Autore Topic: Fallimento (sfogo ordinario)  (Letto 897 volte)

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Fallimento (sfogo ordinario)
« il: 09 Mag 2018, 13:36 »
Ci saranno senz'altro problemi più contingenti, dal punto di vista degli avvocati.
Che se fallisce il debitore, all'alba di un'udienza 281 sexies di un processo assolutamente ordinario, durato 4 anni, su una ordinaria opposizione dilatoria dell'ennesimo decreto ingiuntivo.... Il cliente dirà che non è certo colpa dell'avvocato.

Avrà nel pipino l'ennesimo cinquantello, ringrazierà di avere le spalle larghe, di potersi permettere insinuazione al passivo al chirografo che gli consentirà di passare ufficialmente a perdita il credito. E dirà anche "che culo!", che nelle more la sentenza non è stata emessa. Che l'udienza 281 sia stata celebrata quattro giorni dopo, e non prima, la dichiarazione di fallimento della controparte. Almeno un risparmio sulla tassa di registro.

E non solo, si è pure risparmiato una esecuzione in cui poi, se fruttuosa, ti interviene  -che so- la banca ipotecaria, o l'agenzia delle entrate... E allora a dir "che culo", che magari le spese della procedura si porteranno a casa. Forse.

Io l'ho appena detto al telefono al mio capo, dopo due ore di attesa per fare dichiarare l'interruzione, e dopo che il Giudice ha pure esclamato "meno male che non avevo già preparato la sentenza, perché mi sarei arrabbiata!". Dopo più di 4 anni, in una opposizione documentale.

Io glielo ho detto. Da ora in poi affanculo ai decreti ingiuntivi e all'iter. Un bel report della debitrice, un certificato delle esecuzioni pendenti, una richiesta di esibizione da parte della Agenzia delle entrate, e una istanza di fallimento.

Oh. E' uno sfogo eh.
« Ultima modifica: 14 Mag 2018, 12:58 da Admin_M »



nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32358
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
Re:sfogo ordinario
« Risposta #1 il: 09 Mag 2018, 15:39 »
che non è mica detto venga dichiarato...
una istanza di fallimento
:D

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #2 il: 09 Mag 2018, 18:49 »
Ma uno prima di sfogarsi non dovrebbe arrabbiarsi tipo  :icon_exclaim: ?

Non capisco dove sarebbe l'arrabbiatura  :icon_pale:

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #3 il: 09 Mag 2018, 19:15 »
Beh... Un controllo prima sui requisiti oggettivi, dove almeno possibile, lo farò.
Comunque meglio se non fallisce e magari paga.
Salvo poi fallire tra altri cinque anni, ma a quel punto chissenefrega  :D

che non è mica detto venga dichiarato...
una istanza di fallimento
:D


saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #4 il: 09 Mag 2018, 19:30 »
Ben ritrovato  :)
Lo sfogo in effetti è estemporaneo, rispetto alla questione.
Cioè.... Ho atteso due ore  (DUE ORE) solo per dare atto dell'intervenuto fallimento, davanti ad un Giudice che mi sta sulle p@lle (per altri motivi, anche), che dopo la bellezza di più di 4 anni, per una opposizione davvero  "ordinaria", dice pure "meno male che non ho scritto la sentenza". Eravamo lì, dopo apposita e precedente udienza di pc, per un 281 sexies. Dall'ottobre scorso. E aggiunge pure che ad averla scritta si sarebbe arrabbiata. Calcola che le due ore di ritardo le abbiamo raggiunte perché, arrivato il nostro turno, la genia e' uscita dalla stanza. Per tornare solo dopo mezz'ora di pausa caffè.
Ah... Prima ha anche detto, a me ed alla collega di controparte, di accomodarci pure nella sua stanza.... Peccato che non si riuscisse neppure a stare, perché l'aria era più marcia dello spogliatoio di una palestra in agosto.
Più altre robe che non sto a dire. Ero incazzata, si :D

Comunque la mia riflessione muoveva dal fatto che, con questo sistema, non è solo il creditore a perderci. Noi nel breve periodo, per ciascuna di queste cause, tra d.i., opposizione, insinuazione al passivo, per pochi soldi che prendiamo sono comunque 10k. Altra perdita per il cliente. Che per quanto io stia parlando di società in salute, alla lunga questo sistema sfianca. E gli avvocati ci vanno di mezzo. Giocoforza.


