Autore Topic: Desolatamente discriminata  (Letto 40683 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

mokado

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 8908
Desolatamente discriminata
« Risposta #75 il: 28 Feb 2006, 12:52 »
Citazione da: "bt"
oggi:  
Quota (selezione)

mi risulta strano che tendano a precisare con forza la propria eterosessualità.

ieri
Quota (selezione)

Io, cmq, tanto per chiarire, non ho amici nè frequentazioni gay e lesbo.

Andiamo avanti.
 


l'altro ieri:

Quota (selezione)
il qulo più bello che abbia mai visto è quello di un tramone

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13998
Desolatamente discriminata
« Risposta #76 il: 28 Feb 2006, 12:58 »
Bt, non fare cammellate anche tu...
Riporta il mio pensiero integralmente :
Quota (selezione)
E , cmq, tutti questi paladini dell'omosessualità, anche in questa sede, mi risulta strano che tendano a precisare con forza la propria eterosessualità..
Era evidente mi riferissi allo strano contrasto che esiste tra chi da un lato è in prima fila per i diritti degli omosessuali e dall'altro non perde occasione per dichiarare la propria eterosessualità...mi sa un po' troppo di politically correct, tipico di certa sinistra e pertanto finto. Insomma, un po' come la scena di Pillitteri davanti ai tranvieri che si lamentavano dela massiccia presenza di rom ladruncoli o di Bertinotti che si mischia alla nobiltà milanese per la prima scaligera.

Ora, per tornare in topic , siccome la natura del praticantato è assimilabile allo ius vitae ac necis, credo che non vi sia alcun rimedio esperibile qualora il dominus intenda allontanare il praticante per i motivi più disparati(alito pesante, puzza di piedi, omosessualità dichiarata, fede milanista ).....diversa sarebbe una segnalazione al consiglio dell'ordine, ma tale esposto dovrebbe essere suffragato da prove concrete ( testimonianze, confesisone del dominus,lettere..)

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13998
Desolatamente discriminata
« Risposta #77 il: 28 Feb 2006, 13:04 »
ah ah ah ah
Citazione da: "mokado"

l'altro ieri:

Quota (selezione)
il qulo più bello che abbia mai visto è quello di un tramone


e cos'è un tramone ?  :shock:

un travone, forse, volevi dire ......

Confermo, confermo....ah ah ah ah ah ah

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Desolatamente discriminata
« Risposta #78 il: 28 Feb 2006, 13:10 »
a parte le scimmie bonobo (spettacolari, considerato che vivono la loro esistenza in funzione del sesso) non ne ricordo tantissime.
Quota (selezione)

Esistono centinaia di specie animali che praticano l'omosessaulità in NATURA.

valentina76

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3744
Desolatamente discriminata
« Risposta #79 il: 28 Feb 2006, 13:35 »
io si, eppure, tanto per chiarire, continuo ad essere eterosessuale (questo lo devo precisare per bt & co.  :wink: ).
Citazione da: "an"

Io, cmq, tanto per chiarire, non ho amici nè frequentazioni gay e lesbo.

sono ben altre le persone da cui ho preferito allontanarmi, e cioè quelle che non hanno ancora capito che se continuano a cercare la (spesso inesistente) pagliuzza nell'occhio degli altri, ben presto si ritroveranno l'occhio squarciato non dalla trave che avevano, ma da un intero palo della luce.
Ma questa è un'altra storia che ovviamente, come tutti i post scritti dai forumisti che sono intervenuti, non riguarda nessun forumista  :twisted: , e quindi non è il caso di tediarvi....

patty77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1452
Desolatamente discriminata
« Risposta #80 il: 28 Feb 2006, 13:36 »
io ho lavorato con un collega omosessuale per molti mesi (prima che fossi io a lasciare lo studio e non lui) e devo dire che non mi ha mai turbato la cosa, anzi siamo in ottimi rapporti e non ho mai pensato che la sua omosessualità potesse costituire un deficit nell'attività lavorativa.
Sono piuttosto turbata dalle sciocchezze che sento dire qua dentro!

Careca

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 14
Desolatamente discriminata
« Risposta #81 il: 28 Feb 2006, 14:13 »
Macguffin ha scritto:
Careca: io trovo che a volte sia anche bello, nell'arco di un'esistenza, alzare la testa.
La questione qui non è il giudizio, ma la discriminazione.
E la discriminazione è una brutta bestia, l'accettazione degli altri non serve, ma il riconoscimento dei propri diritti è un'altra cosa.


