Autore Topic: la mediazione civile....e commerciale  (Letto 173076 volte)

lolli

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 732
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #50 il: 10 Mar 2010, 18:00 »
"Gli organismi deputati alla mediazione saranno enti pubblici o privati, che diano garanzia di serietà ed efficienza, iscritti in un registro. "
:lol:  see... vabbè.
Tutto considerato, mi sembra sempre (almeno un po') più difficile e rischioso corrompere un giudice.
 
La mediazione è cosa buona e giusta e funziona alla grande nei paesi civili, ma ... in un paese dove regnano gli intrallazzoni, con un tasso di corruzione imbarazzante?
La parola a paolo fox

bovem

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 45
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #51 il: 10 Mar 2010, 19:21 »
Avete visto che chi VINCE la causa PAGA le spese ???
Mah... :

Art. 13
(Spese processuali)
1. Quando il provvedimento che definisce il giudizio corrisponde interamente al contenuto della
proposta, il giudice esclude la ripetizione delle spese della parte vincitrice che ha rifiutato la
proposta, riferibili al periodo successivo alla formulazione della stessa, e la condanna al
rimborso delle spese sostenute dalla parte soccombente
relative allo stesso periodo, nonché al
versamento all'entrata del bilancio dello Stato di un'ulteriore somma di importo corrispondente
al contributo unificato
dovuto. Resta ferma l'applicabilita' degli articoli 92 e 96 del codice di
procedura civile. Le disposizioni di cui al presente comma si applicano altresi' alle spese per
l'indennita' corrisposta al mediatore e per il compenso dovuto all'esperto
di cui all'articolo 8,
comma 4.

:shock:

frigorotto

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1953
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #52 il: 10 Mar 2010, 19:49 »
An quel forumista sono io. spiegami xkè secondo te è infondata! e se uno riceve un danno che fa se lo tiene? Attendo analitica e motivata (giuridicamente intendo) risposta....

Citazione da: "an"

Il vero deterrente per deflazionare il contenzioso sarebbe dare sonore legnate a chi perde le cause, facendo ricorso anche più spesso al 96 c.p.c.
quante opposizioni a decreto ingiuntivo meramente dilatorie ?
quante cause ex 2043 , 2051 c.c. assolutamente infondate (mi viene in mente per accomunarvi nel ricordo un forumista che  pretendeva di citare in causa il Comune per danni presunti alla facciata di un edificio che riceveva l'acqua delle pozzanghere schizzata dai veicoli in transito..)  ?

Alamut

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5284
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #53 il: 10 Mar 2010, 20:46 »
Più che alla disamina del Collega sarei interessato a sapere come è finita... :D

ziopino75

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1628
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #54 il: 11 Mar 2010, 00:19 »
Ecco il link alla discussione incriminata.
http://praticanti.altervista.org/index.php?name=PNphpBB2&file=viewtopic&p=411670&highlight=#411670
Chi vuole replicare può farlo lì.

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32430
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #55 il: 11 Mar 2010, 12:06 »
ben detto,
Quota (selezione)
Uno stato che delega la giustizia a conciliatori, mediatori, arbitri, semplecimente perché non ce la fa è uno stato che ha perso la propria battaglia
tiglio1971-san.

frigorotto

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1953
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #56 il: 11 Mar 2010, 16:29 »
vi terrò sicuramente informati sull'esito. quando si mette in guardia il cliente sull'incertezza dell'esito della causa e quello ti dice proviamo, un avvocato (anche serio) che fa? dice di no?

Alamut

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5284
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #57 il: 11 Mar 2010, 16:33 »
Dipende

frigorotto

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1953
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #58 il: 11 Mar 2010, 16:38 »
da cosa

Alamut

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5284
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #59 il: 11 Mar 2010, 17:09 »
Dal fatto che non è il cliente che ti detta la linea processuale da seguire.

L'art. 6 del Codice Deontologico è ILLUMINANTE sul punto.

