Autore Topic: Desolatamente discriminata  (Letto 40856 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

desolata

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 31
Desolatamente discriminata
« il: 26 Feb 2006, 19:48 »
Ero una ex praticante che si e' assentata dallo studio per un paio di mesi per prepararmi per l'orale.
Passato l'esame mi rispresento dal mio dominus.... Una donna brutta, frustrata e insoddisfatta...
per concretizzare gli accordi che avevamo a parole preso prima dell'esame, la trovo arrabbiatissima e scostante nei miei confronti.
Subito inizia con dei discorsi strani sugli orientamenti sessuali delle persone, poi mi spiattella in faccia che in Tribunale ha appreso da colleghi che io sono lesbica e che probabilmente mezzo tribunale crede che io e lei abbiamo una storia.
Che questo fatto portera' il discredito sullo studio.... che io non avrei mai dovuto permettermi di fare la praticante presso di lei, che gli ho causato dei danni economici incredibile nonche' di immagine!!!
E' vero ho una relazione con un medico donna da 4 anni... Bene ho cosi' appreso che dopo tanti sacrifici la mia identita' non e' compatibile con il decoro, la probita' e la lealta' richiesta per svolgere tale nobilissima professione!!!
mi sono studiata a memoria tutto il codice penale, e la deontologia, ma una incompatibilita' del genere non esiste!!!
Ora dovro' studiarmi pure civile per predisporre la mia difesa nel caso che mi chieda e danni.
magari le mie scelte possono non essere condivise, potranno magari nuocermi professionalemnte o forse no, non lo so sinceramente e non e' mai stato un problema per me!!!
ma non avevo pensato che le mie scelte potevano causare tutti questi danni!
Mi sento uno schifo!!! perche' ho scritto? Per valutare se pensiate che questa mia vita sia davvero cosi' riprorevole e incompatibile con la nostra professione!!!

fuego

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 558
Desolatamente discriminata
« Risposta #1 il: 26 Feb 2006, 20:02 »
Mettiti in proprio e risolvi ogni problema. Dopo presa l'abilitazione è sempre cosa preferibile

Probabilmente la ex domina non aveva voglia di pagare una ex praticante.

Non redo c'entrino molto le scelte sessuali. Forse semplicemente lei non scopa e si incazza con tutti queli che hanno una vita sessuale/sentimentale appagante.

dottorino

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 11362
Re: Desolatamente discriminata
« Risposta #2 il: 26 Feb 2006, 20:19 »
.
Citazione da: "desolata"

Subito inizia con dei discorsi strani sugli orientamenti sessuali delle persone, poi mi spiattella in faccia che in Tribunale ha appreso da colleghi che io sono lesbica e che probabilmente mezzo tribunale crede che io e lei abbiamo una storia.
Che questo fatto portera' il discredito sullo studio.... che io non avrei mai dovuto permettermi di fare la praticante presso di lei, che gli ho causato dei danni economici incredibile nonche' di immagine!!!
Ora dovro' studiarmi pure civile per predisporre la mia difesa nel caso che mi chieda e danni

quello che penso io è che se lei ti facesse una causa di danni del genere, oltre a farsi ridere dietro da tutto il mondo e a coprirsi di m. erda da sola, straperderebbe con condanna per lite temeraria. anzi tu potresti citarla in riconvenzione per i gravissimi danni morali. ma anzi perchè aspettare che attacchi lei? se potessi procurarti delle prove delle cose che ti ha detto, potresti farle causa tu.

davvero una gran cultura anche costituzionale ha dimostrato, questa esimia collega

non scherziamo, desolata. manda a fare in k.ulo quest'arpia e prosegui da sola, o con altro/a professionista

giannimartino

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 344
Desolatamente discriminata
« Risposta #3 il: 26 Feb 2006, 20:21 »
se non crei scandalo pubblico non vedo il problema
certo se in tribunale cammini mano nella mano di una donna,,
se no,,sei a posto

desolata

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 31
Desolatamente discriminata
« Risposta #4 il: 26 Feb 2006, 20:38 »
Vi ringrazio ragazzi....
Un po' meno renato che subordina la sua considerazione a circostanze marginale!!!
E' che mi ha sconvolta non poco questa situazione, sono ingenua!!!
Ero cosi' felice per l'esame, per il mio futuro...
Ora spero che un altro avvocato voglia la mia collaborazione e non so nemmeno se devo dire la mia identita' o tenerla per me... perche' temo che ricapiti ancora.
So che la cosa migliore e' mettermi da sola, ma per il momento ho ancora tanto da imparare e scarisssimi fondi....
Vediamo.... altrimenti cambio lavoro!!!

