Autore Topic: RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA  (Letto 370 volte)

Cricri2015

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 22
RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« il: 11 Settembre 2017, 12:59:59 »
Salve a tutti,
avrei bisogno di un vostro parere, in merito ad una questione relativa ad una querela per minaccia.
Premetto che non faccio praticamente mai penale, ma mi è capitato un cliente abituale il cui cane (al guinzaglio) è stato attaccato da un altro senza guinzaglio, che tuttavia ha avuto lapeggio a causa delle dimensioni ridotte.
Il proprietario dell'altro cane, dopo aver assalito il cane del mio assistito, ha preso un coltello dalla macchina minacciando di ammazzare sia il cane, che il signore.
Il mio assistito ha sporto querela ed è qui che mi sorge il dubbio: sono stata contattata dal legale dell'altro proprietario, la quale ha inviato a me e all'assicurazione del mio cliente, la ricostruzione dei fatti, la quale non corrisponde alla nostra e soprattutto non fa cenno alla minaccia.
La mia domanda è: sono deontologicamente obbligata a far cenno alla minaccia nella mia lettera di risposta e sopratutto alla querela, oppure posso limitarmi a smentire quanto dalla medesima riportato, senza andare oltre?
Vorrei evitare problemi, ma mi rendo conto che dire della querela minerebbe l'interesse difensivo del mio cliente.

Grazie mille a chi mi risponderà!!!!



Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 372
  • Testo personale
    New Member
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #1 il: 11 Settembre 2017, 13:37:40 »
Scusami ma non riesco a capire come abbia fatto il collega a sapere di te e, soprattutto, dell'assicurazione del tuo?
Nel senso di perche' ha scritto proprio a te e come ha fatto ad individuare la compagnia assicurativa giusta al primo tentativo.

Cricri2015

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 22
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #2 il: 11 Settembre 2017, 20:08:29 »
Il mio cliente non ha potuto consegnare direttamente i propri dati, poichè il proprietario dell'altro cane è corso a farsi medicare ed il mio aveva il volo di ritorno il pomeriggio stesso.
Tornato a casa ha fatto denuncia all'assicurazione e ha chiesto all'assicuratore di contattare immediatamente il signore, in modo da tranquillizzarlo sull'apertura della pratica. Fatto sta che nessuno ha contattato l'altro proprietario e così ha chiesto a me di chiamarlo in modo da dargli le adeguate indicazioni. Da qui, lui giustamente si sarà rivolto ad un proprio legale che mi ha contattato e mi ha comunicato che avrebbe scritto al mio cliente.
Il mio dubbio è che al momento il mio mandato riguarda il risarcimento danni, tuttavia, mi trovo tra l'incudine ed il martello: non dovrei dire nulla, in quanto minerei la difesa del mio assistito, ma al contempo essendo in contatto con la collega, non vorrei che facesse un esposto, quando scoprirà il resto...

Fenrir

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 386
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #3 il: 11 Settembre 2017, 22:26:46 »
Io onestamente  sul piano strategico non vedo controindicazioni nel rappresentare come stanno le cose anzi a maggior ragione se devi smentire la versione di controparte mi pare necessario specificare che la stessa si è resa responsabile di una condotta penalmente rilevante per la quale è già stata depositata apposita denuncia-querela. Prima di procedere in questo modo ottieni l'assenso del tuo cliente spiegandogli che menzionare l'esistenza della querela è necessario per gestire la vicenda risarcitoria. Del resto nell'auspicata ipotesi di una composizione bonaria della vicenda la querela sarà tendenzialmente da rimettere e non menzionare l'esistenza della stessa prima di avviare le trattative non mi pare il caso senza contare che, con tutte le cautele del caso, lo spettro di un procedimento penale può agevolare l'avvio di trattative.