Ma uno prima di sfogarsi non dovrebbe arrabbiarsi tipo  :icon_exclaim: ?

Non capisco dove sarebbe l'arrabbiatura  :icon_pale:

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #5 il: 09 Mag 2018, 21:56 »
Mmm secondo me stavi già  :icon_exclaim: prima.



Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #6 il: 09 Mag 2018, 22:14 »
Nel senso arriabbiarsi perché il sistema funziona male è come arrabbiarsi perché a ferragosto piove.
E che ci puoi fare?

Nel tuo piccolo miglioralo.


saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #7 il: 10 Mag 2018, 09:19 »
Non è però solo una questione di malfunzionamento.
Mi spiego, o almeno ci provo.
Al di là dei tempi dilatati oltremisura con cui vengono definite le cause, che sicuramente e' un malfunzionamento, ci sta anche un sistema inadeguato ai tempi, a prescindere.
Ho fatto sia pure parzialmente in tempo a sperimentare questo dato.
Fino a... Boh... Dieci anni fa, chi doveva una somma di denaro, temeva un decreto ingiuntivo. Temeva una esecuzione. Anche si fosse trattato dell'ufficiale giudiziario che andasse nei magazzini a pignorarti un mobile. E quelli che beatamente se ne fregavano, erano una minoranza, ed erano additati come delinquenti. Oggi non e' secondo me solo una questione di crisi. La crisi ha aumentato il numero di chi è in difficoltà, caso mai. Ma (non sono sicura che sia in diretta conseguenza) e' cambiata la " mentalità del debito". Lo vediamo anche noi direttamente con le parcelle, per portare un esempio più vicino.

Quindi un sistema che continua a  "partire" (mi riferisco soprattutto al diritto commerciale) dal vecchio caro decreto ingiuntivo.... Non funziona più. A prescindere dalle lungaggini. Nel mio caso concreto, se alla  281 sexies fossimo arrivati dopo due anni e non quattro, oggi avremmo avuto in più solo una sentenza opponibile al fallimento  :)
Ad avere fortuna, un privilegio nei limiti di una eventuale (ed improbabile) esecuzione andata a buon fine.
Questo non va più.
Si sono fatte tante riforme, quella in discussione  (giuro non so che fine abbia fatto) era addirittura di levare il fallimento, nella pratica. Continuando tuttavia a lasciare alla valutazione discrezionale delle ennemila persone giuridiche in sofferenza la facoltà di ricorrere a procedure almeno parzialmente riparative.
Io nel mio piccolo posso proporre  (come ho proposto) di andare diretti con l'istanza di fallimento, finché ancora qualcosa può valere. E lo farò senz'altro io, come di fatto e' da mo' che faccio.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #8 il: 10 Mag 2018, 09:46 »
Veramente io parlavo dell'opposizione dilatoria.
Non hanno mai avuto alcuna ragion d'essere se non rimpinguare il conto dei soliti parafangari.

Art. 23.4 deo "L’avvocato non deve consigliare azioni inutilmente gravose".

Se prendi tempo per far fallire il cliente, che poi sarà fallito per milleuna di queste manovre, lo hai consigliato bene?

Semplicemente guarda solo a te stessa e non te la prendere.
Quanto al d.i. fa ancora paura fidati ma il problema è a chi ti rivolgi, tu cittadino qualunque, quando ti arriva un d.i.
L'opposizione dilatoria dovrebbe essere l'eccezione non la norma.
Semplicemente tu non farle.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4263
Re:sfogo ordinario
« Risposta #9 il: 10 Mag 2018, 17:02 »
basti pensare all'avvertimento (obbligatorio) circa la possibilità di ricorrere alle procedure di sovraindebitamento (L. 3/2012), che il creditore deve inserire nel precetto... come a dire..... se non mi vuoi pagare hai pure lo strumento per farlo....

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4263
Re:sfogo ordinario
« Risposta #10 il: 10 Mag 2018, 17:04 »
un'opposizione dilatoria nella quale non hanno concesso la provvisoria esecuzione del d.i.?