patty77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1452
Desolatamente discriminata
« Risposta #5 il: 26 Feb 2006, 20:59 »
scusami desolata, perchè dovresti spiattellare al prossimo avvocato col quale collaborerai la tua omosessualità?
L'identità sessuale è un qualcosa che prescinde dalla professione che qualcuno svolge e soprattutto gli eterosessuali non sono lavorativamente migliori degli omosessuali.
Del resto non credo che ad un colloquio con uno studio un eterosessuale debba specificare al dominus che ama ad esempio  le pratiche sadomaso  :D
quanto a renatoo: sei patetico.

afgibi

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 5802
Desolatamente discriminata
« Risposta #6 il: 26 Feb 2006, 22:06 »
Che disgusto

Non posso far altro che esprimerti ogni più viva solidarietà e aderire al saggio commento di Dottorino.

Povera Italia, così bella e così sfortunata

renoir74

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 371
Desolatamente discriminata
« Risposta #7 il: 26 Feb 2006, 22:22 »
Le cose sono due:
1) La tipa scopa poco e probabilmente gli piacevi pure!
2) Più seriamente, ha un cervello simile a quello di una vongola, quindi se vai via da quello studio puoi ritenerti fortunata, anche a livello professionale.
Cerca un altro studio (mettersi da soli all'inizio è quasi proibitivo), non ritengo che tu debba raccontare le tue scelte sessuali, non hanno alcuna importanza ai fini della scelta...
E soprattutto, ricordati che la ruota gira sempre, pensa alla goduria un giorno quando ti troverai la tua ex dominus come controparte...
;-)
In bocca al lupo!
Ciao

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13999
Desolatamente discriminata
« Risposta #8 il: 27 Feb 2006, 01:10 »
Non è riprovevole essere lesbiche od omosessuali e non reca nocumento al prestigio( ma quale poi? boh) della professione ...

Tutto ciò che attiene al sesso dovrebbe rimanere confinato al proprio letto, divano, lavandino, lavatrice, tavolo da cucina, idromassaggio e chi più ne ha più ne metta ( di altre location eh ;-) ).

Penso siano più indecorse certe mises che si aggirano impunite per tribunali, tra cui, ultime ed obbrobriose tendenza, i jeans femminili imbrillantinati o gli stivali mod belstaff con pantaloni indossati dentro.
Insuperabile l'avv.ssa con brillantino al naso stile zulu...

Per qto concerne il fashion look maschile curiosamente barbaro il nodo alla cravatta portato ad altezza sterno..

iason

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1144
Desolatamente discriminata
« Risposta #9 il: 27 Feb 2006, 10:52 »
Cara Desolata,
mi sembri una ragazza equilibrata che vive la propria sessualità in modo sereno. Non consentire a quella "donna" di renderti triste e scoraggiata!
Molti ti dicono che  l'identità sessuale deve rimanere fuori dall'ambiente professionale... eppure nel tuo caso altri hanno fatto sì che la tua condizione fosse metro di giudizio delle tue capacità lavorative. A questo punto, fossi in te, denuncerei il comportamento del tuo dominus al CdO di appartenenza.
Ci vuole coraggio per portare la bandiera per sè e per altri... ma mi permetto di ricordare che le conquiste sociali, di cui tutti godiamo, le dobbiamo a persone che hanno saputo affrontare la discriminazione a testa alta.
Buona fortuna  :)

odioivarieta

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 416
Desolatamente discriminata
« Risposta #10 il: 27 Feb 2006, 11:22 »
Cara desolata: chissà quante lesbiche e quanti gay circolano in Tribunale in clandestinità o magari anche alla luce del sole.
Fregatene! Poi, non so dove eserciti, ma è chiaro che nella profonda provincia qualche problmemino in più c'è. Però ripeto, secondo me i Trib ne sono pieni.
E tu vai con chi ti pare. Anzi, già che ci sono votate Rosa nel Pugno così ci civilizziamo un pò con il resto d'europa introducendo i Pacs.

Ash(reparto-ferramenta)

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2449
Desolatamente discriminata
« Risposta #11 il: 27 Feb 2006, 11:22 »
in breve:

1. a sto remake in toni edulcorati di "Philadelphia" non ci credo manco sotto tortura.

