Autore Topic: Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?  (Letto 90450 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #25 il: 01 Mar 2006, 12:27 »
no, non può patrocinare davanti a T.A.R. e Corte dei Conti.

le competenze sono indivuduate in modo specifico, quindi ciò che non vi rientra deve considerarsi escluso.



Le cause che il praticante Avvocato abilitato potrà patrocinare sono quelle di competenza del Giudice di Pace e del Tribunale in composizione monocratica, limitatamente:

negli affari civili:

alle cause, anche se relative a beni immobili, di valore non superiore a £. 50.000.000 (cinquanta milioni);

alle cause per le azioni possessorie, salvo il disposto dell’art. 704 del codice di procedura civile, e per le denunce di nuova opera e di danno temuto, salvo il disposto dell’art. 688, secondo comma, del codice di procedura civile;

alle cause relative ai rapporti di locazione e di comodato di immobili urbani ed a quelle di affitto di azienda, in quanto non siano di competenza delle Sezioni Specializzate Agrarie;

negli affari penali:

alle cause per i reati per i quali la legge stabilisce una pena detentiva non superiore nel massimo a 4 (quattro) anni ovvero una pena pecuniaria sola o congiunta alla predetta pena detentiva;

alle cause per i seguenti reati: violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale, prevista dall’art. 336, primo comma, c.p.; resistenza ad un Pubblico Ufficiale, prevista dall’art. 437 c.p.; oltraggio ad un Magistrato in udienza, aggravato a norma dell’art. 343, secondo comma, c.p.; violazione di sigilli, aggravata a norma dell’art. 349, secondo comma, c.p.; favoreggiamento reale, previsto dall’art. 379 c.p.; maltrattamenti in famiglia o verso i fanciulli, quando non ricorra l’aggravante di cui all’art. 572, secondo comma, c.p.; rissa aggravata, a norma dell’art. 588 , secondo comma, c.p., con l’esclusione delle ipotesi in cui nella rissa taluno sia rimasto ucciso o abbia riportato lesioni gravi o gravissime; omicidio colposo, previsto dall’art. 589 c.p.; violazione di domicilio, aggravata a norma dell’art. 614, quarto comma, c.p.; furto, aggravato a norma dell’art. 625 c.p.; truffa, aggravata a norma dell’art. 640, secondo comma, c.p.; ricettazione, prevista dall’art 648 c.p.

giampaolo

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 202
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #26 il: 01 Mar 2006, 14:42 »
no tar assolutamente no
neppure corte dei conti
attento che non hai lo jus postulandi

tondo

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 593
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #27 il: 01 Mar 2006, 15:30 »
con riferimento al mio precedente messaggio il mio prode collega cicciuz mi ha severamente redarguito ritenendo che quanto ho fatto è scorretto senza il consenso dell'interessato.
chiedo quindi la rimozione del messaggio.
salud.
p.s.
tanto nessuno l'ha nemmeno letto

bt

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4706
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #28 il: 01 Mar 2006, 15:32 »
quale messaggio? :wink:
F.to
già fatto

Bakunin

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4513
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #29 il: 07 Mar 2006, 11:22 »
Inserisco qua:

Autore    Messaggio
mario2006

   
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 11:54 AM
Ciao, vorrei sapere se qualcuno di voi ha una risposta certa in merito alla questione della competenza del praticante abilitato per l'esecuzione immobiliare (o all'intervento in una esecuzione), ovviamente per un credito inferiore ai famosi 50 milioni.
Anche qui non si capisce bene come stanno le cose, fra competenze dell'ex pretura e del tribunale, da cui deriverebbero poi di conseguenza le competenze del praticante.
E' possibile per il praticante abilitato iniziare una esecuzione immobiliare inferiore per valore del credito a 50 milioni? E' possibile intervenire, sempre per credito inferiore, nell'esecuzione promossa da altri? Se non lo è, perchè le Cancellerie permettono l'iscrizione o l'intervento e perchè i Giudici dell'esecuzione non contestano nulla?
Grazie.


