite: 1205
Ultimo post 13 Settembre 2002, 23:49:28
da mac
prestigio della professione e secondo lavoro

Aperto da RobySezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 20
Visite: 2177
Ultimo post 06 Ottobre 2002, 14:57:44
da Bakunin
Pareri legali

Aperto da Jack75Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 3
Visite: 1450
Ultimo post 17 Ottobre 2002, 16:53:47
da Anonymous
diritto del lavoro x i lavoratori cercasi

Aperto da AnonymousSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 6
Visite: 1675
Ultimo post 26 Ottobre 2002, 12:43:18
da Anonymous
locazione senza contratto

Aperto da michemicheSezione [ Locazioni & Vendite ]

Risposte: 6
Visite: 1738
Ultimo post 07 Dicembre 2002, 12:43:39
da Anonymous
pratica e/o lavoro? (1)

Aperto da francisPRSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 72
Visite: 13044
Ultimo post 17 Dicembre 2002, 10:54:38
da hobbs
reintegra nel posto di lavoro: competenza patrocinatore

Aperto da AnonymousSezione [ Commerciale, Lavoro e Societario :: Da collega a collega ]

Risposte: 11
Visite: 1460
Ultimo post 17 Marzo 2003, 13:37:33
da sk
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata



Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati

 
Annunci Sponsorizzati


Annunci Google