Che se fallisce il debitore, all'alba di un'udienza 281 sexies di un processo assolutamente ordinario, durato 4 anni, su una ordinaria opposizione dilatoria dell'ennesimo decreto ingiuntivo.... Il cliente dirà che non è certo colpa dell'avvocato.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4263
Re:sfogo ordinario
« Risposta #11 il: 10 Mag 2018, 17:12 »
gli avvocati ci vanno di mezzo perché non c'è il senso di appartenenza alla categoria, con quel che ne dovrebbe derivare.
ci vanno di mezzo perché , più realisti del re, siamo i primi a criticare noi stessi, il più delle volte infondatamente, pronti a prenderci pure le responsabilità degli altri, così alimentando (non so nemmeno quanto inconsapevolmente) i luoghi comuni sulla nostra professione.
Le altre categorie professionali riescono ancora oggi a farsi rispettare... prova ad andare da un dentista senza pagare la prestazione e poi dimmi la reazione. Invece si va dall'avvocato che è quasi contento di poter ricevere "aggratis" il cliente, dispensandogli qualche consiglio. Una spia della situazione. Ma fare gioco di squadra? figuriamoci... anzi, le divisioni interne sono all'ordine del giorno. e così gli altri ne approfittano. il sistema è al collasso? naturale, è colpa degli avvocati....


Che per quanto io stia parlando di società in salute, alla lunga questo sistema sfianca. E gli avvocati ci vanno di mezzo. Giocoforza.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #12 il: 10 Mag 2018, 18:18 »
Tiglio per come la vedo io senza l'opposizione dilatoria il debitore avrebbe pagato e salta si sarebbe evitata 4 anni di sbattimento.
Come te e me.

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #13 il: 10 Mag 2018, 19:06 »

Si, esattamente.

un'opposizione dilatoria nella quale non hanno concesso la provvisoria esecuzione del d.i.?

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #14 il: 10 Mag 2018, 19:12 »
Si, però non è un discorso di coazione all'interno della professione, il mio.
Un tempo se ad una società notificavano decreto ingiuntivo, una reazione del debitore tesa almeno a concordare un piano di rientro c'era. Statisticamente. Oggi la stessa reazione, pure sempre statisticamente parlando  (che se una società ha milioni di euro di debiti non gliene frega ovviamente nulla uguale, per farla semplice) la ottieni - forse - in seguito alla notifica di una istanza di fallimento.

Questo dalla mia esperienza.


gli avvocati ci vanno di mezzo perché non c'è il senso di appartenenza alla categoria, con quel che ne dovrebbe derivare.
ci vanno di mezzo perché , più realisti del re, siamo i primi a criticare noi stessi, il più delle volte infondatamente, pronti a prenderci pure le responsabilità degli altri, così alimentando (non so nemmeno quanto inconsapevolmente) i luoghi comuni sulla nostra professione.
Le altre categorie professionali riescono ancora oggi a farsi rispettare... prova ad andare da un dentista senza pagare la prestazione e poi dimmi la reazione. Invece si va dall'avvocato che è quasi contento di poter ricevere "aggratis" il cliente, dispensandogli qualche consiglio. Una spia della situazione. Ma fare gioco di squadra? figuriamoci... anzi, le divisioni interne sono all'ordine del giorno. e così gli altri ne approfittano. il sistema è al collasso? naturale, è colpa degli avvocati....


Che per quanto io stia parlando di società in salute, alla lunga questo sistema sfianca. E gli avvocati ci vanno di mezzo. Giocoforza.


tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4263
Re:sfogo ordinario
« Risposta #15 il: 11 Mag 2018, 11:07 »
mi sbaglierò, Salta, ma credo che i problemi siano connessi.
un tempo anche la semplice lettera di diffida di un avvocato metteva ansia al debitore. Perché? forse perché i nostri colleghi erano più bravi a redigere diffide?
o forse per il fatto che la figura dell'avvocato godesse di maggiore considerazione e rispetto?
oggi un decreto ingiuntivo non fa più paura, mediamente.... perché?
io credo che dipenda anche dal fatto che il sistema nel suo complesso abbia perso credibilità. e le ragioni sono molte, non ultimo il favor debitoris ormai spinto all'eccesso, al punto che il creditore deve soppesare con molta attenzione tutto quello che fa, perché è un po' come muoversi in un campo minato. il fallito non è più "fallito" perché suona male (e forse, direbbe qualcuno, è puro discriminatorio e lesivo della privacy), il fallimento non è più "fallimento", ma liquidazione giudiziale, nome neutro che dice tutto e non dice nulla. fare debiti pare essere diventata un'attività non solo lecita ma pure meritoria. Per carità, qui nessuno rimpiange i tempi degli antichi romani, che al debitore riservavano tutt'altro (e poco umano) trattamento.
Ma che si debba avvertire il debitore che, se vuole, può anche non pagare, e ricorrere alla procedura di sovraindebitamento... beh.... non è un po' troppo? e non suona come un invito a fare debiti, tanto poi, al limite, c'è la neutra liquidazione giudiziale, al posto del fallimento, così brutto da essere stato spazzato via?