Bakunin


Località: Treviso    
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 12:18 PM    

direi che dipende da come si calcola il valore di una esecuzione immobiliare: nel senso che la legge parla di causa di valore inferiore ai cinquanta milioni....
se il valore dell'esecuzione è calcolata sul valore del bene, direi che nel 90% dei casi non ci stai dentro...
se il valore è, per me, il valore del mio intervento allora puoi...

senza nulla sapere, però, opterei per la prima ipotesi...

e attendiamo risposte :)

lucio

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 1
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #30 il: 08 Mar 2006, 21:34 »
>Bakunin


Località: Treviso
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 12:18 PM

direi che dipende da come si calcola il valore di una esecuzione immobiliare: nel senso che la legge parla di causa di valore inferiore ai cinquanta milioni....
se il valore dell'esecuzione è calcolata sul valore del bene, direi che nel 90% dei casi non ci stai dentro...
se il valore è, per me, il valore del mio intervento allora puoi...

senza nulla sapere, però, opterei per la prima ipotesi...

e attendiamo risposte
----------------------------------------------------------------------------------

Anch'io sono incerto e mi domando questo: se è vera la tua prima ipotesi allora un praticante sarebbe incompetente anche in caso di pignoramento presso terzi. Infatti, anche se il  credito per il quale procedo è inferiore ai 50 milioni, pignorando un conto corrente io non posso sapere a priori quanti soldi sono depositati su quel conto... per es. se sul conto ci sono 100.000 euro cosa succede? Ho pignorato un conto corrente da 100.000 euro, ben oltre la competenza del praticante. Però non mi pare che si siano mai posti dubbi sulla competenza dei praticanti in merito al pignoramento presso terzi... :?:  :roll: Quindi il valore, qui, è calcolato presumo in base all'entità del credito che devo recuperare. Perchè il criterio dovrebbe essere diverso in una esecuzione immobiliare? Preciso che io sto solo chiedendo, non ho nessuna certezza. Ciao.

rossella74

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 86
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #31 il: 09 Mar 2006, 22:02 »
scusate... e davanti al tribunale in funzione di giudice del lavoro un praticante abilitato puo' patrocinare o comunque sostituire il titolare della causa?
Rossella

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #32 il: 10 Mar 2006, 10:23 »
no

rossella74

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 86
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #33 il: 10 Mar 2006, 14:25 »
Citazione da: "chillenu"
no
il no era la risposta alla mia domanda?
ma nn vi sembra assurdo poter patrocinare in cause ben piu' difficili e non
potersi occupare, ad esempio, di una semplice opposizione a cartella esattoriale per contributi inps prescritti?  :shock:
Rossella

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #34 il: 10 Mar 2006, 15:58 »
si, era la risposta alla tua domanda.
assurdo o non assurdo, così è.

ne avevamo parlato anche qui:
http://praticanti.altervista.org/index.php?name=PNphpBB2&file=viewtopic&t=8014

rossella74

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 86

VestaRose

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 1
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #36 il: 15 Mar 2006, 16:51 »
ragazzi sapete se possiamo occuparci di pignoramenti presso terzi? Secondo me si ma un avvocato dello studio mi ha fatto venire il dubbio....

larry

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 37
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #37 il: 29 Mar 2006, 10:35 »
Citazione da: "Bakunin"
Inserisco qua:

Autore    Messaggio
mario2006

   
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 11:54 AM
Ciao, vorrei sapere se qualcuno di voi ha una risposta certa in merito alla questione della competenza del praticante abilitato per l'esecuzione immobiliare (o all'intervento in una esecuzione), ovviamente per un credito inferiore ai famosi 50 milioni.
Anche qui non si capisce bene come stanno le cose, fra competenze dell'ex pretura e del tribunale, da cui deriverebbero poi di conseguenza le competenze del praticante.
E' possibile per il praticante abilitato iniziare una esecuzione immobiliare inferiore per valore del credito a 50 milioni? E' possibile intervenire, sempre per credito inferiore, nell'esecuzione promossa da altri? Se non lo è, perchè le Cancellerie permettono l'iscrizione o l'intervento e perchè i Giudici dell'esecuzione non contestano nulla?
Grazie.