2. se, per di più, pensi davvero che ti si possa fare una causa adducendo simili motivi caro/a desolata, penso proprio che la cosa di cui ti dovresti più preoccupare non è certo di essere discriminato/a, ma, molto più concretamente, di studiare un pò di diritto (e, per inciso, per ste cose ne basta davvero poco....).

iason

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1144
Desolatamente discriminata
« Risposta #12 il: 27 Feb 2006, 11:29 »
non so come - da una breve narrazione dei fatti - tu possa giungere a delle  conclusioni di questo genere, sia in fatto sia in diritto...

Quota (selezione)

studiare un pò di diritto (e, per inciso, per ste cose ne basta davvero poco....).


se è per questo basta avere un po' di educazione ( e, per inciso, per ste cose ne basta davvero poca....)!

fuego

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 558
Desolatamente discriminata
« Risposta #13 il: 27 Feb 2006, 11:37 »
Citazione da: "odioivarieta"
E tu vai con chi ti pare. Anzi, già che ci sono votate Rosa nel Pugno così ci civilizziamo un pò con il resto d'europa introducendo i Pacs.


Hai ragione. anche io voterò la Rosa nel Pugno, per combattere questa Italia clericale e bigotta, che condanna e nasconde l'omosessualità sotto un abito di prete, piuttosto che farla vivere alla luce del sole.

Voterò la Rosa nel Pugno per abbattere le corporazioni, le categorie protette e gli ordini professionali.

bt

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4706
Desolatamente discriminata
« Risposta #14 il: 27 Feb 2006, 11:46 »
O.T
siamo in periodo di par condicio, indi se dite rosa nel pugno dovetee dire in ordine sparso: unione, f.i., lega, prci, e così via...
:D
F.to
La commissione di vigilanza e miralanza

giampaolo

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 202
Desolatamente discriminata
« Risposta #15 il: 27 Feb 2006, 12:05 »
ma non è necessario esprimere le proprie tendenze sessuali per fare la professione o la pratica

kico

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 216
Desolatamente discriminata
« Risposta #16 il: 27 Feb 2006, 12:13 »
Ciao desolata, intanto ti dico che certa gente (leggi tuo dominus) è meglio perderla che trovarla. Quindi, dal fatto che lei ti abbia scaricata non potrai che trarne giovamento. Anche professionale. Da quello che Tu dici, ritengo, comunque, che la storia della tua relazione sia stata solo una bufala ed un pretesto perchè, probabilmente, non voleva più pagare una praticante o con te non andava più d'accordo (la sessualità non c'entra nulla). Ora non devi fare altro che rasserenarTi un poco e guardarTi in giro alla ricerca di un altro studio legale cui collocarTi.  Se sei a Milano guarda il sito del consiglio dell'ordine, sono pubblicati degli annunci di studi che cercano.

p.s La Tua sessualità non è di dominio pubblico, ma è una cosa personale, forse la più personale. Non penso sia una cosa ragionevole, sopratutto per Te, andare a dire al dominus che ti farà il colloquio "piacere, mi chiamo.........per Lei è un problema se ho questo orientamento sessuale?........" Io penso che per la gente dotata di un minimo di intelletto l'orientamento sessuale di una persona (in ogni modo decoroso) non rappresenti alcun problema. Quella con cui ti sei scontrata rappresentava l'eccezione, non dimenticarlo..... Alle persone con cui lavori interessa il tuo impegno e la serietà personale e nel lavoro.
Quindi, guarda avanti, senza vergogna alcuna e senza rimproverarTi nulla e.....buon lavoro. In bocca al lupo. Kico

p.s. 2 In ordine a renatoo, non ti curar di Lui, è così che ci vuoi fare!  I navigatori di questo forum che lo conoscono, lo tengono così, per jolly.

Ciao

odioivarieta

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 416
Desolatamente discriminata
« Risposta #17 il: 27 Feb 2006, 12:16 »
caro bt, e va bene la par condicio. Ma se andiamo a vedere i dati tv col Berlusca che tra poco ci viene a citofonare, potresti ben compensare l'oscuramento della rosa nel pugno.
Cmq, ubbidiamo.
Ps. Fuego: certo, per me vale anche il resto che hai aggiunto tu...

