Autore Topic: URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio  (Letto 8558 volte)

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
Gentili Avvocati. Vi contatto per un ricorso urgente per un decreto ingiuntivo presso il Giudice di Pace. Vi spiego nei dettagli.
     Nel 2003 vinsi una borsa di studi indetta tramite bando di un'università statale, dopo essermi iscritto. Per gravi motivi familiari non potei frequentare quell'anno accademico, e l'anno successivo me la revocarono perché non avevo acquisito sufficienti crediti formativi universitari (CFU), chiedendo la somma indietro (la rata era la prima perché la borsa era stata erogata in maniera parziale).
     Riuscii alla fine a riprendere gli studi, ma dal momento che non potevo pagare la borsa precedentemente assegnata, mi bloccarono la carriera universitaria: mi impedirono di frequentare, di dare esami e di iscrivermi agli anni successivi e addirittura emanarono un provvedimento tramite decreto rettorile che prevedeva la cancellazione di tutti gli esami ottenuti. Dunque, anche volendo, non avrei mai più proseguire il mio percorso accademico presso tale ateneo, e di conseguenza dovetti abbandonare gli studi.
     Così, negli anni a venire, mi inviarono un paio di lettere in cui volevano restituita la somma, e nell'inverno del 2008 una diffida formale dell'università da parte dell'Avvocatura dello Stato, in cui secondo loro dovevo restituire l'importo all'università poiché "illecitatamente trattenuto".
     Chiamai, all'Avvocatura dello Stato per chiedere informazioni. Conobbi un signore che lavorava lì e dopo avergli esposto il caso, mi consigliò di contattare un avvocato, amico suo, poiché in realtà non dovevo in realtà all'università alcuna somma.
     Contattai l'avvocato e mi aveva confermato, come il signore di prima, che non dovevo alcuna somma all'università, e, successivamente aveva contattato la stessa Avvocatura dello Stato tramite lettera, affermando che non dovevo alcuna somma per determinati motivi.
     Mi è arrivata a Dicembre del 2010, tramite raccomandata contenente come atto giudiziario, un decreto ingiuntivo del Giudice di Pace che, stabilita la competenza propria, dopo l'istanza dell'Università per conto dell'Avvocatura, mi aveva ordinato il pagamento della somma di denaro, a loro detta "trattenuta illecitamente", affermando che non mi sono mai fatto vivo, e dunque ignorando la lettera che l'avvocato sopra citato aveva loro inviato nel 2008-2009 in risposta alla loro diffida, minacciando ripercussioni legali nel caso in cui non avessi adempiuto all'ordine.
     Dopo aver contattato l'avvocato in questione, ho aspettato un po' per la risposta, ma mi ha detto che non mi può prendere come cliente perché i tempi sono troppo ristretti e per via dell'abbondante lavoro che ha, non ce la farebbe a seguirmi.
     Quindi vorrei fare ricorso al decreto ingiuntivo con dei moduli trovati su internet con estrema urgenza, dati i tempi ristretti.
     Vorrei questo consiglio da parte Vostra, gentili Avvocati: sapere le motivazioni legali utili per costruirmi un'efficace difesa, perché non so più cosa fare: oltre avermi costretto ad abbandonare gli studi, mi chiedono pure indietro una somma che nonostante per loro sia veramente esigua, date le centinaia di migliaia di studenti iscritti in quell'ateneo, per me e per la mia famiglia è davvero grande. Specialmente in questi tempi di crisi.
     Vi prego, aiutatemi Voi, altrimenti non saprei proprio dove sbattere la testa.

Vi ringrazio dell'attenzione.



alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #1 il: 06 Gen 2011, 23:33 »
Vi aggiorno... Ho contattato un avvocato che mi ha dato il contatto di un suo collega che domani contatterò sperando in bene.
Nel frattempo mi hanno consigliato di oppormi in ogni caso: guadagnerei mesi - se non anni - per chiedere il patrocinio a spese dello Stato per farmi assistere in ogni caso.
Voi conoscete un Vostro collega esperto in diritto civile che, tramite mail, o ancor meglio, telefono possa fornirmi una piccola consulenza gratuita - per esempio quale parte del Codice di Procedura Civile dovrei guardare, o ancor meglio, quali articoli di esso dovrei tenere d'occhio - in modo che, nel peggiore dei casi, in cui dovessi crearmi totalmente da me l'opposizione, possa avere qualcosa di concreto come motivazione per oppormi? Perché ho contattato il famoso avvocato che mi aveva assistito nel 2008 chiedendogli la lettera che aveva inviato all'Avvocatura prima di nominarlo con il patrocinio gratuito, ma non ci conto molto ormai...
Nel caso non Ve l'avessi scritto in precedenza, sia lui, sia il suo amico all'Avvocatura mi avevano detto che non dovevo dare indietro alcuna somma basandosi solo ed esclusivamente sull'informazione "Mi hanno chiesto indietro i soldi di una borsa di studio assegnatami da loro anni fa". Spero possa esserVi d'aiuto, poiché sento che è su questo che devo puntare.

