Autore Topic: pratica notarile e/o forense  (Letto 12757 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

MarioRomano

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
pratica notarile e/o forense
« il: 26 Lug 2003, 18:20 »
tra poco inizierò il praticantato forense.
sono indeciso se iniziare anche quello notarile. so che è un concorso difficilissimo se non impossibile.
vorrei chiedervi una cosa.
io ho avuto sempre un'idea forse sbagliata della professione notarile. ho sempre immaginato che il notaio si limitasse a "registrare" la volontà delle parti e che non svolgesse affatto un'attività di "consulenza".
cioe, se devo fondare una società, lo statuto me lo faccio scrivere da un avvocato, e solo dopo vado dal notaio (soprattutto per società medio-grandi). se devo comprare un immobile di grosso valore, o un terreno per costruirci su, il contratto me lo faccio scrivere da un avvocato, e solo dopo vado dal notaio.
insomma, ho sempre pensato che il lavoro del notaio in fondo fosse noioso e ripetitivo. io ero intenzionato a svolgere entrambe le "pratiche", ma sono un po confuso.
la maggior parte dei notai svolge anche un'attività di consulenza assimilabile a quella degli avvocati?
ah un'ultima cosa, visto che non riesco a iscrivermi al forum di sarannonotai... ma è possibile fare sia il praticante avvocato che il praticante notaio? possibile intendo come sostenibile... cioè la pratica notarile come viene "certificata"? esclusivamente dal titolare? e, che voi sappiate, i notai accettan opraticanti che siano impegnati anche con la pratica legale, o vogliono praticanti disponibili 7 giorni su 7?

MarioRomano

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
pratica notarile e/o forense
« Risposta #1 il: 05 Ago 2003, 17:42 »
aho, non c'è nessuno? :-)

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #2 il: 05 Ago 2003, 17:50 »
Ti consiglio vivamente di fare o l'una o l'altra pratica e ti sconsiglio di farle l'una dopo l'altra (come ho fatto io!!).
Il notaio è anche un consulente, anzi spesso è un consulente migliore dell'avvocato per es. in materia societaria e successoria!

ps Ho appreso ieri che al concorso notarile mi hanno come dire..., tagliato le gambine...
ps 2 Non puoi cmq svolgere le due pratiche contestualmente!! C'è incompatibilità.
Ciao
F.to Romolo Romani

MarioRomano

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
pratica notarile e/o forense
« Risposta #3 il: 05 Ago 2003, 18:13 »
Citazione da: "francescachicca"
Ti consiglio vivamente di fare o l'una o l'altra pratica e ti sconsiglio di farle l'una dopo l'altra (come ho fatto io!!).
Il notaio è anche un consulente, anzi spesso è un consulente migliore dell'avvocato per es. in materia societaria e successoria

ps Ho appreso ieri che al concorso notarile mi hanno come dire..., tagliato le gambine...
ps 2 Non puoi cmq svolgere le due pratiche contestualmente!! C'è incompatibilità.
Ciao
F.to Romolo Romani


mi dispiace per i lconcorso notarile...
mi puoi dire una cosa. si trattava della preseleziona informatica o dello scritto? se è lo scritto, in che data l'hai fatto?

poi, sei assolutamente sicura che vi sia incompatibilità tra le due pratiche? cioe, io non posso solgere la pratica forense e quella notarile contemporaneamente? ho due amici che lo stanno facendo... è proprio sicuro che sia così?

gameover

  • Benemerito

  • Offline
  • *****
  • 4870
pratica notarile e/o forense
« Risposta #4 il: 05 Ago 2003, 18:33 »
hanno ragione i tuoi amici: non c'è incompatibilità per la pratica

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #5 il: 06 Ago 2003, 12:07 »
E invece c'è!
L'ordine degli avvocati cui sono iscritta ha provveduto a sospendere la pratica a due colleghe che la facevano in contemporanea: certo se non ti scoprono durante, a pratica compiuta e certificato ottenuto, sei a posto!!
Game, vatti a studiare bene le norme prima di parlare x un cazzo!!

gameover

  • Benemerito

  • Offline
  • *****
  • 4870
pratica notarile e/o forense
« Risposta #6 il: 06 Ago 2003, 12:14 »
prima di dire stronz@te dimmi la norma che lo vieta ...

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #7 il: 06 Ago 2003, 12:23 »
... un momento ...