Con il messaggio che avevo mandato volevo dire a fuego che non si può attaccare la chiesa su una discriminazione fatta da un'avv. che magari non è neanche cattolico.La colpa della discriminazione patita da desolata non è della chiesa ma del suo dominus.
Io non dico che deve essere accettato il comportamento tenuto da quell'avv. anzi è da non condividere ed è la stessa desolata che deve dirlo al suo dominus.
Tu poni su due piani distinti i termini giudizio e discriminazione ma nel momento in cui si discrimina sessualmente una persona si da un giudizio sulla sua vita sessuale.
Per desolata...
mi dispiace che il tuo stato d'animo sia quello attuale ma non puoi permettere che le parole di quella persona ti impediscano di raggiungere gli obbiettivi che ti eri prefissata e soprattutto mettano in dubbio le tue convinzioni.

mokado

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 8908
Desolatamente discriminata
« Risposta #82 il: 28 Feb 2006, 14:14 »
no no, intendevo proprio traMone co la M.

http://community.girlpower.it/precedente-vt5271.html?view=previous

So contento che ridi soddisfatto

mokado

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 8908
Desolatamente discriminata
« Risposta #83 il: 28 Feb 2006, 14:19 »
..

fuego

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 558
Desolatamente discriminata
« Risposta #84 il: 28 Feb 2006, 14:45 »
Citazione da: "chillenu"
a parte le scimmie bonobo (spettacolari, considerato che vivono la loro esistenza in funzione del sesso) non ne ricordo tantissime.
Quota (selezione)

Esistono centinaia di specie animali che praticano l'omosessaulità in NATURA.

Che le tue conoscenze si limitino alle scimmie non significa che la scienza si limiti alle tue conoscenza.

In NATURA esistono, al momento, 470 specie animali che praticano l'omosessualità. Dunque l'omosessualità è una cosa perfettamente SECONDO NATURA.

Vi sono centinaia di fonti di questa notiza. Ne riporto solo alcune:
http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessuale
http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_(cause)
http://digilander.libero.it/falcemar/varie/omo/nasce.htm
http://digilander.libero.it/giovannidallorto/attualita/scienza/animali.html
http://www.cassero.it/show.php?580
http://www.giovannidallorto.com/lettere/animali.html

kico

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 216
Desolatamente discriminata
« Risposta #85 il: 28 Feb 2006, 14:51 »
Hai ragione Chillenu. Grazie per le sempre precise e puntuali segnalazioni. Ciao!

macguffin

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 146
Desolatamente discriminata
« Risposta #86 il: 28 Feb 2006, 15:00 »
La revisione del 1973

Nel 1973 l'influente American Psychiatric Association (APA) prese atto dell'assenza di prove scientifiche che giustificassero la precedente catalogazione dell'omosessualità come patologia psichiatrica, cancellandola dal suo elenco delle malattie mentali, il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders.
...........

I motivi scientifici della cancellazione

Fra i difetti e le forme di bias più comuni apparivano:

   1. limitatezza del campione studiato. Alcune teorie erano state formulate su campioni ridottissimi, anche inferiori alle dieci persone, e i risultati erano statisticamente non significativi.
   2. mancanza di un gruppo di controllo. Alcune teorie erano state formulate senza verificare se le condizioni riscontrate in persone omosessuali fossero presenti anche in un gruppo di controllo di persone eterosessuali di condizione simile. In altri casi il gruppo di controllo era presente, però era stato confrontato un campione di omosessuali con disturbi psichiatrici e un campione di eterosessuali privi di disturbi.
   3. bias di selezione del campione di studio. La gran parte degli studi sugli omosessuali era stata compiuta su pazienti psichiatrici, e i disturbi da essi provati erano stati attribuiti all'omosessualità. Gli studi di Evelyn Hooker su omosessuali non psichiatrici, al contrario, non riscontrarono differenze sulla percentuale di persone ben integrate ("well adjusted") che era presente nel campione di omosessuali e nel campione di controllo, composto da eterosessuali non psichiatrici. Un'altra forma di bias consisteva nell'accettazione in terapia solo di pazienti bisessuali o "sessualmente confusi" (per esempio prostituti adolescenti), con l'esclusione degli omosessuali "confermati". In questi casi, la percentuali di "guarigioni" risultava altissima, ma solo per il fatto che le persone "in cura" non erano mai state omosessuali.
   4. bias di altro tipo. L'argomento dell'omosessualità, che è stato oggetto per secoli di pregiudizi radicati, richiede un approccio particolarmente cauto per evitare che i pregiudizi influiscano sui risultati finali. In una situazione del genere, la scienza applica il procedimento del "doppio cieco". Nel caso delle ricerche sull'omosessualità, invece, questo metodo non era stato praticamente mai usato.
   5. mancanza di follow-up. Alcuni terapeuti vantavano altissimi tassi di "guarigione" di omosessuali, che pubblicizzavano anche attraverso pubblicazioni dirette al grande pubblico. Molti però omettevano di riferire se col passare del tempo i pazienti fossero tornati o meno al loro comportamento precedente. Alcune ricerche in tal senso andavano rivelando percentuali significative di ritorno al comportamento omosessuale.
   6. non replicabilità degli studi. Semplicemente, l'elevata percentuale di "guarigioni" vantata da un certo autore non aveva luogo quando la medesima terapia veniva tentata da altri suoi colleghi.