Cricri2015

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 22
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #4 il: 12 Settembre 2017, 00:22:39 »
Il problema è proprio questo... Il mio cliente non ne vuole sapere di comunicare l'esistenza della querela, anche perchè i carabinieri gli hanno sconsigliato di avere qualsiasi rapporto con la controparte e soprattutto gli hanno espressamente detto di non riferire nulla in  merito, al fine di garantire le opportune indagini. Non so se sarà possibile arrivare ad una soluzione bonaria, soprattutto se si considera che i fatti raccontati dalla controparte sono tendenzialmente opposti ai nostri... Inoltre, il fatto che il cane della controparte, che per primo ha azzannato l'altro, non fosse al guinzaglio, potrebbe portare l'assicurazione a riconoscere un concorso di cause (a mio avviso giustamente) e quindi risarcire solo parte del danno.
Proprio per questo vorrei essere certa che la mancata comunicazione al collega, non possa comportare alcuna responsabilità disciplinare.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 372
  • Testo personale
    New Member
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #5 il: 12 Settembre 2017, 12:09:05 »
Buongiorno. Sebbene la fattispecie concreta, per come narrata, presenti innumerevoli lacune e punti inspiegabili io la ricostruirei cosi'.
1) coltello=arma=612.2=denuncia=procedibilita' d'ufficio.
2) il proprietario del cane ha l'obbligo di portare con se' museruola ed applicarla per evitare danni a cose, animali o persone
3) la r.c. "cane" viene stipulata, perche' e' un obbligo, solo per i cani gia" segnalati come "morsicatori" e 99/100 non e' mai stipulata con la stessa impresa ass della r.c. auto.
4) il 90% degli avv ita non sa che esiste il 23.4 deo (azioni inutilmente gravose bla bla) ed il restante 9.99 periodico % fa finta di non saperlo (di qui le diverse ricostruzioni di fatto)
5) il prob non e' fra denuncia e deontologia ma cosa potrebbe generare la comunicazione al collega di ctp del fatto che sia stata gia' sporta denuncia per minaccia aggravata.
Abbiamo un proc pen la cui "disponibilita' (i colleghi penalisti mi perdonino questa eresia linguistica) e' fuoriuscita dalla sfera di Tizio. Abbiamo un avv che ha un mandato per risarcimento danni (posso essere richiesti anche nel proc pen). Abbiamo Caio che ha gia' minacciato di morte Tizio con un'arma per fatti bagatellari.
Se io avv di Tizio dico al collega che assiste Caio che il mio ha sporto denuncia per minaccia di morte aggravata dall'uso di armi non e' che espongo il bene vita del mio ad un pericolo serio, concreto ed attuale?

Altro paio di maniche se la frittata e' stata fatta a monte. Quando si e' scritto a Caio si era gia' a conoscenza denuncia ma non lo si e' detto. Basterebbe invocare quanto detto sopra.

Il tutto e' ovviamente scolastico visto che avevo capito subito perche' il collega avesse scritto a te ma difficilmente capiro' mai come abbiano fatto ad individuare la compagnia assicurativa giusta a conoscere le rispettive generalita' e cento altre cose ancora (una su tutte chi e' che ha un coltello in macchina?)

In bocca al lupo.

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13959
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #6 il: 12 Settembre 2017, 13:01:49 »
Mauro  e l'art. 5 legge armi ?

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 372
  • Testo personale
    New Member
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #7 il: 12 Settembre 2017, 13:38:53 »
An non capisco perche' da un 12 anni a sta parte butti la pietra (scrivi 3 cazzate) e scappi.
Art. 5 di che? Spiega un po' che c'azzecca con la procedibilita' che stavolta non smetto di postare tanta e' la curiosita'. Da ultimo t'e' passato per il cervello che chi ha un coltello in macchina al 99% e' pregiudicato. No vero? T'e' passato per il cervello che manco sai se e' propria o impropria? Macche'

Scrivi che so curioso.

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13959
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #8 il: 12 Settembre 2017, 17:04:25 »
permalosetto il mio neoavvocato sotuttoiosoioevoinonsietencazzo  :D :D

studia, minxione

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 372
  • Testo personale
    New Member
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #9 il: 12 Settembre 2017, 17:20:29 »
Ho capito art. 5 di non si sa che cosa che non incide sulla procedibilita'.

Tranquillo il cnf mi impone di garantire la professionalita' della prestazione per compensare le cavolate fatte da chi era iscritto prima di me. Yradotto io devo studiare per forza chi scrive le cazzate no.

Per inciso io so poco o nulla, lo ammetto, se sbaglio dico bravo a chi mi corregge e, soprattutto, non scrivo mai messaggi dibillini indirizzati a me stesso scappando come un coniglio a gambe levate 1 secondo dopo aver postato.

Gia' detto che sei la fotocopia sputata di chi presenziava alle udienze dallo skilift.

