Autore Topic: Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali  (Letto 117866 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

alletati77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1283
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #45 il: 02 Febbraio 2006, 21:34:28 »
grazieeeeeeee. X gli studi di settore, quello che so è che il fisco presuppone che in base ad una serie di fattori (numero incarichi, spese effettuate, ecc.) un professionista debba fatturare almeno un tot. Anche se in realtà non si raggiunge tale "tot" il fisco impone di pagare le tasse come se quel minimo lo si fosse guadagnato davvero. Quindi non essere congrui (ovvero dichiarare sotto la soglia minima) comporta di pagare, percentualmente, più tasse rispetto ai ricavi... dovrebbe scoraggiare il "nero", quanto meno quello troppo spudorato. Forse sono stata un po' contorta ma spero di essermi spiegata quanto basta...

Polipo

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3491
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #46 il: 03 Febbraio 2006, 10:09:55 »
beh puoi anche essere nn congruo e pagare meno...nn te lo vieta nessuno..puoi semplicemente scegliere di nn adeguarti...il problema è che ti scatta l'accertamento

alletati77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1283
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #47 il: 05 Febbraio 2006, 16:53:16 »
ah sì? e se mi scatta l'accertamento che succede? ps. gli avv. presso i quali mi appoggio per lo studio sono coinvolti da un eventuale accertamento? grazie...

Polipo

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3491
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #48 il: 06 Febbraio 2006, 15:55:18 »
la partita iva è tua la dichiarazione anche...cosa c'entrerebbero gli avv. del tuo studio?
l'accertamento significa che devi essere in grado di dimostrare che il reddito dichiarato è effettivamente quello da te conseguito...attenta però che tu hai l'onere della prova per dimostrare che il dichiarato=reale...altrimenti l'amministrazione finanziaria presume il contrario...e ti applica la sanzione più il recupero d'imposta sull'evaso...

squeak

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 30
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #49 il: 07 Febbraio 2006, 15:20:19 »
Un'altra domanda:
se scelgo la ritenuta d'acconto, ma in un anno supero i 2830 euro che mi farebbero rimanere a carico dei miei genitori, devo pagare qualche altra tassa? La cosa mi viene in mente per il problema del servizio sanitario: cioè, ora i miei pagano un tot che copre anche me per le spese mediche, ma se non sono più a carico loro io che devo pagare x non rischiare nulla?
E l'IRAP la dovrei versare oppure sarei esente (in quanto "lavoratrice autonoma occasionale")?
Grazie!

nicodemo

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2616
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #50 il: 15 Febbraio 2006, 12:51:43 »
Riporto altre domande postate in modo errato.

Citazione da: "L75"

--------------------------------------------------------------------------------
Ho appena saputo che il mio Ordine vuole riaprire le iscrizioni per le difese di ufficio.
Premetto di essere praticante abilitato.
Poichè ho un caos mentale vorrei sapere :
è obbligatorio avere la P. Iva per le difese d'ufficio?
Posso utilizzare le fatture per prestazione occasionale senza essere iscritta alla Cassa o all'INPS?
Scusate tutte le domande ma non vorrei aprire la P.Iva poichè non ho clientela e non potrei fatturare.
Grazie a chiunque potrà aiutarmi

Citazione da: "Di risposta Bakunin"
ma mi pareva di aver risposto a sta roba...

non credo possa essere obbligatoria la P.iva.... forse però centra la questione delal prova della continuità nella professione o cose del genere....


Citazione da: "L75"
Grazie Bakunin di avermi risposto. Che significa continuità nella professione?


Continuate in questo topic per cortesia.

Bye

guymariano

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 14
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #51 il: 26 Febbraio 2006, 16:00:20 »
ciao, sono un pò confuso in materia di adempimenti fiscali e previdenziali che mi spetterebbero come praticante, quindi se non ti disturbo ti chiederei alcune delucidazioni. Se per esempio, il dominus mi pagasse 500 euro al netto della retenuta d'acconto, e mi chiedesse di aprire la partita iva per scaricare (a proposito, quanto scaricherebbe?), io dovrei:

1) iscrivermi al regime fiscale agevolato, che mi permetterebbe di versare il 10 % per l' IRPEF, fino ad un massimo annuale di 30 mila euro e per  tre anni, e poi?
iscrivermi alla gestione separa delll'INPS, per pagare il 18 % di contributi previdenziali, poi non dovrei pagare altro, dal momento che, non rientrando nelle categorie a rischio infortunio, non dovrei pagare l'INAIL, GIUSTO?
quindi quello che mi viene in tasca effettivamente è il 28 % di 500 euro, vero?

oppure

2) Iscrivermi al regime agevolato e, invece che all'INPS, alla cassa forense a cui dovrei il 10 % sull'imponibile + un contributo annuale (di cui ignoro l'ammontare).