Se ritieni che l'azione sia destituita di fondamento o comunque assurda (e non ho detto che si tratta del caso da te trattato), devi suggerire al cliente differenti ipotesi alternative di risoluzione.... diversamente, NON devi accettare il mandato o devi rimettere quello già conseguito.

frigorotto

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1953
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #60 il: 11 Mar 2010, 18:31 »
Alamut, in tutto sto tempo che frequento il forum ho imparato ad apprezzarti, ma adesso dissento: IO CON IL CODICE DEONTOLOGICO NN CI MANGIO A FINE MESE!
Eppoi io nn credo che sia infondata, io credo che una possibilità, non piena ma al 50%, ke il risarcimento ci possa stare ci sia...
il cliente è avvisato, io lo penso e quindi....vi farò sapere come va a finire...

Alamut

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5284
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #61 il: 11 Mar 2010, 18:52 »
C'è un equivoco di fondo.

Citazione da: "frigorotto"
Eppoi io nn credo che sia infondata, io credo che una possibilità, non piena ma al 50%, ke il risarcimento ci possa stare ci sia...
il cliente è avvisato, io lo penso e quindi....vi farò sapere come va a finire...


Ho (doverosamente) precisato che non facevo alcun riferimento alla TUA posizione specifica in materia di risarcimento al proprietario dell'immobile (su cui ti sarai fatto un'idea di plausibile fondatezza che se non sbaglio, qui o in altre sedi, hai anche sostenuto a spada tratta).

Il mio precedente intervento era una (da te richiesta) specificazione del mio

Citazione da: "alamut"
dipende


'right? ;)

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32430
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #62 il: 11 Mar 2010, 19:14 »
questa sì che è una dichiarazione...
Citazione da: "frigorotto"
Alamut, in tutto sto tempo che frequento il forum ho imparato ad apprezzarti

 :D

Pratilex

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1418
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #63 il: 11 Mar 2010, 19:54 »
....
Quota (selezione)

Alamut, in tutto sto tempo che frequento il forum ho imparato ad apprezzarti, ma adesso dissento: IO CON IL CODICE DEONTOLOGICO NN CI MANGIO A FINE MESE!

scusa frigorotto - senza volontà polemica, ma con la solita simpatia e cordialità - le norme del codice deont. sono obbligatori per gli iscritti e la loro violazione può dare luogo a sanzioni, spesso di poco conto è vero ma tant'è...
e lo scopo del codice è proprio quello di evitare che per mangiare si intentito cause prive di sostanziale pregio giuridico. Come dire che l'analisi profesisonale non può essere subordinata a interessi di bottega.
Chiarisco subito che non conosco il tuo caso qui sul forum nè l'atto di citazione concreto: formulo questo intervento unicamente sull'espressione in maiuscolo di cui sopra.
Cordialità

Tabata2007

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 367
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #64 il: 12 Mar 2010, 12:11 »
Il problema di fondo è che attualmente i conciliatori sono anche non laureati in giurisprudenza (geometri, ragionieri ecc...); e quindi NON decidono secondo diritto, ma secondo equità (tra l'altro non secondo l'equità giuridicamente intesa, ma il cd "buonsenso dell'uomo medio" :lol: ).
Ho telefonato l'altro giorno alla commissione d'arbitrato della camera di commercio di Milano (inserita di diritto tra i soggetti abilitati alla conciliazione) per chiedere informazioni sulla conciliazione.
Testuali parole: "per essere iscritti agli albi della camera di commercio non è assolutamente necessario essere laureati in giurisprudenza - la laurea è una cosa che serve al conciliatore come propria cultura personale  :shock:  - ma bisogna aver frequentato il corso base di conciliazione (attualmente di 40 ore) e superare l'esame della camera di commercio, che consiste in prove pratiche di conciliazione e assolutamente non in domande tecniche di diritto o altre materie".
Mia domanda: "Quali sono i criteri degli esaminatori?".
Risposta (molto oscura e ambigua...all'italiana): "Non ci sono veri criteri. Il criterio principale è la capacità di essere bravi conciliatori (e ciò lo decidono gli esaminatori secondo la loro più ampia discrezaionalità, ndr)".