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #16 il: 11 Mag 2018, 12:35 »
Bah sarò strambo io ma le cose le vedo in termini di rapporto causale.
Se uno non fa un'opposizione dilatoria il debitore paga. Dagli e ridagli lì finiamo.
E un avvocato medio l'opposizione dilatoria non la fa perché farebbe spendere soldi a vanvera al suo e perderebbe il cliente.
Se hai uno studio avviato da 20 anni ti puoi permettere il circo dei clienti, tanto la tua fama non ne risente. Gabbato il primo sotto un altro. Se hai uno studio avviato da 4 [di cui 2 da praticante abilitato] ogni cliente che perdi è un giorno che non mangi.
Poi se si vuol far dietrologia facciamola.

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #17 il: 11 Mag 2018, 12:54 »
Tiglio. Per me, il fatto è che non ci si rende neanche conto dei danni che fa la politica. Quella politica finto-buonista, finto populista che dice “c’è crisi? E noi aiutiamo gli imprenditori in crisi”.
Come? Di fatto facendo pagare ad altri le loro responsabilità. Embè.
Tu mi dici che a tuo avviso il tutto è connesso con la crisi (chiamiamola così) della avvocatura. Può darsi, ma credo che la connessione con la mutata considerazione della nostra professione sia remota.
Cioè. Quando tempo fa ricevevi la messa in mora, non andavi (neppure in quei tempi) a pensare “oddio, l’avvocato di controparte….”, ma pensavi (ancor più se ricevevi un decreto ingiuntivo) “oddio mi hanno condannato…. ”. Secondo me. Ed è un po’ differente. E Il fatto che ora vogliano togliere forse quello che rappresenta l’ultimo deterrente con minima efficacia, il fallimento appunto, mi fa pensare che non solo ci sia il più totale menefreghismo nei confronti di un sistema che non funziona. Ma c’è la precisa volontà, politica e (ahimé) legislativa (vista sta bella legge delega), di colpire chi non è in crisi. Un percorso che (se ci pensi) è iniziato già levando la possibilità che certi fallimenti possano essere dichiarati d’ufficio dal Tribunale. E’ grave.
E intendiamoci, non credo che nessuno vorrebbe far fallire nessuno. Non credo che l’istanza di fallimento dovrebbe - e sottolineo il dovrebbe - essere un mezzo di recupero del credito. Tecnicamente non lo è. Ma ad una certa, personalmente me ne frego. Finché posso.
Arrivo al discorso che riguarda più da vicino gli avvocati. Dubito pure io che in tutto questo contesto l’opposizione dilatoria sia il male peggiore.  Ma mettendosi dalla parte del creditore quando dopo anni vede il debitore fallito, oppure quando, sempre dopo anni, realizza egli stesso che magari una istanza di fallimento è la sola strada percorribile per verificare se il debitore ha interesse a mettere mano al portafoglio, e a quel punto (e solo a quello) si trova magari “congelato” (anche in quel suo estremo tentativo) con una proposta di concordato in bianco che – al termine di tutto l’iter - vedrà soddisfatto il suo credito nella misura pari al 7% di qui a tre anni …. Beh…. Mi viene da riflettere e discutere su un altro aspetto della nostra professione. Che è anche il piacere di svolgerla. E intendiamoci un’altra volta: considero in sé molto interessante il Diritto e il Lavoro che ruota intorno ad un risanamento. Ma non con questi presupposti. Né da un lato, né dall’altro.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #18 il: 11 Mag 2018, 13:39 »
Scusa salta molto banalmente
senza l'opposizione dilatoria controparte avrebbe pagato si o no?
chi può depositare l'opposizione dilatoria?
chi si può permettere di fare un'opposizione dilatoria?