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13959
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #10 il: 12 Settembre 2017, 17:29:56 »
w i cassazionisti

Cricri2015

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 22
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #11 il: 12 Settembre 2017, 20:54:13 »
Mi rendo conto che la questione non sia totalmente chiara, ma non posso raccontare tutti i particolari, altrimenti sarebbe troppo lungo.
Cerco di chiarire meglio alcuni punti:
1) il proprietario del cane grande aveva con sè la museruola, nonostante il cane non sia assolutamente segnalato, nè tanto meno feroce o pericoloso e su questo posso mettere la mano su fuoco, perchè lo conosco personalmente. Chiaramente non ha fatto nemmeno in tempo a mettergliela, dato che l'altro cane gli si è avventato contro. Al di fuori dell'aspetto giuridico, in effetti, se un cane sciolto e attacca brighe si avventa contro un cane che è il triplo di lui ed è al guinzaglio, il proprietario non può certamente fare miracoli.
2) l'assicurazione è stata fatta semplicemente per prudenza, e meno male che in questa occasione esiste!
3) non so perchè qualcuno dovrebbe tenere un coltello in macchina, ma nel caso di specie, purtroppo, ce l'aveva...
4) non credo che la denuncia possa considerarsi come azione inutilmente gravosa, come nemmeno la richiesta di risarcimento danni da parte dell'altro proprietario (sulla cui concausa andremo a discutere eventualmente..)
5) la denuncia è stata sporta prima che io contattassi personalmente la controparte in nome e per conto del mio assistito. Controparte che ovviamente non mi aveva ancora fatto contattare dal suo legale, così come non era stato contattato da nessuno nemmeno il mio cliente.
6) all'esposizione formale dei fatti da parte del collega, non ho ancora risposto, ma è chiaro che dire della denuncia permetterebbe di preparare una difesa ad hoc.

Purtroppo pare che la questione deontologica non sia chiara alla maggior parte dei colleghi, tant'è che il collegio disciplinare del mio ordine degli avvocati, al quale ho chiesto un parere, mi farà sapere fra qualche giorno, poichè ci sono posizioni discordanti.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 372
  • Testo personale
    New Member
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #12 il: 12 Settembre 2017, 23:23:16 »
Hai fatto bene a chiedere il parere per iscritto. Mi e' venuto in mente di scrivertelo ieri sera per tagliare la testa al toro ma era piu' importarte chiarire altri aspetti.
Se mi trovassi in un caso reale simile non direi mai della denuncia neppure se il coa dicesse di farlo. 1 segreto istruttorio. 2 se accoppano il mio ci vado di mezzo io non qualche ignoto consigliere. Purtroppo in giro ci sono soggetti veramente fuori di testa e io sono per la politica rischio 0.

Buona serara.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 372
  • Testo personale
    New Member
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #13 il: 13 Settembre 2017, 00:01:05 »
Scusa ma qui non si puo' editare e vorrei evitare che qualcuno mi venga a dire domani mattina abrogato nel
1. Vuoi dire ad un avvocato che assiste un soggetto che il suo e' indagato prima che il pm dica a o b? Per predisporre una linea difensiva quando non puoi piu' fermare un eventuale procedimento penale? Bah
2. Tu ti preoccupi di un avvertimento quando robe del genere
http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/08/12/news/omicidio_massari_la_cassazione_conferma_le_condanne_azione_disumana-93639799 e' all'ordine del giorno.
Sara' l'ora tarda ma non capisco di cosa potrai mai andare a discutere se per una tua missiva parte assistita viene accoppata o mandata in ospedale.


Cricri2015

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 22
Re:RAPPORTO TRA DEONTOLOGIA E QUERELA
« Risposta #14 il: 13 Settembre 2017, 00:05:30 »
Sono contenta di sentire qualcuno che la pensa come me!  :)
Grazie a tutti per i vari interventi.


 

querela presidente SRL

Aperto da starlukeSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 3
Visite: 1527
Ultimo post 25 Ottobre 2002, 17:45:21
da Mescalero
Querela

Aperto da AnonymousSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 7
Visite: 1773
Ultimo post 25 Novembre 2002, 15:44:30
da milla
Rinuncia / remissione querela

Aperto da TenenteUraSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 25
Visite: 4766
Ultimo post 10 Gennaio 2003, 17:07:20
da Saretta
querela reato di competenza G.d.P.

Aperto da border1295Sezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 3
Visite: 854
Ultimo post 13 Gennaio 2003, 17:31:38
da gameover
spese di remissione querela

Aperto da anSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 11
Visite: 3321
Ultimo post 08 Settembre 2003, 19:10:26
da DottZivago
RC: parere di deontologia

Aperto da yakuzaSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 0
Visite: 971
Ultimo post 23 Settembre 2003, 12:07:33
da yakuza
querela: come ritirarla?

Aperto da kristinaSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 7
Visite: 2171
Ultimo post 26 Settembre 2003, 20:56:45
da kristina
ordini a rapporto da Monti

Aperto da arsenicoSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 42
Visite: 6664
Ultimo post 05 Novembre 2003, 09:48:08
da Ash(reparto-ferramenta)
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata



Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati

 
Annunci Sponsorizzati


Annunci Google