La credibilità e l'efficacia delle terapie dell'omosessualità venne quindi messa in questione fra gli stessi iscritti all'APA da tutti questi motivi assieme, e non da un unico motivo, fosse pure un'azione di lobbying da parte del movimento gay statunitense.

Il quale effettivamente giudicava come la prova d'una discriminazione l'assenza nel manuale diagnostico di una corrispondente categoria per l'"eterosessualità ego-distonica", e chiedeva la cancellazione pura e semplice dell'omosessualità dal manuale stesso.

Tuttavia, descrivere (come fa il Narth) la decisione dell'APA quale "cedimento" di fronte alle proteste del movimento gay si può fare solo a patto di cancellare i risultati di alcuni decenni di ricerche scientifiche. La decisione dell'APA ebbe infatti basi scientifiche e non politiche, anche se è corretto affermare che la pressione politica esercitata dal movimento gay contribuì ad accelerare il processo decisionale, evitando le lungaggini burocratiche che si riscontrarono invece nel caso dell'OMS.

Situazione attuale

Dopo la cancellazione dell'omosessualità ego-distonica dalla lista dell'OMS, la posizione ufficiale del mondo scientifico, sia negli Usa, sia negli altri Paesi occidentali, ivi inclusa l'Italia, è che l'omosessualità costituisce "una variante del comportamento sessuale umano".

Il compito dell'operatore della salute mentale (psicologo, psichiatra, psicoterapeuta) di fronte a un caso di omosessualità ego-distonica è pertanto aiutare il paziente ad armonizzare la sua tendenza con il resto della personalità in modo ego-sintonico, e non quello di modificarne la tendenza.

Posizioni in contrasto con questo enunciato sono contrarie alla posizione ufficiale degli albi professionali degli operatori della salute mentale.

Per chi vuole approfondire:

fonte: Wikipedia (voce: omosessualità (cause))

afgibi

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 5802
Desolatamente discriminata
« Risposta #87 il: 28 Feb 2006, 15:01 »
Premettendo che sono un paladino del farsiicazzipropri in ogni contesto, incluso quello sessuale.
Premettendo altresì che sono quotidianamente circondato da amici gay, con i quali vado in palestra tutti i giorni e al mare d'estate.
E vi posso garantire che mai nessuno ha osato fare mezza battuta, se non da me generata.
Ulteriorente premesso che spesso sono uscito con loro, in locai che qualcuno definirebbe "equivoci", ma un Cuba libre ben fatto e delle chiacchere intelligenti non hanno sesso,
ritengo che questa omofobia, correttamente sottolienato da qualcuno: causata da una obsoleta istituzione, sia pericolosa e stupida.

Anche perchè non capisco cosa possa interessare alla gente se io (generico) vado a letto con Angelina Jolie, Tina Pica, Leopoldo Mastelloni o un nano del circo Barnum.

Detesto poi le inquisizioni se sia "natura" o "contro natura", MA se a uno piace pigliarlo al culo che fastidio da?

Detto ciò Vi comunico che tra i frequntatori della mia palestra (dichiaratamente gay, ma aperta chiaramente a tutti) vi sono 4 primari del principale ospedale ligure, una ventna di stimatissimi colleghi (molti sono nomi noti delle più importanti riviste di Dir. Trasp.), qualche Giudice, commecialisti a perdita d'occhio e via discorrendo, inclusi 3 volti molto noti della TV nazionale (ho scoperto poi, io pensavo solo "l'ho già visto da qualche parte")
E NESSUNO ha mai osato discutere delle abitudini sessuali di tizio o caio.
Forse perchè siamo mediamente persone affermate ed intelligenti...

macguffin

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 146
Desolatamente discriminata
« Risposta #88 il: 28 Feb 2006, 15:06 »
"Vorrei vedervi lavorare gomito a gomito con un gay e vorrei vedere se ciò non vi turba...
Chissà chi sono gli omofobici ?"