Ti ringrazio anticipatamente per ogni aiuto tu mi possa fornire

bmw118d

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 37
Re: apertura partita iva, adempiemnti fiscali e previdenzial
« Risposta #52 il: 26 Febbraio 2006, 19:45:09 »
off topic.
se costituissi una associazione professionale con un'avvocato che non ha la P.I. il quale compare all'interno dell'associazione al 20% mentre io (con la P.I.) compaio con l'80%, ma il tutto solo fittizziamente perchè tutte le pratiche sarebbero dell'avvocato il quale risquoterebbe per quanto incassa salvo rimettermi tutte le spese....bene, andrei incontro ad un'accertamento della Guardia di Finanza?
o ad altri eventuali inghippi?[/quote]

Si, bonanotte al secchio!!!! Ma che cavolo scrivi?? Invece di aprire la partita iva apria qualche libro di squola e poi impara a riscuotere invece che a risquotere. Ma roba da mattil. se olo farebbe uno dei kmia studenti lo massacrerrei di bocciature!!!! Comuqnue che fai, rimanis enza partita iva ancora per molto?? Ma la penzione non te la fai???? Comuqnue certe cose vanno cheiste aun commerdalista. mica  anoi attri!!!

guymariano

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 14
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #53 il: 28 Febbraio 2006, 19:44:23 »
Citazione da: "guymariano"
ciao, sono un pò confuso in materia di adempimenti fiscali e previdenziali che mi spetterebbero come praticante, quindi se non ti disturbo ti chiederei alcune delucidazioni. Se per esempio, il dominus mi pagasse 500 euro al netto della retenuta d'acconto, e mi chiedesse di aprire la partita iva per scaricare (a proposito, quanto scaricherebbe?), io dovrei:

1) iscrivermi al regime fiscale agevolato, che mi permetterebbe di versare il 10 % per l' IRPEF, fino ad un massimo annuale di 30 mila euro e per  tre anni, e poi?
iscrivermi alla gestione separa delll'INPS, per pagare il 18 % di contributi previdenziali, poi non dovrei pagare altro, dal momento che, non rientrando nelle categorie a rischio infortunio, non dovrei pagare l'INAIL, GIUSTO?
quindi quello che mi viene in tasca effettivamente è il 28 % di 500 euro, vero?


oppure

2) Iscrivermi al regime agevolato e, invece che all'INPS, alla cassa forense a cui dovrei il 10 % sull'imponibile + un contributo annuale (di cui ignoro l'ammontare).

Ti ringrazio anticipatamente per ogni aiuto tu mi possa fornire



Nessuno può indicarmi se ho omesso qualcosa nel calcolo?

guymariano

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 14
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #54 il: 02 Marzo 2006, 14:58:05 »
Ho letto i post precedenti a riguardo, ho consultato il sito dell'inps, dell'agenzia per le entrate, dell'ordine degli avvocati. Se mi sono spinto per la prima volta a scrivere su questo forum era perchè pensavo che lo spirito fosse quello di aiutarsi e dal momento che questi adempimenti molti di voi gli avranno già effettuati, trovo difficile credere che nessuno abbia una risposta precisa ed educata da darmi.

alletati77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1283
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #55 il: 02 Marzo 2006, 18:23:41 »
guy, il problema è che ognuno decide in relazione a cosa gli conviene (per le proprie esigenze personali) fare... Se sei praticante CON abilitazione al patrocinio puoi iscriverti alla cassa forense (che dovrebbe essere conveniente rispetto all'INPS sia perchè l'aliquota è 10% contro 18% sia perchè ti permette di maturare anzianità), per il regime fiscale con il regime delle nuove attività (se non hai mai svolto attività negli anni scorsi, quindi niente ricevute ecc. per prestazioni professionali) considera che, in assenza di altri redditi, non potrai scaricare eventuali detrazioni per spese mediche ecc... Spero di esserti stata almeno un po' d'aiuto. P.s. io mi sono appena iscritta all'albo avvocati ed in precedenza non ho mai percepito compensi che mi imponessero fatturazioni, aperture P.I. e quant'altro quindi non ho esperienze dirette in merito

guymariano

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 14
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #56 il: 03 Marzo 2006, 11:19:35 »
Ti ringrazio per la tua cortese risposta. Per quanto mi riguarda, non sono ancora iscritto all'albo dei patricanti abilitati, per cui per ora non potrei comunque iscrivermi alla cassa forense. Il punto è che lo studio presso cui dovrei lavorare mi offrirebbe 500 euro lordi. In base a quello che ho pututo leggere sul forum e in genere, non mi converebbe se mi chiedesse di aprire la partita iva (non ho capito bene quanto potrebbe scaricare l'avvvocato), ma dovrei chiedergli di farmi la ritenuta d'acconto per i primi 5000 euro e per la differenza rientrerei nella gestione separata INPS( 18,2 % sull'imponibile, di cui 1/3 a mio carico)=??