Bakunin


Località: Treviso    
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 12:18 PM    

direi che dipende da come si calcola il valore di una esecuzione immobiliare: nel senso che la legge parla di causa di valore inferiore ai cinquanta milioni....
se il valore dell'esecuzione è calcolata sul valore del bene, direi che nel 90% dei casi non ci stai dentro...
se il valore è, per me, il valore del mio intervento allora puoi...

senza nulla sapere, però, opterei per la prima ipotesi...

e attendiamo risposte :)



Anche io mi trovo nella stessa situazione di Mario 2006. Sono abilitato al patrocinio e rappresento un condominio per il recupero di un credito di appena 1.000,00 euro nei confronti di un condomino. E' mia intenzione intervenire nella procedura di espropriazione immobiliare che è stata avviata dallla Banca nei confronti del condomino. Si tratta di un intervento tardivo, in quanto l'immobile è già stato aggiudicato al prezzzo di 100.000,00 euro però non vi è ancora stato il decreto di trasferimento. Però ho studiato le norme sulla competenza (artt. 10, 15 e 17 cpc) e ritengo che non possa fare nessun tipo di intervento, anche perchè se in sede di approvazione del progetto di distribuzione (art. 598) dovessi fare delle contestazioni si applicherebbe l'art. 512 richiamato dal 3° comma dell'art. 17 cpc. indi per cui il valore della causa sarebbe determinato dal maggiore dei crediti contestati e sicuramente, nel mio caso, la Banca vanterà un credito superiore ai 25.000,00, limite di mia competenza.
Se trovate qualche motivazione a sostegno di un possibile intervento rispondete. Grazie.

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #38 il: 29 Mar 2006, 11:23 »
rossella, è vero ciò che riporti e parere simile aveva dato anche l'ordine di cagliari (se non erro).
Quota (selezione)

mmh...
leggete qui...
http://www.avvocatilavoristi.it/html/bo ... rdine.html

Rossella

la maggior parte degli altri ordini, però, dà parere contrario.
non c'è ancora una soluzione unanime per cui, nel dubbio, io preferirei non rischiare.

ildementecolombo

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5452
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #39 il: 01 Apr 2006, 11:20 »
X Rossella

sulla competenza avanti al Giudice del Lavoro ti ho risposto nel topic indicato da Chill

valentina76

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3744
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #40 il: 21 Set 2006, 18:49 »
per favore inserite le nuove discussioni nelle sezioni preposte.
non inserite discussioni già presenti nel forum, grazie.
Quota (selezione)
Praticanti.com

[ A.N.P.A. e associazioni praticanti ] - cause x praticanti abilitati

--------------------------------------------------------------------------------
saraanz - Set 21, 2006 - 05:43 PM
Oggetto: cause x praticanti abilitati
--------------------------------------------------------------------------------
 Salve a tutti!!!!
Vorrei sapere quali cause può seguire direttamente un praticante abilitato(e di quale valore).
Ho sentito che non possono essere seguite le cause al di sopra di € 25.000, nè, a prescindere dal loro valore, le cause di separazione tra coniugi, quelle di diritto penale e quelle di diritto del lavoro.
Nella speranza di ricevere presto una risposta vi ringrazio!!!!

Sara.
--------------------------------------------------------------------------------
shining - Set 21, 2006 - 06:39 PM
Oggetto:
--------------------------------------------------------------------------------
Articolo 7 legge 479/1999 (Legge Carotti)
1. I praticanti avvocati, dopo il conseguimento dell'abilitazione al patrocinio, possono esercitare l'attività professionale ai sensi dell'articolo 8 del regio decreto-legge 27 novembre 1933, n. 1578, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 gennaio 1934, n. 36, e successive modificazioni, nelle cause di competenza del giudice di pace e dinanzi al tribunale in composizione monocratica, limitatamente:
a) negli affari civili:
1) alle cause, anche se relative a beni immobili, di valore non superiore a lire cinquanta milioni;
2) alle cause per le azioni possessorie, salvo il disposto dell'articolo 704 del codice di procedura civile, e per le denunce di nuova opera e di danno temuto, salvo il disposto dell'articolo 688, secondo comma, del codice di procedura civile;
3) alle cause relative a rapporti di locazione e di comodato di immobili urbani e a quelle di affitto di azienda, in quanto non siano di competenza delle sezioni specializzate agrarie;
b) negli affari penali, alle cause per i reati previsti dall'articolo 550 del Codice di procedura penale (1).
(1) Lettera così sostituita dall'art. 2-terdecies, d.l. 7 aprile 2000, n. 82, conv. in l. 5 giugno 2000, n. 144.
--------------------------------------------------------------------------------