Da ciò deduco che se il mio panettiere o il mio parrucchiere saranno abilitati a fare i conciliatori, difficilmente partoriranno decisioni non dico secondo diritto, ma addirittura connotate dalla pur minima parvenza giuridica :lol:

Invece, il giudice (almeno secondo l'ordinamento vigente, ma non si sa mai) decide SEMPRE secondo diritto (salve le note eccezioni).

Ergo, difficilmente l'accordo conciliativo corrisponderà interamente alla sentenza del giudice (e infatti alcuni magistrati milanesi hanno già messo le mani avanti...).

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4267
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #65 il: 12 Mar 2010, 12:24 »
Brava.
Quando parlavo di una "giurisprudenza conciliativa" che rischia di travolgere la legge e di renderla un inutile orpello, intendevo dire proprio questo...
Tra non molto tempo la giurisprudenza della Cassazione sarà soppiantata dal buon senso del parrucchiere (con tutto il rispetto, ovviamente, per i parrucchieri).

Pratilex

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1418
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #66 il: 12 Mar 2010, 12:51 »
Dubito che la mediazione finalizzata alla concliazione sarà lasciata a gente che non abbia un titolo idoneo per aprtecipare al corso. Credo che i corsi già attivi rpesso enti privati prevedano già l'accesso con titolo di avvocato o notaio o comunque già laureato in giurisprudenza. In ogni caso mi apre che la disciplina entrerà in vigore solo a partire dal prossimo 6 marzo 2011. C'è il tempo pure per elmiminare la riforma....
In particolare non capisco come si sia potuto eliminare l'art. 410 cpc e quindi l'obbligatorietà del tentativo per le vertenze di alvoro, con il presupposto che in realtà allungavano i tempi della giustizia con lesione del valore costituzionale del giusto processo, e si sia invece introdotta la conciliazione obbligatoria in altre materie sul presupposto della sua funzione deflattiva.... chi ci dice che non aumenterà costi e tempi della giustizia nel caso concreto?
Vedremo...

Tabata2007

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 367
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #67 il: 12 Mar 2010, 13:19 »
Ai sensi del d.lgs, gli organismi ATTUALMENTE presenti presso le camere di commercio sono inseriti de jure negli albi (insieme agli organismi presso gli ordini forensi).
Inoltre sono previsti, sempre nel d.lgs, che i diversi ordini professionali (e nota bene che si stanno varando norme per l'istituzione di vari nuovi albi, dagli amministratori di condominio ai panificatori, ai podologi) possano istituire commissioni di conciliazione nelle proprie materie.
Come dice tiglio, si formerà la "prassi applicativa di buon senso" (perchè non si può parlare di "giuris-prudenza") del parrucchiere o dell'operatore ecologico.
Prassi che non sarà certo seguita dai giudici (che, infatti, non formano "prassi di buon senso" ma "giurisprudenza secondo diritto").
Citazione da: "Pratilex"
Dubito che la mediazione finalizzata alla concliazione sarà lasciata a gente che non abbia un titolo idoneo per aprtecipare al corso. Credo che i corsi già attivi rpesso enti privati prevedano già l'accesso con titolo di avvocato o notaio o comunque già laureato in giurisprudenza. In ogni caso mi apre che la disciplina entrerà in vigore solo a partire dal prossimo 6 marzo 2011. C'è il tempo pure per elmiminare la riforma....
In particolare non capisco come si sia potuto eliminare l'art. 410 cpc e quindi l'obbligatorietà del tentativo per le vertenze di alvoro, con il presupposto che in realtà allungavano i tempi della giustizia con lesione del valore costituzionale del giusto processo, e si sia invece introdotta la conciliazione obbligatoria in altre materie sul presupposto della sua funzione deflattiva.... chi ci dice che non aumenterà costi e tempi della giustizia nel caso concreto?
Vedremo...