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 14010
pratica notarile e/o forense
« Risposta #8 il: 06 Ago 2003, 12:27 »
D.P.R. 10 aprile 1990, n.101
Regolamento relativo alla pratica forense per l'ammissione dell'esame di procuratore legale
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visto l'art.18 del regio decreto-legge 27 novembre 1933, n.1578, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 gennaio 1934, n.36;
Visto l'art.2 della legge 27 giugno 1988, n.242; Visto l'art.17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n.400; Sentito il Consiglio Nazionale Forense;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso nell'adunanza generale del 16 novembre 1989;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 23 marzo 1990;
Sulla proposta del Ministro di Grazia e Giustizia;
Emana il seguente regolamento:

Modalità della pratica.
 
2. Essa si svolge principalmente presso lo studio e sotto il controllo di un procuratore legale e comporta il compimento delle attività proprie della professione.
 

Adempimenti dei Consigli dell'Ordine.
1. I Consigli dell'Ordine accertano e promuovono la disponibilità degli iscritti ad accogliere nei propri studi i laureati in giurisprudenza che intendano svolgere il tirocinio forense e forniscono le opportune indicazioni agli aspiranti che ne facciano richiesta.
2. Gli avvocati ed i procuratori legali abilitati da almeno un biennio sono tenuti, nei limiti delle proprie possibilità, ad accogliere nel proprio studio i praticanti, istruendoli e preparandoli all'esercizio della professione, anche sotto il profilo dell'osservanza dei principi della deontologia forense.
3. E' compito dei Consigli dell'Ordine vigilare sull'effettivo svolgimento del tirocinio da parte dei praticanti procuratori nei modi previsti dal presente regolamento, e con i mezzi ritenuti più opportuni.
Registro speciale.
1. Il registro speciale dei praticanti, di cui all'art.8 del regio decreto-legge 27 novembre 1933, n.1578, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 gennaio 1934, n.36, contiene, oltre alle generalità complete degli iscritti ed alla data di inizio della pratica, l'indicazione dei trasferimenti, delle interruzioni, delle cancellazioni, nonché degli studi professionali presso cui la pratica viene esercitata, con gli eventuali cambiamenti interventi.
2. Il provvedimento di iscrizione nel registro speciale è immediatamente comunicato, a cura del Consiglio dell'Ordine, anche al professionista presso il cui studio la pratica deve essere svolta.
3. Il periodo di pratica svolto presso lo studio di un professionista diverso da quello precedentemente indicato al Consiglio dell'Ordine, senza la previa comunicazione scritta al Consiglio medesimo, non è riconosciuto efficace ai fini del compimento della pratica stessa e del rilascio del relativo certificato a norma dell'art.10 del regio decreto 22 gennaio 1934, n.37. ;
 
2. Il libretto della pratica deve essere esibito al Consiglio dell'Ordine al termine di ogni semestre, con l'annotazione del professionista presso il cui studio la pratica è stata effettuata attestante la veridicità delle indicazioni ivi contenute.
3. Il Consiglio dell'Ordine ha facoltà di accertare la veridicità delle annotazioni contenute nel libretto nei modi ritenuti più opportuni.

3. Il Consiglio dell'Ordine espleta gli opportuni accertamenti sulle dichiarazioni del praticante ed ha facoltà di invitarlo ad un colloquio per eventuali ulteriore chiarimenti sul tirocinio espletato.

Precisazione : a questo regolamento molti Ordini (li tovate in rete) hanno dato esecuzione attraverso un altro regolamento ,ovviamente da un punto di vista di gerarchia delle fonti di rango inferiore, ma sempre giuridicamente efficace nei confronti degli iscritti in cui vengono posti limiti e vincoli allo svolgimento della pratica.
La questione per rispondere a Game e FRch è , ovviamente , aperta e quanto riportato da frch può corrispondere al vero sebbene nel dpr, se no ho letto male, non vi sia un esplicito divieto della "doppia pratica". evidentemente bisogna vedere che ne pensano i Notai.

mod

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1717
pratica notarile e/o forense
« Risposta #9 il: 06 Ago 2003, 12:28 »
an, puoi evidenziarmi le parti conferenti, che non mi va di sciropparmi tutto? grassie

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #10 il: 06 Ago 2003, 12:57 »
Forse Game non ha detto una cazzata: dev'essere un regolamenteo interno del Consiglio dell'Ordine degli avvocati cui appartengo!
Ho sempre pensato che fosse un Ordine ... un po' così...

gameover

  • Benemerito

  • Offline
  • *****
  • 4870
pratica notarile e/o forense
« Risposta #11 il: 06 Ago 2003, 13:18 »
se lo fosse in assoluto sarebbe incostituzionale ... vedi per esempio in tema di pubblico o privato impiego .. certo che se diventi notaio devi cancellarti ...