Grazie a tutti e buona serata.

Alamut

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5284
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #2 il: 07 Gen 2011, 00:12 »
Ma l'importo che chiedono a quanto ammonta esattamente?

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32429
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #3 il: 07 Gen 2011, 10:12 »
secondo me, con tutto il rispetto parlando, sei fuori di cocozza a pensare una cosa così:
Citazione da: "alealealeale"
per esempio quale parte del Codice di Procedura Civile dovrei guardare

è come se io chiedessi ad uno specializzando in odontoiatria su un forum se mi può dare qualche dritta che mi trapano il dente del giudizio da me e poi mi ci faccio pure l'otturazione a self service.

se hai i requisiti, vai di gratuito patrocinio (vai all'ordine degli avvocati più vicino che ti dicono cosa devi fare)
sennò vai da un avvocato.
punto.
non vedo altre soluzioni.

ossicini

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4285
  • Testo personale
    Rana Tutelare
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #4 il: 07 Gen 2011, 10:46 »
ciao alealealeale,
ti darò un parere assai franco.

La domanda di Alamut è quantomeno opportuna: infatti non so se sai che le parti possono stare in giudizio da sole - dunque senza avvocato - per cause dal valore di massimo 516,46 euro (vd. art. 82 cpc).
Ma poniamo anche l'ipotesi che si tratti di qualcosa che tu possa patrocinare da solo: io ti sconsiglio vivamente di intraprendere l'azione... spero vorrai credere alla completa sincerità del mio consiglio, che ora ti andrò a motivare.

Il decreto ingiuntivo non si oppone con un generico "ricorso", come tu hai detto nel tuo iniziale intervento: niente che abbia a che fare, pertanto e ad esempio, con la generica lamentela che il privato può provare a scrivere per opporsi ad una multa.
Il decreto ingiuntivo, per legge, si oppone iniziando una vera e propria causa, con una precisa e tecnica "citazione", dunque con quello che è un atto giudiziario che - previa la conoscenza della procedura civile vigente in Italia - redige un avvocato. Infatti la citazione contempla tutta una serie di regole tecniche nella redazione, nel contenuto, nella forma... inoltre nel procedimento: non è un atto che puoi - una volta scritto - portare all'ufficio del giudice di pace, ma devi effettuare una notifica a mezzo ufficiale giudiziario, devi ritirarla, formare un fascicolo che abbia certi requisiti, tenere d'occhio la pratica, presenziare ad alcune udienze ed eventualmente redigere ulteriori memorie motivate in diritto.
Non sono queste cose che un avvocato possa spiegarti in una telefonata di consulenza, perchè occorrerebbero alcune ore.

Dal punto di vista dei contenuti, poi, dovresti innanzitutto conoscere una lunga sfilza di norme per capire le eccezioni in diritto da sviluppare: dunque avere una conoscenza generale dei diritti di credito (adempimento, prescrizione, diritto di ripetizione etc. etc.).
Non è possibile rendere una consulenza telefonica volante su queste cose, unicamente per il fatto che si tratta in sostanza d'un intero corso di diritto civile.
Per non parlare del fatto che, per il tuo caso, occorre una conoscenza specifica delle leggi che disciplinano l'erogazione della borsa di studio a te oggi richiesta indietro, che il 99% degli avvocati dovrebbe studiarsi a propria volta prima di svolgere un lavoro come quello da te ipotizzato, e su cui, pertanto, non potrebbe darti una spiegazione "al volo" per telefono, ma dovrebbe prima prepararsi per conto proprio.
Ti dico, ad esempio, che mentre io conosco la normativa generale, dovrei - sulla base di questa - andare poi a studiarmi approfonditamente la normativa delle borse di studio, ipotizzare una linea di difesa coerente ed efficace, redigere l'atto introduttivo del giudizio con criterio.
Insomma, pur essendo un avvocato ed avendo già tutta la conoscenza di tipo procedurale e parte della conoscenza sostanziale per svolgere l'incarico, dovrei comunque studiarci un po' sopra.
Diciamo che - pur avendo io una certa professionalità - la sola introduzione di questo giudizio è un lavoro che mi richiederebbe una giornata intera dal mattino alla sera, se non due: non bisogna infatti farsi trarre in inganno dal fatto che magari si tratta di qualche centinaio di euro, poichè la specialità della materia trattata (borse di studio) richiede un certo approfondimento.