Nemoiudex

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 445
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #68 il: 12 Mar 2010, 14:53 »
mi aggancio alla Vostra discussione per sottoporVi un dubbio interpretativo.
D.Lgsl su mediazione-pubblicato 5/3/2010 - vacatio legis 15 giorni
art. 4 comma 3 recita: "All’atto del conferimento dell’incarico, l’avvocato e’ tenuto a informare l’assistito della possibilita’ di avvalersi del procedimento di mediazione disciplinato dal presente decreto e delle agevolazioni fiscali di cui agli articoli 17 e 20. L’avvocato informa altresi’ l’assistito dei casi in cui l’esperimento del procedimento di mediazione e’ condizione di procedibilita’ della domanda giudiziale. L’informazione deve essere fornita chiaramente e per iscritto. In caso di violazione degli obblighi di informazione, il contratto tra l’avvocato e l’assistito e’ annullabile. Il documento che contiene l’informazione e’ sottoscritto dall’assistito e deve essere allegato all’atto introduttivo dell’eventuale giudizio. Il giudice che verifica la mancata allegazione del documento, se non provvede ai sensi dell’articolo 5, comma 1, informa la parte della facolta’ di chiedere la mediazione."
Poi, art. 24 comma 1: "Le disposizioni di cui all’articolo 5, comma 1, acquistano efficacia decorsi dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto e si applicano ai processi successivamente iniziati."

ciò vuol dire che dal 20/03/2010 per una licenza di finita locazione per esempio dovrò dare obbligatoriamente l'infomrativa per scritto su una possibilità che non è in vigore se non dal 20/03/2011?

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32430
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #69 il: 12 Mar 2010, 17:51 »
spero proprio di no...

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4267
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #70 il: 12 Mar 2010, 18:08 »
Citazione da: "Nemoiudex"
mi aggancio alla Vostra discussione per sottoporVi un dubbio interpretativo.
D.Lgsl su mediazione-pubblicato 5/3/2010 - vacatio legis 15 giorni
art. 4 comma 3 recita: "All’atto del conferimento dell’incarico, l’avvocato e’ tenuto a informare l’assistito della possibilita’ di avvalersi del procedimento di mediazione disciplinato dal presente decreto e delle agevolazioni fiscali di cui agli articoli 17 e 20. L’avvocato informa altresi’ l’assistito dei casi in cui l’esperimento del procedimento di mediazione e’ condizione di procedibilita’ della domanda giudiziale. L’informazione deve essere fornita chiaramente e per iscritto. In caso di violazione degli obblighi di informazione, il contratto tra l’avvocato e l’assistito e’ annullabile. Il documento che contiene l’informazione e’ sottoscritto dall’assistito e deve essere allegato all’atto introduttivo dell’eventuale giudizio. Il giudice che verifica la mancata allegazione del documento, se non provvede ai sensi dell’articolo 5, comma 1, informa la parte della facolta’ di chiedere la mediazione."
Poi, art. 24 comma 1: "Le disposizioni di cui all’articolo 5, comma 1, acquistano efficacia decorsi dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto e si applicano ai processi successivamente iniziati."

ciò vuol dire che dal 20/03/2010 per una licenza di finita locazione per esempio dovrò dare obbligatoriamente l'infomrativa per scritto su una possibilità che non è in vigore se non dal 20/03/2011?


mi sono posto anch'io il problema e credo che.....sì, l'avvocato a partire dal 20/03/2010 sia tenuto ad informare sempre e comunque il cliente con riferimento alla possibilità di ricorrere alla mediazione... e non solo per le cause per le quali diventerà obbligatoria a pena di inammissibilità, bensì per ogni controversia.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4267
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #71 il: 12 Mar 2010, 18:10 »
ma per passare da "aficionado" ad un livello più alto che si deve fare??? :D