se invece volesse assolutamente l'apertura della partita iva, dovrei pagare 10 % di irpef(regime agevolato) + 18 % di contributi Inps fino a quanto non avrò la possibilà di sicrivermi alla cassa forense (a questo punto però avrei da pagare altri 150 euro l'anno?) ?
quindi 6000 euro/anno -1000 iva, -500 irpef, -150 cassa forense, -900 inps = 3450 netti

alletati77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1283
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #57 il: 05 Marzo 2006, 11:49:49 »
sull'inps non so niente... ma la cassa forense non sono solo 150 euro l'anno... per i primi tre c'è il contributo ridotto ma sono sicuramente di più di 150 (almeno sicuramente di più per gli avvocati, circa 1200). Non so aiutarti oltre

guymariano

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 14
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #58 il: 06 Marzo 2006, 16:30:57 »
Citazione da: "alletati77"
sull'inps non so niente... ma la cassa forense non sono solo 150 euro l'anno... per i primi tre c'è il contributo ridotto ma sono sicuramente di più di 150 (almeno sicuramente di più per gli avvocati, circa 1200). Non so aiutarti oltre


hai ragione, avevo letto male sul sito della cassa forense, dovrebbero essere 622 come contributo sogg., 375 come contributo integrativo, 173 come contributo di maternità.........una bella mazzata, forse è meglio aspettare.

martal

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
Apertura p. IVA, adempimenti fiscali e previdenziali
« Risposta #59 il: 09 Aprile 2006, 20:57:49 »
Salve a tutti. Premesso che sono totalmente ignorante in materia di adempimenti fiscali e non riesco ad orientarmi tra p.iva, ritenute e quant'altro, mi appello alla vostra competenza in merito per sottoporvi un quesito: sono praticante abilitata, non ho reddito e non ho mai percepito un centesimo di compenso dal dominus, né ho ancora fatto cause spendendo il mio nome; se volessi accettare un mandato da un privato, quali adempimenti fiscali dovrei fare in vista della ricezione del compenso? preciso che non ho la partita iva, che verosimilmente si tratterebbe di una o due cause l'anno d'importo al di sotto dei mille euro. Quanto incide il valore della causa sugli adempimenti da porre in essere?
Grazie infinite a chi vorrà rispondermi.


 

adempimenti per ottenere il patrocinio

Aperto da AnonymousSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 4
Visite: 1087
Ultimo post 02 Dicembre 2002, 14:48:40
da Mescalero
adempimenti prima degli scritti

Aperto da dressedtokillSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 21
Visite: 2773
Ultimo post 30 Ottobre 2003, 22:27:02
da LC73
Istanza ex 335 cpp ed......apertura inchiesta

Aperto da JoxSezione [ Procedura Penale ]

Risposte: 2
Visite: 1236
Ultimo post 01 Maggio 2004, 00:08:24
da Anonymous
adempimenti e patrocinio

Aperto da anboSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 3
Visite: 813
Ultimo post 19 Maggio 2004, 15:37:28
da dottorino
Omesso versamento contributi previdenziali

Aperto da anSezione [ Commerciale, Lavoro e Societario :: Da collega a collega ]

Risposte: 8
Visite: 841
Ultimo post 04 Ottobre 2004, 10:05:35
da bah
Reggio Calabria: Adempimenti amministrativi ordinari

Aperto da ulianaaSezione [ Esame CdA Reggio Calabria ]

Risposte: 42
Visite: 3584
Ultimo post 23 Novembre 2004, 17:24:44
da genny
adempimenti in cancelleria

Aperto da simbruSezione [Discussioni Giuridiche: diritto, avvocatura e casi del giorno ]

Risposte: 19
Visite: 4044
Ultimo post 09 Dicembre 2004, 16:30:32
da Yenkie70
CZ: Adempimenti amministrativi

Aperto da maxskxSezione [ Esame di avvocato CdA Catanzaro ]

Risposte: 11
Visite: 1661
Ultimo post 16 Gennaio 2005, 14:08:26
da francescofe
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata



Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati

 
Annunci Sponsorizzati


Annunci Google