Ora: saprai bene che, nel giudizio chi perde paga le spese legali di chi vince. Pertanto io non farei cose avventate in autonomia.
Rischi (per via di errori perfettamente naturali per chi non faccia questo lavoro) di perdere la causa e subire oltre al danno la beffa: essere condannato a restituire la borsa di studio, le spese legali per il decreto ingiuntivo e le spese legali per la causa d'opposizione... insomma oltre alla borsa di studio, un'ulteriore somma anche superiore ai 1000 euro.

Siccome ti vedo armato di buona volontà, ti consiglio di non canalizzarla nel tentativo di fare una citazione senza sapere da dove partire, ma di attivarti per ottenere il gratuito patrocinio.
Cerca su internet un avvocato iscritto alle liste del gratuito patrocinio della tua città, o vai a chiedere alla sede dell'Ordine degli Avvocati: chiama prestissimo l'avvocato che scegli di contattare e chiedi subito un appuntamento, domandandogli quali documenti tu debba portare non solo per il giudizio, ma anche ai fini dell'istanza di essere ammesso al gratuito patrocinio.
Innanzitutto, il legale da te contattato ti dirà se hai i requisiti di legge necessari a tale fine.  In tal caso, fa' fare immediatamente l'istanza: nel giro di una decina di giorni, dovresti avere l'ordinanza che ti ammette al patrocinio gratuito, col che il tuo legale potrebbe infine assisterti in modo del tutto professionale e privo di spese.

Nel caso tu non possa ottenere il gratuito patrocinio, prova a cercare almeno qualcuno che ti segua ad un prezzo onesto, ma non fare il kamikaze: te lo consiglio proprio con tutto il cuore, potresti fare un danno ben più grosso di quanto pensi.

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #5 il: 09 Gen 2011, 00:45 »
Ringrazio tutti per le risposte e l'attenzione.
Ossicini in particolare, a cui credo sull'unghia alla bontà della tua buona parola (anche senza leggere, ma ho letto attentamente tutto lo stesso, grazie ancora).
Sì, Nigripennis, come ho scritto prima, vi credo sul fatto che sarebbe una impresa impossibile la mia. Semplicemente non vedevo alternative. Un po' come Rambo quando nel primo film si è ricucito il braccio ferito da solo. Non avendo un chirurgo a disposizione, piuttosto che rischiare di perdere troppo sangue, ha fatto così :D

Dunque, la somma era di 1350 € più gli interessi. C'è da considerare però un paio di cose.
La prima è che hanno ritirato in casa l'atto giudiziario scordandosi di dirmelo, e dunque ho perso importante tempo prezioso. Dopodiché non sapendo cosa fare mi sono rivolto a Dicembre a quell'avvocato della lettera del 2008-2009. Mi ha fatto aspettare e poi considerando il carico di lavoro e le vacanze di mezzo mi ha detto che non mi poteva seguire all'ultimo momento. Ora mi ritrovo ad oppormi (devo notificare entro martedì come termine massimo) senza niente in mano. Considerando poi i 40 giorni e le vacanze coincidenti con essi, difficilmente mi avrebbero concesso il patrocinio gratuito in tempo. Pensavo di chiedere lunedì ad un avvocato che conosco e che ho saputo che aderisce al patrocinio gratuito.

Però il guaio vero è il tempo: mi servirebbe un'istanza di sospensione dell'atto in modo che possa impugnarlo chiedendo subito il patrocinio gratuito. Dite che posso presentarla io al Giudice di Pace, scrivendo il nome dell'avvocato e dicendo che sono ancora in attesa della concessione del PG?