Tutti i fusi orari sono GMT

dago73

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 48
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #41 il: 25 Set 2006, 23:49 »
scusate nell'ipotesi di valore indeterminato della domanda?

hnband

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 8
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #42 il: 25 Gen 2008, 11:53 »
Non vi è dunque alcun problema per la richiesta di pignoramento mobiliare (sotto i 50k) effettuata da praticante abilitato?

io avevo qualche dubbio in generale sullo ius postulandi nella fase esecutiva....

salvocian

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 7
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #43 il: 31 Gen 2008, 17:23 »
Citazione da: "Bakunin"
Inserisco qua:

Autore    Messaggio
mario2006

   
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 11:54 AM
Ciao, vorrei sapere se qualcuno di voi ha una risposta certa in merito alla questione della competenza del praticante abilitato per l'esecuzione immobiliare (o all'intervento in una esecuzione), ovviamente per un credito inferiore ai famosi 50 milioni.
Anche qui non si capisce bene come stanno le cose, fra competenze dell'ex pretura e del tribunale, da cui deriverebbero poi di conseguenza le competenze del praticante.
E' possibile per il praticante abilitato iniziare una esecuzione immobiliare inferiore per valore del credito a 50 milioni? E' possibile intervenire, sempre per credito inferiore, nell'esecuzione promossa da altri? Se non lo è, perchè le Cancellerie permettono l'iscrizione o l'intervento e perchè i Giudici dell'esecuzione non contestano nulla?
Grazie.


Bakunin


Località: Treviso    
MessaggioInviato: Mar 07, 2006 - 12:18 PM    

direi che dipende da come si calcola il valore di una esecuzione immobiliare: nel senso che la legge parla di causa di valore inferiore ai cinquanta milioni....
se il valore dell'esecuzione è calcolata sul valore del bene, direi che nel 90% dei casi non ci stai dentro...
se il valore è, per me, il valore del mio intervento allora puoi...

senza nulla sapere, però, opterei per la prima ipotesi...

e attendiamo risposte :)
ciao a tutti, volevo chiedere... ma ad esempio per un reato per cui si è abilitati al patrocinio è possibile fare l'udienza di convalida davanti al GIP?grazie a tutti e a prescindere dalla convalida davanti al GP si può sostenere l'udienza per i reati di competenza?  a Tv x esempio molti sostengon di no ma sembra folle

stefy76

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 44
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #44 il: 11 Feb 2008, 19:15 »
Oggetto: da p. avv. abilitato ho proposto appello avverso sentenza del GDP al Tribunale (organo di 1° grado in ogni caso, in veste di giudice dell'appello contro le sent. del GDP, ma sempre organo in composizione monocratica cui sono devolute le competenze del pretore).
Oggi in udienza presso un Giudice del Tribunale di Portici (NA) sono stata letteralmente umiliata e mortificata dalle urla che questo presunto giudice ha lanciato verso di me, dichiarando, anche a verbale, la mia incompetenza per materia (posso fare solo cause per cui era competente il pretore e l'OIA non lo è,dice lui) e aggiungendo che lui è giudice di secondo grado, per cui io non ho l'abilitazione piena!Gli ho fatto presente che rivestiva limitatamente alla causa il ruolo di giudice di 2 grado, ma è cmq organo monocratico di primo grado e la mia abilitazione è valida.
Al di là della figuraccia (l'educazione non è codificata,quindi non tutti siamo tenuti a conoscerla) in presenza di tanti colleghi, che come pecore hanno assistito senza intervenire, mi chiedo e vi chiedo: dove sta la ragione? Premetto che non mi è stato consentito di aprire bocca e la mia educazione mi ha sconsigliato di proseguire la discussione, nonostante il carattere irruente...Come comportarmi? Ho estratto copia del verbale, intendo rivolgermi all'ordine degli avvocati. Grazie a tutti per l'attenzione.

