Autore Topic: Truffa in attività lavorativa  (Letto 2041 volte)

oldgirl

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 107
Truffa in attività lavorativa
« il: 13 Mar 2006, 23:18 »
Ho questo problema, per i più esperti…
Si tratta di un caso di truffa in “attività lavorativa” (per essere stato assunto da una azienda pubblica mediante la produzione di documenti falsi, senza l’abilitazione). In via generale l’art. 640cp richiede sia l’elemento dell’ingiusto profitto sia quello del danno. Quanto al primo esso  non dovendo avere necessariamente contenuto patrimoniale può dirsi sussistente in presenza –che so- del prestigio professionale/sociale che il soggetto ha raggiunto grazie alla professione illegittimamente svolta?
Quanto al danno, una sentenza della Cassazione SS.UU. n. 17 del 16.12.1998  (che, peraltro, non riesco a reperire integralmente, e chiedo aiuto anche per questo…… ), stabilisce che non può considerarsi tale la corresponsione della retribuzione dell’attività lavorativa effettivamente svolta. Tuttavia, si può parlare di altro danno subito dal datore di lavoro? Mi è parso di capire, da alcuni brani della suddetta sentenza, che l’azienda ha comunque subito un danno quantificabile nelle spese sostenute per la costituzione del rapporto di impiego. Ciò è sufficiente per parlare di truffa?
Grazie per l’aiuto.



Dr.Malatesta

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 668
Truffa in attività lavorativa
« Risposta #1 il: 14 Mar 2006, 10:00 »
Ciao!

In concreto, è difficile misurare la "tenuta" di un'ipotesi di accusa senza avere la contestazione sotto mano, né ho capito bene se ti interessa la posizione dell'accusato o quella dell'azienda danneggiata.

In astratto, però, vediamo se è possibile accontentare tutti e due i punti di vista.

Allora, dovresti trovare molte cose sulle Sezioni Unite da te citate (le quali, tra l'altro, retrodatano il momento consumativo del reato a quello di instaurazione del rapporto di pubblico impiego, con ogni relativa conseguenza in termini di prescrizione del reato).

Confermo che il danno consiste proprio nell'aver instaurato il rapporto di impiego con un soggetto non abilitato ad accedervi, con conseguente preferenza del medesimo rispetto ad altri, dispendio di tempo e risorse, ecc... (non consiste invece nel versamento delle retribuzioni, trattandosi di effetti consequenziali all'assunzione e, per giunta, di effetti "dovuti", per così dire).

Per quanto attiene al profitto, direi che nel tuo caso non occorre neppure preoccuparsi che non si tratti di profitto "patrimonializzabile", posto che - al contrario - l'essere (presumibilmente) assunto indebitamente configurerebbe (laddove fosse accertato) un profitto economicamente apprezzabile.

In ordine agli altri elementi - ossia gli artifizi e raggiri e l'induzione in errore - direi che, sempre in astratto, paiono integrati dalla presentazione di documentazione falsa e dalla conseguente distorsione del giudizio di ammissione in capo all'azienda pubblica.

......... me so' sderenato........
Buon lavoro!
Doc

oldgirl

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 107
Truffa in attività lavorativa
« Risposta #2 il: 14 Mar 2006, 11:43 »
Grazie Doc.
Come sempre più che preciso ed esaustivo.

La sentenza, finalmente, l'ho reperita e ci sono i punti da te indicati.

Posso, però, continuare a distinguere tra perfezionamento del reato e consumazione? (ovviamente per evitarne la prescrizione...)

momento perfezionativo: assuzione
momento consumativo: corresponsione dell'ultima retribuzione?

Grzie. [/i]

Dr.Malatesta

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 668
Truffa in attività lavorativa
« Risposta #3 il: 14 Mar 2006, 13:04 »
Ahio....... allora curi l'interesse dell'azienda........ dunque........

La distinzione che prospetti la vedo difficile........

Ma forse la puoi superare in questo modo.
Quello che ti interessa evitare è la prescrizione del DIRITTO AL RISARCIMENTO per adesso, giusto?
Ora, il dies a quo del termine quinquennale di prescrizione del diritto al risarcimento decorre da quando il danneggiato viene effettivamente a conoscenza dell'illecito, perché solo da quel momento può esercitare il proprio diritto.

Tra l'altro, quando la prescrizione penale breve per il reato (non quella interrotta, v. Sez. Un. Civ. del 1997) è più lunga del termine quinquennale del risarcimento, si applica il termine più lungo (ed è in ogni caso più lungo, perché credo che l'ipotesi di truffa sia quella del secondo comma del 640 cp, ergo, 10 anni nel regime "pre cirielli" e 6 nel regime "post cirielli", quindi ci stai dentro in ogni caso).

Riassumendo:
1) il termine di prescrizione è comunque quello lungo, e non quello quinquennale;

2) il termine non decorre dal momento consumativo, ma da quello in cui il danneggiato ne ha conoscenza.

Ultimo punto: l'unica cosa che ti serve, quindi, è una condanna in primo grado entro il termine di prescrizione del reato e del diritto al risarcimento del danno.
Questo perché, se anche si dovesse prescrivere in appello il reato (non il diritto al risarcimento del danno) la CdA potrebbe cmq decidere in ordine alle questioni risarcitorie.

Spero di non averti confuso le idee.
Baci!
Doc

oldgirl

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 107
Truffa in attività lavorativa
« Risposta #4 il: 14 Mar 2006, 13:30 »
Grazie Doc.
un sonoro  smack. :wave:

 

Vendita privata biglietto concerto: truffa?

Aperto da iurisSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 10
Visite: 3272
Ultimo post 21 Giu 2011, 16:02
da dottorino
unico mandato per attività seriale: parcella da ridurre?

Aperto da x1978Sezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 8
Visite: 2426
Ultimo post 15 Nov 2011, 16:32
da x1978
una zia che cambia idea nel dare in gestione l'attività

Aperto da elle.cSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 0
Visite: 347
Ultimo post 17 Mag 2011, 16:10
da elle.c
Truffa: extracomunitario e permesso di soggiorno

Aperto da GTortoraSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 1
Visite: 1273
Ultimo post 21 Apr 2009, 20:18
da mobo2006
Truffa-fattura

Aperto da legalSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 4
Visite: 869
Ultimo post 27 Giu 2008, 16:15
da legal
truffa-estorsione

Aperto da madleineSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 11
Visite: 3362
Ultimo post 06 Apr 2005, 18:02
da papamoonx
truffa telefonica

Aperto da mcateSezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 13
Visite: 2066
Ultimo post 20 Set 2004, 08:44
da mcate
truffa on line

Aperto da maryann981Sezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 4
Visite: 1076
Ultimo post 23 Set 2016, 17:13
da tiglio1971
Truffa o inadempimento contrattuale?

Aperto da demetrio.sismiSezione [Discussioni su nuove norme, avvocatura, sentenze e casi del giorno ]

Risposte: 1
Visite: 1364
Ultimo post 26 Gen 2014, 17:37
da Jackal
truffa informatica su ebay tramite ricarica di postepay

Aperto da praticanteavvSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 14
Visite: 4135
Ultimo post 02 Mag 2006, 17:01
da elifili