Perché, calcolando il periodo, anche avendo fatto subito la domanda del PG, non avrei avuto il tempo materiale per oppormi con l'iter intero di concessione:ricerca dell'avvocato, convincerlo a prendermi come suo cliente, fare richiesta, radunare moduli e scartoffie varie, aspettare che la commissione si riunisca, che nomini ufficialmente l'avvocato, che gli presenti bene il caso, che lo studi e che faccia questa benedetta opposizione (correggetemi se sbaglio, ma mi sono fatto spiegare i passaggi ma non ricordo esattamente se siano questi o ne ho saltato qualcuno. Mi hanno detto delle persone che ne hanno usufruito che ci vuole ben più che una decina di giorni purtroppo, anche considerando che le richieste sono veramente molto massicce...).

Poi, c'è da dire che ho trovato una cosa interessante nella loro istanza al Giudice di Pace: tra i documenti presentati come allegati c'erano delle lettere importanti che non mi hanno notificato con ricevuta AR, e all'unica che mi hanno notificato dall'Avvocatura, la diffida, io ho risposto mediato da quell'avvocato (vedi il mio secondo post) che mi aveva aiutato con quella lettera. Loro invece hanno scritto che non gli avevo risposto invece! A questo punto, mi conviene segnalare al giudice le loro dichiarazioni mendaci, ossia che non mi è arrivata alcuna lettera e che invece ho risposto alla loro diffida. Che ne pensate? Forse lunedì riesco ad averla insieme alla cartolina scannerizzata della ricevuta di ritorno.

Come ultima cosa, io sono nullatenente e in una condizione familiare economica molto grave. Anche se rendessero esecutivo il decreto e mi arrivasse a casa l'ufficiale giudiziario, non troverebbe niente da pignorarmi.

Quindi, in parole povere volevo fare richiesta per il patrocinio gratuito, ma per evidenti problemi di tempo, si sforano le date utili (che si sarebbero superate anche in caso avessi saputo e fatto subito la richiesta per via dell'iter e della coincidenza con le vacanze), e dunque pensavo a alle seguenti alternative:

1) Fare opposizione da solo martedì (che mi sconsiglio da solo, e che ho letto che non sarebbe umanamente - e anche legalmente - possibile) e prepararmi ad affrontare il giudizio integralmente senza aiuto di un legale.
2) Fare opposizione (inizialmente) da solo martedì facendo presente che non avevo tempo materiale per la concessione del patrocinio gratuito, ma che ho già trovato un avvocato disposto a seguirmi e che sono in attesa della delibera per averlo assegnato in maniera ufficiale, anticipando che nella loro istanza di decreto ingiuntivo avevano scritto dichiarazioni false (pensavo di stare sul generico e di scrivere che le avrei rese note solo tramite l'avvocato), nonché della mia grave condizione economica.
3) Richiedere un'istanza di sospensione del procedimento facendo richiesta al giudice del tempo necessario per ottenere il patrocinio gratuito - che avrei già richiesto nel frattempo - in modo da potermi difendere da un avvocato vero.
4) Non oppormi in giudizio e attendere la visita dell'ufficiale giudiziario che dovrà rendere conto di un pignoramento negativo in quanto siamo in famiglia nullatenenti e non abbiamo niente di valore in casa.

A questo punto, che pensate? Io preferirei le alternative 2 e 3, ma non so se siano possibili.
Però mi rendo conto che è un'impresa impossibile imparare in una settimana cose che si apprendono in anni e anni di studio ed esperienza personale, e dunque non voglio minimamente "rubare" il lavoro a qualcuno o credermi chissà chi. Semplicemente le alternative disponibili, per via del tempo, sono poche, e dunque ho tirato due conti essendo costretto.

Grazie a tutti dell'attenzione e buona domenica!

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32429
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #6 il: 09 Gen 2011, 15:22 »
-
Citazione da: "sofficini"
le parti possono stare in giudizio da sole - dunque senza avvocato - per cause dal valore di massimo 516,46 euro (vd. art. 82 cpc)


Citazione da: "alealealeale"

Dunque, la somma era di 1350 € più gli interessi

Isanna

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3000
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #7 il: 09 Gen 2011, 17:00 »
alealeale: se fai opposizione da solo, non essendo nel limite di valore è come se tu non la facessi, il decreto diverrebbe incontrovertibile e tu non potresti più difenderti, ma solo pagare. Puoi fare solo con un legale.