MarioRomano

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
pratica notarile e/o forense
« Risposta #12 il: 06 Ago 2003, 13:20 »
Citazione da: "francescachicca"
E invece c'è!
L'ordine degli avvocati cui sono iscritta ha provveduto a sospendere la pratica a due colleghe che la facevano in contemporanea: certo se non ti scoprono durante, a pratica compiuta e certificato ottenuto, sei a posto!!
Game, vatti a studiare bene le norme prima di parlare x un ca###!!


a questo punto l'unica soluzione è che non vi è un divieto stabilito da una legge o regolamento statale, ma da un qualche provvedimento di qualche ordine.
quindi in alcune città sarà possibile svolgere praticantato forense e notarile e in altri no.

mi sembra cmq assurdo che alcuni ordini lo vietino, per il semplice motivo che credo non esista uno che faccia SOLO la pratica notarile, perche nessuno punta tutto sul notariato e butta due anni così, data l'estrema aleatorietà del concorso notarile.

duca74

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 67
pratica notarile e/o forense
« Risposta #13 il: 06 Ago 2003, 13:43 »
in primis, la pratica notarile ti amplierebbe molto la mente sulle tematiche civilistiche e sui ragionamenti giuridici.
Io non ho sentito parlare di incompatibilità tanto che, nei colloqui di verifica pratica, il "verificatore" mi consiglio' anche di provare con magistratura, dato che una sua praticante lo faceva.....Dovresti guardare il regolamento del tuo ordine.
Cmq, una moltidudine di persone fa entrambe le pratiche. Inventati solo di passare parte della giornata in umo studio e parte nell'altro.

salandra

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 7
pratica notarile e/o forense
« Risposta #14 il: 06 Ago 2003, 13:44 »
Un consiglio a MarioRomano: dai un'occhiata anche al sito www.romoloromani.it e al relativo forum, perché mi sembrano molto più utili del sito "sarannonotai". Ho trovato anche una discussione sui praticanti notai avvocati e non avvocati: http://www.romoloromani.com/forum/index.php?act=ST&f=10&t=1619&hl=&s=7536be342103dce4193f0579d904b4b4.
Ciao.
Massimo

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #15 il: 06 Ago 2003, 13:58 »
Confermo. Io sono iscritta anche al forum di saranno notai e avrò scritto max 3-4 posts in 6 mesi!! (Bada solo che, la dentro, di cazzate non se ne sparano, MAI!!! Già questo fa luce sulla differenza caratteriale o di indole dell'aspirante notaio rispetto all'analogo forense).

Citazione da: "salandra"
Un consiglio a MarioRomano: dai un'occhiata anche al sito www.romoloromani.it e al relativo forum, perché mi sembrano molto più utili del sito "sarannonotai". Ho trovato anche una discussione sui praticanti notai avvocati e non avvocati: http://www.romoloromani.com/forum/index.php?act=ST&f=10&t=1619&hl=&s=7536be342103dce4193f0579d904b4b4.
Ciao.
Massimo

vitto

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 40
pratica notarile e/o forense
« Risposta #16 il: 06 Ago 2003, 14:07 »
Caro Mario,

ho cercato di inviarti questo messaggio ieri, senza successo. Ci riprovo oggi, senza la pretesa di darti una risposta normativamente precisa. Solo di suggerirti di vagliare le cose con quel minimo di disincanto che può provenire da tre anni di vita professionale in Italia.
Non ho la più pallida idea se ci sia o meno incompatibilità tra la pratica notarile e la pratica forense; probabilmente c'è una incompatibilità.
La norma che la dispone può non avere senso; e tu te ne lamenti - giustamente-.
Ma poche delle norme che disciplinano le libere professioni in Italia hanno senso, sono giuste e mirate ad un costante miglioramento dei servizi offerti dai professionisti ed alla tutela dei clienti - l'intera normativa del settore ha tutt'altri obbiettivi-.