newlifeone

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 168
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #45 il: 11 Feb 2008, 23:44 »
Citazione da: "stefy76"
Oggetto: da p. avv. abilitato ho proposto appello avverso sentenza del GDP al Tribunale (organo di 1° grado in ogni caso, in veste di giudice dell'appello contro le sent. del GDP, ma sempre organo in composizione monocratica cui sono devolute le competenze del pretore).
Oggi in udienza presso un Giudice del Tribunale di Portici (NA) sono stata letteralmente umiliata e mortificata dalle urla che questo presunto giudice ha lanciato verso di me, dichiarando, anche a verbale, la mia incompetenza per materia (posso fare solo cause per cui era competente il pretore e l'OIA non lo è,dice lui) e aggiungendo che lui è giudice di secondo grado, per cui io non ho l'abilitazione piena!Gli ho fatto presente che rivestiva limitatamente alla causa il ruolo di giudice di 2 grado, ma è cmq organo monocratico di primo grado e la mia abilitazione è valida.
Al di là della figuraccia (l'educazione non è codificata,quindi non tutti siamo tenuti a conoscerla) in presenza di tanti colleghi, che come pecore hanno assistito senza intervenire, mi chiedo e vi chiedo: dove sta la ragione? Premetto che non mi è stato consentito di aprire bocca e la mia educazione mi ha sconsigliato di proseguire la discussione, nonostante il carattere irruente...Come comportarmi? Ho estratto copia del verbale, intendo rivolgermi all'ordine degli avvocati. Grazie a tutti per l'attenzione.




ciao stefy,
mi dispiace per quanto successo... certi giudici si sentono dei scesi in terra :evil:

Ora, per quanto riguarda l'affermazione per cui eri incompetente pero' non aveva tutti torti.
La legge dice


Articolo 7 legge 479/1999 (Legge Carotti)
1. I praticanti avvocati, dopo il conseguimento dell'abilitazione al patrocinio, possono esercitare l'attività professionale ai sensi dell'articolo 8 del regio decreto-legge 27 novembre 1933, n. 1578, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 gennaio 1934, n. 36, e successive modificazioni, nelle cause di competenza del giudice di pace e dinanzi al tribunale in composizione monocratica, limitatamente: a) negli affari civili:
1) alle cause, anche se relative a beni immobili, di valore non superiore a lire cinquanta milioni;
2) alle cause per le azioni possessorie, salvo il disposto dell'articolo 704 del codice di procedura civile, e per le denunce di nuova opera e di danno temuto, salvo il disposto dell'articolo 688, secondo comma, del codice di procedura civile;
3) alle cause relative a rapporti di locazione e di comodato di immobili urbani e a quelle di affitto di azienda, in quanto non siano di competenza delle sezioni specializzate agrarie;

Ora sebbene la legge non lo dice espressamente, sembrerebbe che non sia dato al praticante abilitato al patr. la possibilità di proporre appello.
Quindi è vero che la legge parla di tribunale in composizione monocratica,
ma la tua incompetenza deriverebbe non tanto dall'organo quanto dalla FASE del giudizio. in questo caso tu eri in fase di Appello, pur dinanzi al giudice monocratico.