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #8 il: 09 Gen 2011, 18:48 »
Grazie della risposta, Isanna.
Io avevo già intenzione di prendermi un legale col patrocinio gratuito, ma sarei comunque fuori tempo.
Se manifestassi l'idea di fare opposizione scrivendo già il nome dell'avvocato, ma affermando che ancora non ha l'incarico ufficiale dici che riuscirei a bloccare il tutto? Perché domani chiamo un avvocato e forse riesco a convincerlo a prendermi come cliente. Speriamo in bene!

ossicini

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4285
  • Testo personale
    Rana Tutelare
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #9 il: 09 Gen 2011, 20:05 »
Ciao alealealeale,
purtroppo l'unica cosa che blocca la pratica è la notificazione di una citazione in opposizione, che nel tuo caso può essere solo a firma di un avvocato.
Altrimenti - anche se tu hai ragione - il diritto della tua controparte ad avere quella somma si cristallizza e tu non potrai più opporti in alcun modo.

Quanto alla tua ipotesi n. 4, mi spiace darti una cattiva notizia, ma non necessariamente l'ufficiale giudiziario verrà e tenterà di pignorare solo beni mobili (quindi televisore, stereo, cellulare, argenteria, mobili, che anche se di scarso valore potrebbero essere "almeno un inizio").
Infatti , rivolgendosi direttamente alla tua filiale, potrebbero pignorarti un eventuale conto in banca, pur esiguo, magari ripetendo l'operazione fra un anno per prendersi il resto dei soldi se non ne avessi da parte abbastanza (ogni volta con aggravio di spese legali); oppure, se hai un lavoro, possono pignorare una parte dello stipendio; o se hai un'autovettura intestata possono rivalersi su quella, per quanto vecchia e scassata sia; oppure su beni immobili.

Prima di fare qualunque scelta, devi sapere tutto questo e devi anche - lo ripeto - tener conto di una cosa: seppure il pignoramento ai tuoi danni fosse infruttuoso (nel caso non si tenesse il pignoramento immobiliare, tu non avessi un lavoro, nè una vettura, nè un conto in banca etc.) la pratica non sarebbe chiusa.
Infatti, se non opponi il decreto ingiuntivo, quello rimane valido per pignorarti anche in futuro, maturandosi nel frattempo ulteriori spese che farebbero innalzare la spesa dovuta.
Quindi se fra qualche tempo le tua condizioni - come ti auguro - migliorassero e tu ottenessi ad esempio un lavoro, il tuo futuro stipendio verrebbe aggredito; o se un domani potessi acquistare una macchina verrebbe pignorata quella... e tu non potresti evitarlo anche se in origne avevi ragione.

Quindi rifletti bene prima di lasciare che il decreto divenga definitivo e non più impugnabile. Forse è il caso di trovarti magari un praticate, che può praticarti una tariffa conveniente, od un avvocato giovane.
Insomma, non sottovalutare questa cosa.

Un cordiale saluto e tienici aggiornati.

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #10 il: 09 Gen 2011, 21:52 »
Ti ringrazio, Ossicini. Davvero...
Il fatto è che entro martedì devo notificare. Domani sento un avvocato che mi han detto che è una brava persona. Vediamo che si può fare...

Intanto ho trovato in rete questo:

"CORTE DI CASSAZIONE, Sezioni Unite Civili, 22/02/2010 , Sentenza n. 4077


DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Iscrizione ipotecaria - Controversie - Giurisdizione delle Commissioni tributarie - Presupposto - Natura tributaria del credito. Al pari delle controversie in tema di fermo di beni mobili di cui all'art. 86 del DPR n. 602/1973 (che appartengono alla giurisdizione delle Commissioni Tributarie solo se il fermo è stato eseguito a garanzia del soddisfacimento di crediti di natura tributaria: C. Cass. 2008/14831 e 2009/6593), anche quelle in tema d'iscrizione ipotecaria rientrano nella giurisdizione delle Commissioni soltanto nel caso in cui siano state effettuate per ottenere il pagamento d'imposte o tasse (C. Cass. 2009/6594). Pres. Carbone, Est. Tirelli - E. spa (avv. Giuffrè) c. DMG (avv. Prota). CORTE DI CASSAZIONE, Sezioni Unite Civili, 22/02/2010 , Sentenza n. 4077"


"DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Ipoteca - Atto preordinato all'espropriazione immobiliare - Iscrizione - Valore minimo del debito del contribuente - Euro 8.000 - Art. 77 D.P.R. n. 602/1973. Rappresentando un atto preordinato e strumentale all'espropriazione immobiliare, anche l'ipoteca soggiace al limite per essa stabilito, nel senso che non può essere iscritta se il debito del contribuente non supera gli 8.000,00 euro (art. 77 del DPR n. 602/1973). Pres. Carbone, Est. Tirelli - E. spa (avv. Giuffrè) c. DMG (avv. Prota). CORTE DI CASSAZIONE, Sezioni Unite Civili, 22/02/2010 , Sentenza n. 4077"