Non capisco perché dovrei essere turbato, sinceramente.

bt

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4706
Desolatamente discriminata
« Risposta #89 il: 28 Feb 2006, 15:24 »
impossibile :D
Jibì wrote
Quota (selezione)

io (generico) vado a letto con Angelina Jolie.

possibile  :wink:  :laughing6:
Quota (selezione)

Tina Pica, Leopoldo Mastelloni o un nano del circo Barnum

F.to
1 che aspetta quel DVD la!! :D

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13998
Desolatamente discriminata
« Risposta #90 il: 28 Feb 2006, 15:37 »
ah ah ah ah ah
Citazione da: "afgibi"
Premettendo che sono un paladino del farsiicazzipropri



eh, certo....  
Citazione da: "afgibi"

Forse perchè siamo mediamente persone affermate ed intelligenti...

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13998
Desolatamente discriminata
« Risposta #91 il: 28 Feb 2006, 16:08 »
come al solito non hai capito una bega....mi riferivo a colleghi dello stesso sesso che lavorano con un omosessuale...
Citazione da: "patty77"
io ho lavorato con un collega omosessuale per molti mesi (prima che fossi io a lasciare lo studio e non lui) e devo dire che non mi ha mai turbato la cosa, anzi siamo in ottimi rapporti e non ho mai pensato che la sua omosessualità potesse costituire un deficit nell'attività lavorativa.
Sono piuttosto turbata dalle sciocchezze che sento dire qua dentro!


Io invece sono turbato dall'ignoranza di chi non sa dove si trova Ravenna...guarda te  :D

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Desolatamente discriminata
« Risposta #92 il: 28 Feb 2006, 16:11 »
fuego, grazie per le precisazioni.
ero rimasto ai programmi di geo channel sulle scimmie.
;-)

patty77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1452
Desolatamente discriminata
« Risposta #93 il: 28 Feb 2006, 16:15 »
al massimo sei tu che come al solito non sai argomentare...ma tant'è....

f.to Ravenna è in Friuli, vero?

mokado

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 8908
Desolatamente discriminata
« Risposta #94 il: 28 Feb 2006, 16:16 »
Pattina for presidentess

desolata

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 31
Desolatamente discriminata
« Risposta #95 il: 28 Feb 2006, 16:25 »
An Tu ti senti turbato a lavorare gomito a gomito con una donna eterosessuale?
Personalmente io non mi sento turbata ne' da uomini ne' da donne eterosessuali o omosessuali!!
Forse potrei sentirmi turbata da un maniaco o da una maniaca ma fortunatamente non ne ho incontrati.
Se il problema e' sorto solamente nel momento in cui e' venuta a sapere della mia identita', evidentemente non l'ho mai turbata con il mio gomito.
Non metto in dubbio che ci siano omosessuali invadenti, cosi' come esistono eterosessuali molestatori.
Per quanto mi riguarda non credo di aver mai turbato nessuno, e soprattutto Lei, perche' da quel punto di vista e' davvero inguardabile...

papamoonx

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2376
Desolatamente discriminata
« Risposta #96 il: 28 Feb 2006, 16:26 »
Iason, ma cosa ci azzecca la critica che hai fatto col messaggio che ho scritto?

Ho detto semplicemente che se anche l'omosessualita' fosse una malattia (e non lo so se lo sia o meno) questo non darebbe il diritto a nessuno di discriminare gli omosex.

Polipo

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3491
Desolatamente discriminata
« Risposta #97 il: 28 Feb 2006, 16:53 »
....
Quota (selezione)

An Tu ti senti turbato a lavorare gomito a gomito con una donna eterosessuale?

di sicuro la provata sarebbe la poverina di turno...cmq fortunamente c'è il condizionale  che rende l'evento impossibile.... :mrgreen:

giampaolo

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 202
Desolatamente discriminata
« Risposta #98 il: 28 Feb 2006, 20:24 »
an sicuramente vota a sinistra di rifondazione
 :D

papamoonx

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2376
Desolatamente discriminata
« Risposta #99 il: 28 Feb 2006, 21:03 »
mamma mia ma che gente frequenti???

Quota (selezione)

Detto ciò Vi comunico che tra i frequntatori della mia palestra (dichiaratamente gay, ma aperta chiaramente a tutti) vi sono 4 primari del principale ospedale ligure, una ventna di stimatissimi colleghi (molti sono nomi noti delle più importanti riviste di Dir. Trasp.), qualche Giudice, commecialisti a perdita d'occhio e via discorrendo, inclusi 3 volti molto noti della TV nazionale (ho scoperto poi, io pensavo solo "l'ho già visto da qualche parte")


Dei giudici? che schifo... tua mamma lo sa?