A questo punto: o ti fermi a considerare quel che la norma dispone,per quanto ingiusta, e quindi ti astieni dal violarla ... e fai come il Socrate de "Le Leggi". Almeno qualcuno lo deve sostenere questo ruolo, e potresti essere proprio tu  ... nessun figlio di notaio, tra i miei conoscenti, ha mai rinunciato a fare pratica anche presso un avvocato amico di papà, oltre che presso papà.
Oppure consideri ciò che puoi e vuoi fare: se riesci a trovare uno studio legale ed uno studio notarile che ti consentano di fare pratica  in modo coordinato, fallo; non solo ti garantirai un'opzione in più, ma se avrai veramente modo di lavorare con un notaio, questa esperienza potrà risultarti utile in determinati settori dell'avvocatura. Vi sono, per esempio, in numerosi studi  legali internazionali, dei soci che hanno fatto anche pratica presso un notaio; cosa che giunge utilissima in taluni casi.
Dubito che si siano curati dell'incompatibilità... ed hanno fatto bene perchè in questo modo hanno potuto costruirsi una preparazione vincente, indipendentemente dall'esito dell'esame di notariato.

Ti faccio un altro esempio: conosco personalmente persone che hanno fatto contemporaneamente la pratica da ragionieri commercialisti (avendo un idoneo titolo) e da  avvocati; tutta la conoscenza fiscale tributaria e in materia di bilanci ne ha fatto dei consulenti legali brillanti.
Tutto questo la legge non lo concede, naturalmente.Ed invece andrebbe previsto: chi vuole fare consulenza legale in determinati settori, deve sapere come si legge un bilancio!

Certo: fai attenzione...corri un rischio. Quindi informati su come hanno fatto i tuoi amici, e fai come loro anche tu.

Tienici informati!

In bocca al lupo.

mod

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1717
pratica notarile e/o forense
« Risposta #17 il: 06 Ago 2003, 14:40 »
come no
Citazione da: "francescachicca"
la dentro, di cavolate non se ne sparano, MAI!!! Già questo fa luce sulla differenza caratteriale o di indole dell'aspirante notaio rispetto all'analogo forense)
E appena qui dentro qualcuno prova a bloccare il diluvio di "cavolate  :sign4: ", viene subito attaccato a colpi di "liberticida", "viva la libertà di espressione  :protest: ", "i diritti d'autore sui miei post", "non vi mando soldi"...

annanever

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 58
pratica notarile e/o forense
« Risposta #18 il: 06 Ago 2003, 14:50 »
a me piacerebbe tanto sapere come è possibile che, essendoci incompatibilità tra la professione di avvocato e quella di notaio, dalle mie parti c'è un notaio che, sia sulla targa dello studio che sui biglietti da visita, espone entrambe i titoli di "notaro" e di "avvocato"...

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #19 il: 06 Ago 2003, 14:56 »
Tu puoi avere tutti e due i titoli, ma puoi esercitare una sola professione!!

francescachicca

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1204
pratica notarile e/o forense
« Risposta #20 il: 06 Ago 2003, 15:02 »
come si

Citazione da: "mod"
come no
Citazione da: "francescachicca"
la dentro, di cavolate non se ne sparano, MAI!!! Già questo fa luce sulla differenza caratteriale o di indole dell'aspirante notaio rispetto all'analogo forense)
E appena qui dentro qualcuno prova a bloccare il diluvio di "cavolate  :sign4: ", viene subito attaccato a colpi di "liberticida", "viva la libertà di espressione  :protest: ", "i diritti d'autore sui miei post", "non vi mando soldi"...


ma guarda che voleva essere un implicito complimento a "noantri" (io mi sento più di qui che di la).
Già che ci siamo quanti soldi volete che invii?? Non ho la benchè minima idea del target generale!

gameover

  • Benemerito

  • Offline
  • *****
  • 4870
pratica notarile e/o forense
« Risposta #21 il: 06 Ago 2003, 18:10 »
vitto, straf*ga che non sei altro, hai ancora problemi con i messaggi?
comunque le tue considerazioni sono corrette ... anche se io mi informerei prima e agirei di conseguenza .. anche valutando quanto sia rigoroso il Consiglio dell'Ordine in tali casi .... non è bello rischiare un provvedimento disciplinare all'inizio ...