Poi ancora questa lista riguardo ai beni non pignorabili:

1) le cose sacre e quelle che servono all'esercizio del culto;
2) l'anello nuziale, i vestiti, la biancheria, i letti, i tavoli per la consumazione dei pasti con le relative sedie, gli armadi guardaroba, i cassettoni, il frigorifero,
3) le stufe ed i fornelli di cucina anche se a gas o elettrici, la lavatrice, gli utensili di casa e di cucina unitamente ad un mobile idoneo a contenerli, in quanto indispensabili al debitore ed alle persone della sua famiglia con lui conviventi;
4)sono tuttavia esclusi i mobili di rilevante valore economico, anche per accertato pregio artistico o di antiquariato;
5) i commestibili e i combustibili necessari per un mese al mantenimento del debitore e delle altre persone indicate nel numero precedente;
6) gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l'esercizio della professione, dell'arte o del mestiere del debitore;
7) le armi e gli oggetti che il debitore ha l'obbligo di conservare per l'adempimento di un pubblico servizio;
8 ) le decorazioni al valore, le lettere, i registri e in generale gli scritti di famiglia, nonchè i manoscritti, salvo che formino parte di una collezione.

Quindi per questo stavo "tranquillo". Anche se è un disagio psicologico di per sé avere l'ufficiale giudiziario in casa...
Però non vale. Danno pochissimo tempo sia per trovare i soldi per pagare, sia per potersi difendere quando non lo si può permettere. Sono appena 1350 euro più interessi, per l'università sono niente, per me è moltissimo. Per non parlare del fatto che per colpa loro ho dovuto abbandonare gli studi... La gente proprio non ha la minima morale... Un dio proprio non esiste? :(

acolletti

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2045
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #11 il: 09 Gen 2011, 22:00 »
bè considera che hai avuto 40 giorni per trovarti un avvocato che ti facesse la causa, mica così poco!

e considera invece che per ad es. un artigiano con l'acqua alla gola che ha un credito di 5.000€ che potrebbe essergli utilissimo 40 giorni sono moltissimi.

comunque se tu devi per forza fare l'opposizione entro martedì non potrai chiedere il gratuitio patrocinio. inoltre io avvocato, considerata la questione anche un pò intrecciata e l'estrema urgenza, ti farei pagare anche qualcosina in più del dovuto..

Quindi io immagino che anche l'avvocato "brava persona" ti dirà come minimo di portargli (come minimo, eh!) 200-300€.

tieni in mente che io non ho considerato la questione di diritto perchè non ho ora il tempo di studiarla giacchè fra 4 giorni mi scade un'altra opposizione.

ti auguro buona fortuna

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #12 il: 09 Gen 2011, 22:15 »
Grazie della risposta, Accolletti. Con le vacanze di mezzo e l'avvocato che mi ha tenuto in ballo fino all'ultimo e poi mi ha dato disdetta, purtroppo è stata così. Anche col patrocinio gratuito, gli iter sono troppo lunghi per il tempo che avevo... Perché non posso permettermi un avvocato, ora come ora... :(
Se invece dichiarassi nell'opposizione che ho già richiesto il patrocinio gratuito ma ancora non mi hanno dato risposta, la situazione per Voi cambierebbe? Va bè che i togati sono i togati, ma un minimo di umanità e di comprensione penso ce l'abbiano, no?

sotiraki

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 759
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #13 il: 09 Gen 2011, 23:24 »
E' una questione di procedura civile, nient'altro, l'opposizione va fatta entro quaranta giorni dalla ricezione e basta. Inoltre, non è necessaria l'ammissione al gratuito patrocinio prima di fare opposizione, basta richiederla prima e lasciare sospeso il pagamento del contributo unificato sino alla delibera dell'Ordine competente

sotiraki

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 759
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #14 il: 09 Gen 2011, 23:27 »
Inoltre considera che per quell'importo il contributo unificato è 38,50 euro, per cui l'opposizione può pure farla, pagare il contributo unificato e richiedere dopo l'ammissione al gratuito patrocinio, per cui ....