Questa è una mia riflessione, potrebbe essere non corretta ma mi sembra che la ratio della norma potrebbe essere questa.
ciao e facci sapere

stefy76

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 44
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #46 il: 12 Feb 2008, 12:25 »
Grazie, ma la legge l'ho studiata bene. Come tu affermi, nulla dispone espressamente. Sono stata all'ordine e mi hanno detto che, laddove una norma nulla disponga espressamente, deve essere interpretata in senso letterale. Ho fatto presente la tua intepretazione e mi hanno detto che se così fosse si allontanerebbe troppo dal tenore letterale della legge e, in ogni caso, una ulteriore limitazione alle competenze di un p. avv. abilitato dovrebbe essere espressa in modo univoco.
Ho già inviato anche comunicazione scritta, indicando che cmq il rispetto verso i giudici deve esistere ma deve essere un atteggiamento di reciprocità. Avrò un colloquio in merito con il presidente del Tribunale di Napoli, anche solo per far richiamare all'ordine Costui che è abituato a comportamenti prevaricatori nei confronti dei più giovani.
Ringrazio infinitamene per la risposta, ora sta a me andare fino in fondo alla questione e sarà mia cura informarvi.
Grazie ancora.

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13998
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #47 il: 12 Feb 2008, 13:05 »
concordo con l'interpretazione orale dell'Ordine di Napoli.

se il legislatore avesse voluto limitare la competenza del patrocinatore al solo primo grado lo avrebbe indicato nella norma.

Il tenore letterale della stessa mi sembra sia quello di limitare la competenza del patrocinatore alle sole cause "generiche"  che superino il valore degli ex 50 milioni.
Aggiungo : la legge dice : davanti al tribunale in composizione monocratica si può patrocinare fino a...per cui davanti a quell'organo il patrocinatore ha competenza piena, in primo grado o in eventuale grado d'appello..

stefy76

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 44
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #48 il: 12 Feb 2008, 13:53 »
Grazie AN. Ti farò sapere. mi dicono che sono giovane (mica tanto!), per questo irruente...In verità, non riesco a fare la pecora...Tutto qui.
Saluti.

ildementecolombo

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5452
Quali cause potro trattare dopo il giuramento/1 anno ?
« Risposta #49 il: 12 Feb 2008, 18:48 »
Come ho già avuto modo di dire altre volte, ritengo che in questi casi il praticante sia competente.

Relativamente all'educazione, io la do e la pretendo, per cui ai magistrati maleducati rispondo per le rime e ti assicuro che se riesci a rispondere per le rime, il 90% delle volte diventano agnellini... forti coi deboli e deboli coi forti...

P.S. Massima solidarietà

 

visita medica dopo periodo di sospensione !!

Aperto da gattone80Sezione [ Codice della Strada ]

Risposte: 0
Visite: 467
Ultimo post 30 Ott 2008, 13:10
da gattone80
vis attractiva: quali azioni?

Aperto da nigripennisSezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 49
Visite: 18637
Ultimo post 08 Apr 2011, 16:58
da nigripennis
viaggio a Londra dopo attentato

Aperto da xbettySezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 7
Visite: 633
Ultimo post 12 Lug 2005, 21:18
da xbetty
Via dal dominus dopo tre anni!!! E adesso??

Aperto da er.pepe.prat.avvSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 2
Visite: 975
Ultimo post 20 Mag 2014, 16:11
da er.pepe.prat.avv
verbale sanzionatorio dopo sinistro stradale

Aperto da drfioreSezione [ Codice della Strada ]

Risposte: 2
Visite: 1126
Ultimo post 20 Gen 2006, 18:18
da nicodemo
verbale incidente stradale dopo 120 gg.

Aperto da ericominciamodacapoSezione [ Codice della Strada ]

Risposte: 16
Visite: 3477
Ultimo post 01 Mar 2006, 10:18
da Careca
Verbale di rilascio immobile dopo la convalida dello sfratto

Aperto da Tyler_DurdenSezione [ Locazioni & Vendite ]

Risposte: 2
Visite: 8405
Ultimo post 10 Mar 2016, 15:50
da Olivia\'s
Vendita tra privati, quali garanzie? è importante

Aperto da piccolaxxxxSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 0
Visite: 695
Ultimo post 20 Mag 2008, 18:17
da piccolaxxxx
vedere gli elaborati dopo la correzione

Aperto da rebiancoSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 1
Visite: 1177
Ultimo post 19 Giu 2003, 14:56
da money
vacanza: bagaglio dopo 4 giorni, risarcimento

Aperto da gerard80Sezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 4
Visite: 505
Ultimo post 03 Mar 2008, 09:26
da iason