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32430
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #72 il: 12 Mar 2010, 18:18 »
scrivere una marea si post inutili, come la sottoscritta, che modestamente è al 4° posto in assoluto...
Citazione da: "tiglio1971"
ma per passare da "aficionado" ad un livello più alto che si deve fare??? :D

Nemoiudex

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 445
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #73 il: 12 Mar 2010, 18:40 »
Citazione da: "tiglio1971"
mi sono posto anch'io il problema e credo che.....sì, l'avvocato a partire dal 20/03/2010 sia tenuto ad informare sempre e comunque il cliente con riferimento alla possibilità di ricorrere alla mediazione... e non solo per le cause per le quali diventerà obbligatoria a pena di inammissibilità, bensì per ogni controversia.

e se mi dice sì, facciamolo?
al momento non c'è la possibilità di espletarlo...
è un difetto di coordinamento!!!

attola

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2548
la mediazione civile....e commerciale
« Risposta #74 il: 12 Mar 2010, 22:21 »
così facendo, tiglio1971, c'è anche il non trascurabile rischio di finire arrosto come nigri... :D

Citazione da: "nigripennis"
scrivere una marea si post inutili, come la sottoscritta, che modestamente è al 4° posto in assoluto...
Citazione da: "tiglio1971"
ma per passare da "aficionado" ad un livello più alto che si deve fare??? :D


Scherzi a parte, evitare gli OT può essere un buon inizio... ;)
Per tutto il resto,
http://www.praticanti.altervista.org/index.php?name=PNphpBB2&file=viewtopic&t=10514

 

violazione diritto d'autore e costituzione parte civile

Aperto da ranfraSezione [ Procedura Penale ]

Risposte: 3
Visite: 1825
Ultimo post 17 Giu 2006, 18:42
da tesy
veste giuridica richiesta avviamento commerciale

Aperto da codicilloSezione [ Locazioni & Vendite ]

Risposte: 3
Visite: 2075
Ultimo post 08 Gen 2010, 09:59
da nigripennis
vendo/scambio codice di procedura civile 2014

Aperto da carleosSezione [ Mercatino Giuridico ]

Risposte: 1
Visite: 633
Ultimo post 09 Dic 2014, 10:53
da nigripennis
Vendo codici civile e penale CEDAM 2013 + Tramontano 2013

Aperto da anemone22Sezione [ Mercatino Giuridico ]

Risposte: 1
Visite: 769
Ultimo post 20 Ott 2014, 15:38
da corallia
Vendo codice procedura civile

Aperto da ste83Sezione [ Mercatino Giuridico ]

Risposte: 0
Visite: 1741
Ultimo post 31 Mag 2011, 19:22
da ste83
Vendo codice civile La Tribuna settembre 2012

Aperto da frenci87Sezione [ Esame di avvocato CdA Bologna ]

Risposte: 0
Visite: 2511
Ultimo post 09 Nov 2012, 00:22
da frenci87
Vendo appunti di diritto civile - Torrente Schlesinger

Aperto da avvocatomnSezione [ Mercatino Giuridico ]

Risposte: 0
Visite: 1004
Ultimo post 24 Mag 2016, 13:46
da avvocatomn
valore commerciale di un autocarro usato

Aperto da drfioreSezione [Discussioni su nuove norme, avvocatura, sentenze e casi del giorno ]

Risposte: 3
Visite: 984
Ultimo post 10 Gen 2007, 15:13
da iaena
Utilità costituzione parte civile o giudizio civile separato

Aperto da skassaSezione [ Procedura Penale ]

Risposte: 0
Visite: 1005
Ultimo post 15 Dic 2013, 10:00
da skassa
Usucapione e mediazione - mancata citazione di un soggetto

Aperto da skassaSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 3
Visite: 1355
Ultimo post 14 Gen 2014, 10:43
da carleos