Autore Topic: Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?  (Letto 41656 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Slf

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 131
ciao ragazzi,

ho scoperto che sul forum era presente una bella sezione sui "soprusi" e oggi, nella mia condizione, mi sento un po' meno solo.

C'è qualcuno che come me ha abbandonato lo studio? come vi siete organizzati da praticanti abilitati senza uno studio? ha senso cercarne un altro? si può stare per diversi mesi fuori dai tribunali in attesa del titolo?

riste

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1112
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #1 il: 20 Gennaio 2009, 15:58:23 »
ciao....benvenuto...........

si che ci si può stare..........eccome........perchè no??????????? il problema è che più stai fuori dal giro più è difficile rientrarci............a me è successo...............mi sono fermata 8 mesi (fine gravidanza-parto-svezzamento del pupo).........e ritornare nel giro è stata durissima..............

cerca uno studio alla velocità della luce............se stai a casa le occasioni non ti suonano al campanello  :wink:

ruggi

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1227
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #2 il: 20 Gennaio 2009, 16:01:22 »
a me quell' "angelo " asservito alla Magistratura tanto che faceva anche il v.pretore onorario mi mandò via perchè mi ero ammalato troppe volte in due mesi!
Incredibile questa  casta di servi dela Magistratura!

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 32250
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #3 il: 21 Gennaio 2009, 11:00:55 »
concordo sul fatto che più si sta fuori dal giro peggio è. è difficilissimo rientrare. e intanto gli anni passano, non sei più quel giovane praticante neolaureato e anche qs può fare la differenza in un ipotetico studio dove andrai a chiedere.
io son stata a casa agosto (ferie), sett-ott-nov-dic per preparazione esame, sono tornata in gennaio (per due anni) ed è stato molto difficle, mi sembrava di essere atterrata sulla luna, non ricordavo più neanche le stupidaggini.
se stai a casa, a meno che tu non abbia un SACCO di lavoro tuo, la targa e uno studiolo, come fai a combinare qualcosa?
cercati uno studio, non è che sia meglio: è indispensabile.
poi, se lo studio nuovo fa schifo (e ormai sai com'è l'andazzo), mica hai sposato il dominus, te ne puoi andare quando vuoi.
io sono stata 4 anni nello stesso studio per paura di trovare di peggio e non sai che errore che ho fatto (e la mia preparazione ne sa qualcosa!)

Slf

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 131
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #4 il: 21 Gennaio 2009, 12:04:08 »
una breve premessa a ciò che dirò nel messaggio successivo

pratica nel primo studio
Ho iniziato il periodo di pratica nel 2005 presso uno studio legale specializzato in incidentistica stradale e diritto amministrativo.
Dopo un buon periodo di permanenza in questo studio però ho fatto le seguenti considerazioni:

pro:


1) ottimi rapporti personali con tutti e clima veramente sereno
2) rispetto per il lavoro di ognuno
3) "regalini" semestrali per complessivi 1.000€ circa annuali
4) spese interamente pagate
5) studio avviato
6) tanta cancelleria e tanta attività d'udienza
7) sporadici contatti con i clienti
8] avevo una sistemazione dignitosa (stanza e scrivania)


contro:


1) mi occupavo solo di incidentistica stradale, qualche causa condominiale e in minima parte di amministrativo quindi facevo sempre e solo le stesse cose
2) lavoro a "puzzle" ,nel senso che poteva essermi chiesto di preparare una citazione ma non era detto che le successive memorie 183 VI comma sarebbero toccate a me. Idem per l'attività d'udienza, potevo essere presente io all'udienza di prima comparizione ma potevo nuovamente essere presente ad esempio in sede di precisazione delle conclusioni saltando tutti i passaggi intermedi
3) il dominus aveva pochissimo tempo per correggere gli atti di noi praticanti e la sua attenzione era minima
4) non avevo tempo per studiare, per la scuola forense e per qualsiasi altra occasione "esterna" di crescita
5) ero un fantasma in clausura (ero sempre in studio e in tribunale ed il fine settimana ero stremato e uscivo poco)


Pratica nel secondo studio

Successivamente ebbi modo di conoscere il nuovo dominus il quale mi disse che aveva l'esigenza di aver un collaboratore che lo aiutasse con ottime prospettive di guadagni immediati. Mi informai in giro e in molti mi invitarono ad accettare la proposta dicendomi frasi tipo "saresti il solo praticante", "avresti grandi opportunità", "il dominus è apprezzato nell'ambiente", "incomincerai a guaadaganre come si deve" etc etc etc
Volete sapere dopo il "passaggio" quali sono stati i "pro" e i "contro"?