desolata

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 31
Desolatamente discriminata
« Risposta #18 il: 27 Feb 2006, 12:21 »
Per Ash...
Evidentemente il mio problema non e' una causa civile per danni!!!
Era solamente una forma per sdramatizzare la mia condizione, opportunamente inserita in questo forum ove cio' che mi accomuna a Voi e' la scelta professionale. Ti assicuro che di diritto ne ho studiato, anche troppo, purtroppo!!!
E' una brutta sensazione quella che vivo!
Se devo essere sincera non mi sono mai sentita diversa, discriminata ne' ho mai incontrato nessuno che mi facesse vivere emozioni del genere.
Certamente non ho mai sbandierato nulla di me... chi voleva sapere poteva perche' nemmeno ho mai nascosto la mia vita, per non causarmi inutili situazioni border line.
Mi fa piacere conoscere il Vostro pensiero, che credo sincero, perche' come ripeto non avevo mai vissuto prima di questi giorni una situazione cosi' tremenda....
Non la auguro a nessuno.... Sono in un foro di provincia, di 500 avvocati, comprendo che qualcuno possa non condividere la mia vita... inizialmente nemmeno io l'accettavo!!!
ma sentirsi dire quelle cose, senza poter reagire, schiavizzata fino al giorno prima con tante promesse, e poi trattata peggio di un animale!!!
E' stato bruttissimo. Ne ho parlato solo con Voi, ai miei non posso dire nulla, ho detto loro che provero' ad andare a milano, perche' non gradisco la proposta di collaborazione fattami dalla Dominus, e non oso pensare alle cose che ora dira' in Trib su di me, visto che la sua piu' grande paura e' che la gente possa pensare ad una nostra relazione!
Io le ho solamente detto che questa storia e' pazzesca, che non credo che pensino questa cosa.. le ho detto, "allora non posso piu' nemmeno uscire con una amica, altrimenti cala il velo dell'omosessualita' anche su di lei?"
Mi ha detto che sono stata meschina, non sincera, e che per lei posso stare con tutte le lesbiche del momdo ma non dovevo stare nel suo studio ed osare andare a casa di sua madre, che se sapesse una cosa del genere ne morirebbe!!!
Non credo di dire nulla al prossimo dominus.... ma mi sentiro sporca e avro' paura che riaccada, mi tocchera' vivere nella menzogna!!!
Ash tu che ne sai tanto di diritto: come la chiami questa situazione?

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13999
Desolatamente discriminata
« Risposta #19 il: 27 Feb 2006, 12:24 »
Come mai sei lesbica ?

kico

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 216
Desolatamente discriminata
« Risposta #20 il: 27 Feb 2006, 12:28 »
per an.

Come mai io e Te siamo etero?

scusa ma che domanda è?

mokado

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 8908
Desolatamente discriminata
« Risposta #21 il: 27 Feb 2006, 12:49 »
Citazione da: "desolata"
ho detto loro che provero' ad andare a milano


non è detto che caschi mejo, anzi...

PINDARO

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2624
Desolatamente discriminata
« Risposta #22 il: 27 Feb 2006, 13:15 »
Cara desolata,
non immagini quanto ci sono irmasto male quando ho letto il tuo post!
A mio modesto modo di vedere le cose non credo che quella simpatica signora possa chiederti i danni solo perche (lei ritiene) che le hai rovinato l'immagine. A parte il fatto che nell'eventulità di una causa civile potresti sempre dire che in base all'amicizia che si era creata le avevi un giorno confidato che davvero ti piacciono le donne, e che lei se ne è avvalsa solo per buttarti fuori dallo studio!
Peraltro non credo ci sia nulla di male se un avvocato sia gay: non credo che la vita privata debba essere confusa con la professione. Ci sono tante z.ccole in tribunale...quelle non le vedono? E degli uomini gay che vanno rimorchiando altri uomini? Sai quantio ne ho visti? Credo che finchè non si offende il decoro di qualcuno, non si può e non si deve rimproverare niente a nessuno!
Non mi si venisse a dire che tutti gli avvocati (e i magistrati) da quando sono entrati nel mondo forense si sono dati all'ascetiscmo! Sei sempre stata una persona discreta, non vedo perchè questa deve venire a romperti le scatole proprio adesso!
Secondo me è solo una scusa per liquidarti!
Non farti fregare, sei troppo intelligente per lasciarti andare a critiche del tuo dominus. cambia studio e vedrai che se trovi una persona intelligente penserà poco alle tue preferenze sessualli e molto al tuo modo e capacità di lavorare!
Ad majora semper!

renatoo

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 485
Desolatamente discriminata
« Risposta #23 il: 27 Feb 2006, 13:50 »
desolata hai tutta la mia comprensione. Anche io sono gay e mi sono trovato in una situaizone simile. Solo che per gli uomini è diverso perchè le donne gaie attizzano ma gli uomini gay fanno schifo alla gente. Fai come ho fatto io, tieni duro e se sei una brava professionista la gente ti apprezzaerà.

desolata

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 31
Desolatamente discriminata
« Risposta #24 il: 27 Feb 2006, 13:59 »
Ma dai renato!!!! Mi hai fatto sorridere, almeno!!!