Poi che il sistema non funzioni è certo, ma se ci mettiamo pure noi a non farlo funzionare a sto punto meglio non andare in udienza e amen.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4263
Re:sfogo ordinario
« Risposta #19 il: 11 Mag 2018, 15:11 »
Un'opposizione inequivocabilmente dilatoria porta con sé la provvisoria esecuzione del decreto opposto... il che non è avvenuto. Quindi forse non era poi così dilatoria. oppure siamo in presenza di un errore macroscopico? Altra considerazione. Se bastasse un d.i. per spingere il debitore a pagare, non si spiegherebbero le centinaia di esecuzioni che intasano i tribunali, anche nei confronti di chi i soldi per pagare li ha

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #20 il: 11 Mag 2018, 16:00 »
Tiglio rispetto tutti i punti di vista però non facciamo gli innocenti.
Secondo me uno può progredire solo se fa una seria autocritica ogni giorno e prima di additare i peccati altrui confessa i propri.
Ciò vale per il singolo ancor di più per la categoria.
Come se non fosse noto a tutti che un d.i. per crediti commerciali viene concesso senza che al ricorso sia allegato alcun documento;
oggigiorno si firma sulla fiducia. Anzi immagino che salta sia impazzita un due giorni, in cui avrebbe potuto fare di meglio, chiedendosi se l'opposizione fosse fondata o meno per poi scoprire che era l'ennesima, e tutti ne abbiamo un pacco sulla scrivania, cialtronata.
Un'opposizione dilatoria senza che sia concessa provvisoria esecuzione è il minimo oggigiorno.
Ma ancora dove nasce il problema? Secondo me dall'opposizione dilatoria e da chi può permettersi di farla, rectius di farla pagare ad un cliente che perderà non appena si renderà conto di essere stato gabbato (se è fallito vai a capire chi fra mille ha sbagliato).

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #21 il: 11 Mag 2018, 19:50 »

Allora: sgomberiamo prima il campo dagli equivoci  :)
Per me e' deprecabile una opposizione soltanto dilatoria. Non c'è dubbio.

Cio' detto, ti devo dire che anche qualora la debitrice non lo avesse opposto, probabilmente non non sarei riuscita a porre in essere una esecuzione fruttuosa. Semplicemente avrei tentato una esecuzione, per poi trovarmi a fare istanza di fallimento. E lì verificare se questi avessero  (tre anni fa... Sto dicendo in linea teorica, poiché tre anni fa neppure ero in studio) ancora qualcosa da perdere.
Comunque il creditore istante e' stata l'ADE. La quale raramente faceva fallire. Di solito ammucchiava, e poi quando qualcun altro faceva fallire, aveva la sua finestra privilegiata sulla massa. E' indicativo anche questo dato, a mio avviso. Il fatto che il soggetto meno interessato a far fallire, adesso sia parte attiva nel fare fallire. Ne approfitta finché può? Deve fare cassa? Boh...

Va benissimo parlare degli effetti delle opposizioni dilatorie. Per carità. Però era più sulla questione della mentalità, che non è mentalità individuale sia pure generalizzata, ma una mentalità politica, che mi piacerebbe riflettere.

Tiglio rispetto tutti i punti di vista però non facciamo gli innocenti.
Secondo me uno può progredire solo se fa una seria autocritica ogni giorno e prima di additare i peccati altrui confessa i propri.
Ciò vale per il singolo ancor di più per la categoria.
Come se non fosse noto a tutti che un d.i. per crediti commerciali viene concesso senza che al ricorso sia allegato alcun documento;
oggigiorno si firma sulla fiducia. Anzi immagino che salta sia impazzita un due giorni, in cui avrebbe potuto fare di meglio, chiedendosi se l'opposizione fosse fondata o meno per poi scoprire che era l'ennesima, e tutti ne abbiamo un pacco sulla scrivania, cialtronata.
Un'opposizione dilatoria senza che sia concessa provvisoria esecuzione è il minimo oggigiorno.
Ma ancora dove nasce il problema? Secondo me dall'opposizione dilatoria e da chi può permettersi di farla, rectius di farla pagare ad un cliente che perderà non appena si renderà conto di essere stato gabbato (se è fallito vai a capire chi fra mille ha sbagliato).