Pro:

1) in studio seguivo tutto, veramente tutto, dalla A alla Z
2) in tribunale seguivo tutto , veramente tutto, dalla A alla Z
3) mi occupavo di qualsiasi cosa riguardante civile e penale (separazioni,recupero crediti,procedimenti penali..)
4) massima fiducia e responsabilità nella mia attività
5) avevo una sistemazione dignitosa (stanza e scrivania)

contro:

1) offese personali di qualsiasi tipo subite dal dominus in studio,in udienza, dinanzi ai colleghi,dinanzi agli amici,dinanzi i cancellieri (anche con vere e proprie ingiurie verbali)
2) nessun guadagno (mi si diceva sempre che il periodo era brutto)
3) il dominus non mi prestava mai attenzione e se un mio atto non gli piaceva mi offendeva e se lo "aggiustava" da solo
4) rapporti interpersonali con il dominus pessimi (era sempre stressato e si infastidiva su tutto)
5) poche possibilità di apprendere (mi diceva che non dovevo fare domande e che le risposte dovevo cercarmele da solo)
6) clima in studio molto ma molto pesante
7) nessun contatto con i clienti (tranne per ricevere pagamenti o allegati)
8] organizzazione dello studio totalmente caotica e non funzionale
9) lavoro 7 giorni su 7 con pochissime possibilità di riposarsi o fare altro

Slf

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 131
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #5 il: 21 Gennaio 2009, 12:27:54 »
Detto ciò, penso che comunque 3 anni di pratica, se fatti discretamente,  permettono di crescere ed apprendere al fine di incominciare a muoversi autonomamente, malgrado ci si possa sentire impreparati e ancora inesperti (molti avvocati lo si sentono anche dopo decenni)
Questo penso che possa valere per me e per tantissimi altri colleghi.

Collaborare con qualche avvocato è essenziale e decisivo  ma dopo il raggiungimento del titolo che fare?Molti diranno che la permanenza in studio ed in tribunale è importante però vorrei fare qualche altra considerazione:

1) abbiamo scelto di fare i liberi professionisti.
Rimanere troppi anni "sotto" un dominus può darci la tranquillità e la serenità di avere un "conforto" ed una spalla ma se vogliamo metterci in gioco non è preferibile provare a muoversi autonomamente? non è preferibile incominciare ad abituare il cliente a recarsi nel nostro studio anzichè nello studio professionale di altri?

2) collaborazioni
siamo sicuri che fuori dallo studio del dominus non vi siano possibilità differenti per confrontarsi e per crescere?

3) clientela
siamo sicuri che stare rinchiusi anni fra tribunali e studi legali, solamente con operatori del settore, possa favorirci per l'acquisizione di una futura clientela nostra e per l'avvio di una nostra attività autonoma

4) avvocati impiegati degli studi
siamo sicuri che rimanere all'interno degli studi in cui abbiamo praticato possa permetterci, raggiunto il titolo, di avere un tornaconto economico mensile dignitoso? da ciò che sento buona parte degli abilitati facevano la fame prima e continuano a farla anche dopo

miriam5

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 205
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #6 il: 21 Gennaio 2009, 17:33:39 »
allora nello studio fino al titolo ci si può stare quando si ha il titolo bisogna andarsene a meno che non si inizia un'attività di collaborazione nell'attesa del titolo si può anche cercare uno studio dove i praticanti vengano trattati come collaboratori il tutto dipende da come il dominus imposta il rapporto con i praticanti

Hartman

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4234
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #7 il: 23 Giugno 2009, 17:34:57 »
____________________________________________________________
Citazione da: "miriam5"
allora nello studio fino al titolo ci si può stare


dipende come ti trattano,al limite si può sembre cambiare studio

Citazione da: "miriam5"
quando si ha il titolo bisogna andarsene a meno che non si inizia un'attività di collaborazione nell'attesa del titolo si può anche cercare uno studio dove i praticanti vengano trattati come collaboratori il tutto dipende da come il dominus imposta il rapporto con i praticanti


ci vogliono nell'ordine:

1.money
2.gentilezza
3.orari flessibili

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13972
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #8 il: 23 Giugno 2009, 18:21:18 »
la risposta a questo topic è : nessuna

Hartman

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4234
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #9 il: 23 Giugno 2009, 22:56:14 »
non sono propriamente d'accordo, in qualche studio il lavoro è ben "pagato" con qualche incarico rilasciato al collaboratore

ASK

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 475
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #10 il: 24 Giugno 2009, 00:39:55 »
Forza e coraggio ragazzi

E' dopo la pratica che dovete farVi Valere.