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #15 il: 10 Gen 2011, 00:44 »
Questa è un'informazione cosa interessante di cui ti ringrazio, Sotiraki.
Quindi mi stai dicendo che se riesco a contattare quest'avvocato e a convincerlo ad assistermi, gli faccio fare l'opposizione e presento al Giudice di Pace sia la richiesta del patrocinio gratuito che la stessa opposizione insieme, può essere valido lo stesso il procedimento?

Grazie ancora...

sotiraki

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 759
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #16 il: 10 Gen 2011, 13:34 »
Il tuo avvocato, che certamente conoscerà la procedura, chiede l'ammissione al gratuito patrocinio all'ordine degli avvocati e notifica l'opposizione al decreto ingiuntivo. La notifica costa pochi euro. Fissa l'udienza non fra 45 giorni, ma fra 60 almeno, per dare tempo all'ordine di deliberare. Al momento dell'iscrizione a ruolo, deposita la delibera di ammissione e stai apposto. Ma quando scade?
Sei sicuro, soprattutto, che con questi tentatividi "scaricarti" non vogliano fati capire, in maniera più o meno esplicita, che l'opposizione è infondata?

ziopino75

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1628
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #17 il: 10 Gen 2011, 14:00 »
Che non mi pare particolare di secondaria importanza.
Quota (selezione)

Sei sicuro, soprattutto, che con questi tentatividi "scaricarti" non vogliano fati capire, in maniera più o meno esplicita, che l'opposizione è infondata?

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32429
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #18 il: 10 Gen 2011, 15:38 »
ho capito ragazzi, ma se uno viene da me e non gli voglio fare l'opposizione perchè penso che sia infondata (ma quando maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii???), non glielo lascio "intuire"...
glielo dico e basta.
come fa un profano a capire che è infondata?

alealealeale

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 17
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #19 il: 10 Gen 2011, 16:05 »
Vi aggiorno, gente. Ho contattato un avvocato gentilissimo e disponibilissimo che mi aveva pure accettato come cliente, solo che mi ha sconsigliato di oppormi poiché, dopo aver studiato una mezz'oretta il caso ed essersi consultata col suo collega riguardo la lettera mi ha detto che secondo lei la difesa era troppo debole e non conveniva opporsi poiché ci sarebbero state ancora più spese da pagare... Che ne dite, mi fermo qui o continuo a cercare?

jack1979

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4708
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #20 il: 10 Gen 2011, 16:13 »
Non fidarti di quello che ti dice un avvocato, mai!
Consultane altri dieci, almeno...
E, mi raccomando, per ogni consulto, al professionista (professionista? maddai, l'avv manco è un professionista...) che te l'ha offerto, tu non offrirgli manco un caffè (non ti dico di pagare la parcella per la sessione e lo studio, no: proprio, manco un caffè ie devi dà), chè tanto gli avv so' tutti pezzi di merd@ e morti de' fame e si può andare lì, fargli perdere un'oretta per ascoltare li c@zzi tua e darti un parere, e poi uscire dallo studio senza dargli 'na mazza, rivolgendosi subito a qualcun altro che ti dà finalmente il parere che ti piace a te...




Scusa, niente di personale, ma quando ce vo' ce vo'... :wink:

sotiraki

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 759
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #21 il: 10 Gen 2011, 16:15 »
Non ti sono mai capitati clienti che pensano di saperne più di te e ti sfiniscono? Beato te !!!! Io in questi casi li mando via con scuse varie, tipo che sono oberato di lavoro, etc. etc.
Se mi capita un gratuito patrocinio con motivazioni giuridiche anche solo sufficienti, non lo mando via, ma se mi rendo conto che non c'è niente da fare e lui non ne vuol sapere ....


Citazione da: "nigripennis"
ho capito ragazzi, ma se uno viene da me e non gli voglio fare l'opposizione perchè penso che sia infondata (ma quando maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii???), non glielo lascio "intuire"...
glielo dico e basta.
come fa un profano a capire che è infondata?

sotiraki

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 759
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #22 il: 10 Gen 2011, 16:17 »
Come volevasi dimostrare ......

Citazione da: "alealealeale"
Vi aggiorno, gente. Ho contattato un avvocato gentilissimo e disponibilissimo che mi aveva pure accettato come cliente, solo che mi ha sconsigliato di oppormi poiché, dopo aver studiato una mezz'oretta il caso ed essersi consultata col suo collega riguardo la lettera mi ha detto che secondo lei la difesa era troppo debole e non conveniva opporsi poiché ci sarebbero state ancora più spese da pagare... Che ne dite, mi fermo qui o continuo a cercare?