Scusa salta molto banalmente
senza l'opposizione dilatoria controparte avrebbe pagato si o no?
chi può depositare l'opposizione dilatoria?
chi si può permettere di fare un'opposizione dilatoria?

Poi che il sistema non funzioni è certo, ma se ci mettiamo pure noi a non farlo funzionare a sto punto meglio non andare in udienza e amen.

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #22 il: 11 Mag 2018, 22:00 »
Ah beh questa dell'ade creditore istante non l'avevo mai vista. Vabbè so giovinastro. Cmq  :icon_monkey:
Al di là di questo caso specifico non ho capito se la pava (a parte gli u.g.) ha culo e tu sei sfigata o se ci sia qualcosa che non mi dite
:D

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5517
Re:sfogo ordinario
« Risposta #23 il: 12 Mag 2018, 10:30 »
Fino a poco fa, ti posso dire che i fallimenti ad istanza dell'ADE (o equitalia...) c'erano, ma c'erano solo laddove vi era una specifica volontà  (sempre politica) di fare fallire. Sostanzialmente casi a forte impatto mediatico, soprattutto. E soprattutto dove si fiutavano evasioni. Ma era tutt'altro discorso. Diversamente, loro ammucchiavano, sicuramente si buttavano sulle esecuzioni, ma per i fallimenti stavano più che altro alla finestra. :)
Ora vedo questa inversione di tendenza  (non è il primo caso a capitarmi in tempi recenti).
Sfiga o fortuna? :)
Mah... E' anche questione di settori e segmenti. In studio seguiamo società che operano in uno dei settori più in crisi, forse il più sfigato :D
E senza dubbio la fortuna non aiuta  :)

Mauro_L_AQ

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 469
  • Testo personale
    New Member
Re:sfogo ordinario
« Risposta #24 il: 12 Mag 2018, 17:34 »
Allora io di fallimenti ne sto seguendo solo due e non ho sta grande esperienza in materia.
Di pei ne faccio uno scatafascio ed il triplo ne vedo.
Creditore procedente e' sempre, ma proprio sempre, un istituto di credito con equitalia come intervenuta. Mai successo nella storia di tutto il mio distretto stando a quanto i piu' anziani mi hanno detto oggi che procedente fosse equitalia.

Secondo me e' karma.
Dovresti trovare il modo di sottrarre alla pavona il 50% del suo lato b.
:D

 

decreto ingiuntivo e intervenuto fallimento

Aperto da farfanicchioSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 4
Visite: 1291
Ultimo post 19 Mar 2003, 14:42
da farfanicchio
fallimento e sospensione feriale dei termini

Aperto da gameoverSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 11
Visite: 2753
Ultimo post 11 Ago 2003, 15:49
da Massimobleah
fallimento e sequestro conservativo

Aperto da blueyesSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 3
Visite: 1060
Ultimo post 18 Nov 2003, 23:04
da VICTORIASIEMPRE
Domanda ammissione passivo fallimento

Aperto da x1s3Sezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 6
Visite: 2254
Ultimo post 04 Mar 2004, 14:54
da BruceLee
CZ: domande appello ordinario, orale 2003

Aperto da ziorcoSezione [ Esame di avvocato CdA Catanzaro ]

Risposte: 276
Visite: 50724
Ultimo post 25 Mar 2004, 17:43
da icom
fallimento e rapporti bancari

Aperto da doolinSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 5
Visite: 990
Ultimo post 11 Mag 2004, 12:40
da doolin
Reggio Calabria: appello ordinario 2003

Aperto da pattiSezione [ Esame CdA Reggio Calabria ]

Risposte: 420
Visite: 58076
Ultimo post 14 Giu 2004, 12:59
da LC73
clausola arbitrale e rito ordinario

Aperto da cacciatoredisqualiSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 43
Visite: 12296
Ultimo post 20 Nov 2004, 02:00
da an
Fallimento datore di lavoro: spese legali -Privilegio?

Aperto da vogliofareilbenzinaioSezione [ Commerciale, Lavoro e Societario :: Da collega a collega ]

Risposte: 0
Visite: 605
Ultimo post 06 Gen 2005, 21:09
da vogliofareilbenzinaio
istanza di fallimento

Aperto da concy7Sezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 2
Visite: 1088
Ultimo post 12 Gen 2005, 19:10
da concy7