MarioRomano

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
pratica notarile e/o forense
« Risposta #22 il: 06 Ago 2003, 23:19 »
Citazione da: "vitto"
Caro Mario,


Oppure consideri ciò che puoi e vuoi fare: se riesci a trovare uno studio legale ed uno studio notarile che ti consentano di fare pratica  in modo coordinato, fallo; non solo ti garantirai un'opzione in più, ma se avrai veramente modo di lavorare con un notaio, questa esperienza potrà risultarti utile in determinati settori dell'avvocatura. Vi sono, per esempio, in numerosi studi  legali internazionali, dei soci che hanno fatto anche pratica presso un notaio; cosa che giunge utilissima in taluni casi.


penso che cercherò di fare entrambe le cose, ovviamente dedicando l'80% del tempo all'avvocatura e il 20% al notariato.
effettivamente volevo fare la pratica notarile piu che altro per acquisire dimestichezza con le materie di cui si occupa il notaio, non per diventare notaio... è un concorso troppo difficile.

MarioRomano

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 43
pratica notarile e/o forense
« Risposta #23 il: 06 Ago 2003, 23:46 »
domanda di bassissima lega

non che mi interessi (!!!)... ma orientativamente qual è il reddito medio di un notaio, e il reddito medio di un avvocato?
intendo il reddito medio di un avvocato del centronord, perche so che gli avvocati campani e calabresi sono i piu "poveri" d'Italia.

e se i notai sono sempre e necessariamente piu ricchi degli avvocati, come mai nelle varie classifiche dei redditi (ebbene sì, le leggo anche io, sono INVIDIOSO, va bene?) ai primi posti ci sono sempre gli avvocati e raramente il notaio supera un reddito di 200 mila euro all'anno? mentre molti avvocati superano ampiamente tale livello di reddito, ovviamente dopo i 40-45 anni?

ok, mi vergogno un po di fare questi discorsi e di fare i conti in tasca, però stasera mi sento avido e cerco risposte... :-)

vitto

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 40
pratica notarile e/o forense
« Risposta #24 il: 07 Ago 2003, 00:50 »
Mario,

mi distraggo dal lavoro (sì sto lavorando alle 0.24 del 7 Agosto), in totale rapimento per quel "mi vergogno".

L'essere indipendenti economicamente è un fattore che determina spesso il benessere di una persona.  Non ti vergognare davvero

Reddito medio non significa molto:per controllare i redditi medi degli Avvocati in Italia puoi dare un'occhiata alle statistiche pubblicate sul sito; se poi pensi ai redditi degli avvocati di determinati studi, con cui dimostri di avere dimestichezza, risulta evidente che ci deve essere qualcuno che prende molto meno della media della statistica.
 Un avvocato dove, che lavora come?
La variabilità del reddito è estrema...

 

[Dubbi sulla pratica ...] ... ma siete sicuri ...

Aperto da placcaitSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 78
Visite: 11842
Ultimo post 17 Gen 2012, 23:18
da nigripennis
[b]Cambio studio legale per pratica forense.[/b]

Aperto da alex-crossSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 4
Visite: 6184
Ultimo post 20 Apr 2008, 21:04
da Ninfotta
XXX Congresso Nazionale Forense

Aperto da AlamutSezione [Discussioni su nuove norme, avvocatura, sentenze e casi del giorno ]

Risposte: 25
Visite: 4040
Ultimo post 30 Nov 2010, 17:45
da Hartman
Valida questa udienza ai fini della pratica?

Aperto da TaorminaSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 10
Visite: 2919
Ultimo post 27 Apr 2005, 13:31
da iunio
usucapione notarile

Aperto da civeSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 3
Visite: 882
Ultimo post 28 Nov 2014, 18:27
da nigripennis
Urgente richiesta di chiarimento "nuova" pratica f

Aperto da pieruzzuSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 27
Visite: 6425
Ultimo post 16 Ott 2011, 21:11
da fidex82
urgente foro roma tempo iscrizione albo per pratica

Aperto da spokjSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 2
Visite: 1374
Ultimo post 02 Nov 2010, 20:15
da spokj
Università o FSE ti pagano parte della pratica?

Aperto da giuliolawSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 3
Visite: 1872
Ultimo post 05 Apr 2003, 16:08
da bruno
un sogno nel cassetto: riprendere la pratica..

Aperto da pallina69Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 15
Visite: 1959
Ultimo post 22 Dic 2005, 11:50
da mokado
un consiglio: una buona pratica come è fatta?

Aperto da marica80Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 273
Visite: 111727
Ultimo post 16 Ott 2011, 18:07
da vehementer