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32429
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #23 il: 10 Gen 2011, 16:28 »
.
Quota (selezione)
mi ha sconsigliato di oppormi poiché, dopo aver studiato una mezz'oretta il caso ed essersi consultata col suo collega


Citazione da: "la troppo buona sofficini"

per il tuo caso, occorre una conoscenza specifica delle leggi che disciplinano l'erogazione della borsa di studio a te oggi richiesta indietro, che il 99% degli avvocati dovrebbe studiarsi a propria volta prima di svolgere un lavoro come quello da te ipotizzato, e su cui, pertanto, non potrebbe darti una spiegazione "al volo" per telefono, ma dovrebbe prima prepararsi per conto proprio.
Ti dico, ad esempio, che mentre io conosco la normativa generale, dovrei - sulla base di questa - andare poi a studiarmi approfonditamente la normativa delle borse di studio, ipotizzare una linea di difesa coerente ed efficace, redigere l'atto introduttivo del giudizio con criterio.
Insomma, pur essendo un avvocato ed avendo già tutta la conoscenza di tipo procedurale e parte della conoscenza sostanziale per svolgere l'incarico, dovrei comunque studiarci un po' sopra.
Diciamo che - pur avendo io una certa professionalità - la sola introduzione di questo giudizio è un lavoro che mi richiederebbe una giornata intera dal mattino alla sera, se non due: non bisogna infatti farsi trarre in inganno dal fatto che magari si tratta di qualche centinaio di euro, poichè la specialità della materia trattata (borse di studio) richiede un certo approfondimento.

e non faccio commenti perchè credo non sia il caso...

jack1979

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4708
URGENTE Ricorso G. di Pace per decr. ingiuntivo borsa studio
« Risposta #24 il: 10 Gen 2011, 16:34 »
Io, invece, li mando...

Citazione da: "sotiraki"
Non ti sono mai capitati clienti che pensano di saperne più di te e ti sfiniscono? Beato te !!!! Io in questi casi li mando via con scuse varie, tipo che sono oberato di lavoro, etc. etc.


...direttamente affanqulo, senza neanche passare dal via.

Ho rischiato d'essere querelato almeno un paio di volte, proprio per questa mia abitudine, ma ti giuro che ne è valsa la pena... :wink:

 

[RICORSO DECRETO INGIUNTIVO LAVORO] dubbi netto-lordo

Aperto da cadi0Sezione [ Commerciale, Lavoro e Societario :: Da collega a collega ]

Risposte: 2
Visite: 1686
Ultimo post 10 Set 2018, 10:59
da tony_t
[b]Cambio studio legale per pratica forense.[/b]

Aperto da alex-crossSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 4
Visite: 6195
Ultimo post 20 Apr 2008, 21:04
da Ninfotta
Voglio lasciare lo studio..... aiuto urgente

Aperto da SlfSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 63
Visite: 17314
Ultimo post 02 Lug 2009, 14:14
da kiki76
verifica ricorso straordinario al presidente della Repubblica

Aperto da hpSezione [ Giovani avvocati e i problemi della professione ]

Risposte: 0
Visite: 513
Ultimo post 02 Mar 2018, 10:44
da hp
verifica ricorso straordinario al presidente della Repubblica

Aperto da hpSezione [ Amministrativo :: Da collega a Collega ]

Risposte: 0
Visite: 623
Ultimo post 02 Mar 2018, 10:52
da hp
verbale ispettivo e ricorso cautelare contro cartella inps

Aperto da sonosempreioSezione [ Commerciale, Lavoro e Societario :: Da collega a collega ]

Risposte: 1
Visite: 351
Ultimo post 22 Set 2010, 00:32
da ziopino75
vendo materiale di studio per esami in spagna

Aperto da Gianluca77Sezione [ Come diventare avvocato all'estero ]

Risposte: 8
Visite: 3066
Ultimo post 29 Giu 2007, 18:11
da Abogacia
Vendita immobile...consiglio urgente grazie

Aperto da sthefanoSezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 6
Visite: 887
Ultimo post 15 Nov 2005, 16:30
da mokado
validità decreto ingiuntivo

Aperto da binja78Sezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 16
Visite: 4769
Ultimo post 16 Mar 2011, 13:42
da dottorino
Validità decreto ingiuntivo

Aperto da legalSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 9
Visite: 2399
Ultimo post 02 Mag 2011, 16:58
da ciabbi