In Italia funziona cosi', lo stesso vale per il sottoscritto a meno che non si hanno parenti ecc.....

Consiglio di frequentare i corsi di aggiornamento e i corsi per l'esame forense nonchè seguire tutte le causeeeeeeeee.-..
ascoltare\\ascoltare\\ascoltare....

proc&doc

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 128
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #11 il: 23 Febbraio 2010, 17:19:10 »
Ho solo un sec, ma questa va nel novero....

avevo un impegno,l'avevo avvisato per tempo che non potevo esserci e il giorno prima mi chiama con la testa bassa e mi fà...lo so che domani non ci sei, ma mi serve proprio una ricerca urgente, puoi restare?
COOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOSA
Ma la cosa più schifosa è che sono rimasta, pure col timore che se non l'avessi fatto mi avrebbe rimpiazziata...l'unica consolazione è che non farà la praticante a vita!!!

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 32250
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #12 il: 23 Febbraio 2010, 17:27:39 »
Questa non l'avevo mai sentita!
Citazione da: "Slf"
studio legale specializzato in incidentistica stradale

 :lol:  :D

fenoglio

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 386
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #13 il: 24 Febbraio 2010, 15:58:41 »
incidentistica e amministrativo!
Parafangaio e diritto aulico...Però!

Ninfotta

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 73
Praticanti/Avvocati negli studi legali: quali prospettive?
« Risposta #14 il: 01 Maggio 2010, 11:02:39 »
Riprendo la discussione, perché ultimamente il mio dominus sta dando il peggio di se. Oltre a fare moooolta attività di segreteria e pochissimi atti, l'altro giorno mi ha fatto comunicare dalla mia collega (nemmeno l'educazione di dirmelo personalmente) che da quel momento in avanti io e lei ci saremmo dovute occupare dell'acquisto online dell'acqua, della carta igienica, dei succhi di frutta, dei bicchierini da caffè,ecc. per lo studio......alla mia ribelione sia per la richiesta che è a dir poco folle che per il fatto che non avesse avuto la buona educazione di dirmelo personalmente , si è persino incavolato! Mi ha detto che lo comunicherà al resto degli avvocati che c'è a studio: lo facesse!!!! E poi mi venissero tutti a dire qualcosa in una bella riunione collettiva così gli presento il conto di parecchie cosucce arretrate....


 

Notificazione decreto ingiuntivo e spese legali

Aperto da giacomoSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 2
Visite: 1262
Ultimo post 31 Luglio 2002, 15:56:11
da giacomo
CTU e Praticanti..help me...

Aperto da SlangSezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 9
Visite: 1354
Ultimo post 01 Ottobre 2002, 16:19:06
da splugen
Pareri legali

Aperto da Jack75Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 3
Visite: 1613
Ultimo post 17 Ottobre 2002, 16:53:47
da Anonymous
esame: quali le percentuali?

Aperto da bovaSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 1
Visite: 1000
Ultimo post 20 Novembre 2002, 13:33:04
da Fra
diventare avvocati: ne vale la pena?

Aperto da AnonymousSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 15
Visite: 4401
Ultimo post 21 Novembre 2002, 10:31:38
da Anonymous
Quali libri usare per l'esame orale 2002

Aperto da GUNDAMSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 5
Visite: 1483
Ultimo post 29 Novembre 2002, 17:34:15
da GUNDAM
p.i.p.- piano d'inserimento professionale per praticanti avv

Aperto da odioigiudicidipaceSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 1
Visite: 1300
Ultimo post 11 Febbraio 2003, 16:33:04
da Mork
Quali CODICI????

Aperto da VampireSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 2
Visite: 1348
Ultimo post 16 Marzo 2003, 12:02:26
da Vampire
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata



Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati

 
Annunci Sponsorizzati


Annunci Google