Autore Topic: Che fare quando si è "insostituibili"?  (Letto 5073 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

ContraJus

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 18
Che fare quando si è "insostituibili"?
« il: 13 Feb 2008, 19:41 »
Premesso che

sono praticante abilitato ed ho fatto lo scritto a dicembre
svolgo prevalentemente attività d'udienza per conto del mio avv.( solo mattino)
mi dà 300 al mese
non mi posso lamentare tutto sommato

Il problema è che

qualora passassi lo scritto, vorrei stare a casa e potermi dedicare tutto il giorno alla preparazione dell'esame orale. Tuttavia essendo io l'unico praticante del mio avv, mi trovo nella condizione di essere di fatto insostituibile, ovvero di non potermi assentare praticamente mai senza compromettergli il lavoro, avendo egli udienze tutti i giorni.

Pensavo di poter fare affidamento su un'altra praticante( ma di altro avv), in modo che lei mi potesse sostituire nel periodo di mia assenza, ma questa ha bellamente deciso di non abilitarsi, non fa un caxxo e sembra che a tutti stia bene così.

Ne ho parlato al mio avv, ma questi mi ha fornito risposte fumose ed evasive che mi lasciano presagire un mio impegno sia pure parziale,  anche in quel ( eventuale ) delicato periodo di preparazione all'esame.

Si potrebbe obiettare la circostanza che posso godere dei pomeriggi liberi, il che è vero, tuttavia sono dell'idea che lo studio decisivo è quello svolto quando si è motivati ( cioè quando si sa il risultato dello scritto) e nei mesi antecedenti la prova orale.

Conscio del fatto che la mia forse è una situazione comune a molti se non del tutto normale, chiedo a qualcuno più esperto e navigato di me un consiglio o una dritta su come comportarmi ( avevo anche pensato a una cosa del tipo: darmi malato per due settimane di fila e fargli capire che deve darsi una mossa a trovare un'altra persona che possa sostituirmi, però non so...)


GRAZIE!!

crimi76

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 129
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #1 il: 13 Feb 2008, 21:35 »
io, sostituibile o no, sono andata in studio quasi sempre: studiavo la sera (e i weekend) inizialmente, ho avuto la fortuna di fare l'orale i primi di ottobre e ho sfruttato al meglio i mesi che ho avuto: luglio solo la sera e i weekend, come ti dicevo, tutto il mese di agosto (senza fare un giorno di mare), a settembre sono andata in studio i primi 15 giorni e gli ultimi 15 gli ho detto che non ci sarei andata.....e lui non poteva fare altrimenti davanti al mio dictat.

sai quanta gente lavora in uffici e in tanti altri posti anche pubblici e fa l'orale solo per avere il titolo! chi fa la pratica effettiva è già molto più preparato e poi l'orale non è una tragedia, perciò se pensi di aver fatto un buono scritto, comincia un pò prima ad aprire i libri (anche da aprile) e il gioco è fatto....a mio parere.

rimboccati le maniche......altrimenti se poi il tuo dominus trova chi ti sostituisce, per te è la fine!!!!  :mrgreen:

Aletheprince

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 97
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #2 il: 13 Feb 2008, 22:52 »
Quota (selezione)
per te è la fine!!!!

Bèh.... "per te è la fine" con la prospettiva di 300 euro non mi pare proprio la frase più adatta! Certo, il fatto di avere la piena fiducia del proprio "capo" e la prospettiva di crescere all'interno di un valido studio, sono circostanze molto positive, ma, insomma.... l'esame e l'abilitazione valgono davvero moltissimo!!!!!!!

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2201
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #3 il: 14 Feb 2008, 00:11 »
ho imparato che nessuno è insostituibile...


e se ti poni il problema pensando "oddio come farà senza di me?" in realtà è lui che  insostituibile e te stai pensando "oddio come farò senza di lui ?"

è altamente probabile, infatti, che anche senza il tuo apporto ce la faccia benissimo..senza toglierti nulla, sia chiaro, ma come dicevo all'inizio nessuno è insostituibile.

sei certo che, se trovasse un altro praticante, la cosa non ti seccherebbe nanche un pò?
se la risposta è si, complimenti..sei un vero altruista   :wink:

iason

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1144
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #4 il: 14 Feb 2008, 09:22 »
tutti utili, nessuno indispensabile.... questa è la regola!
Per l'orale è necessario almeno uno studio di due mesi full time (non pomeriggi, ma intere giornate).
Da qui all'orale passano diversi mesi... il tuo dominus ha tutto il tempo di organizzarsi in altra maniera. Ovvio che se vuoi mantenere un rapporto lavorativo con lui (a 300 euro io ci penserei bene se ne vale la pena...) devi essere corretto, laddove per correttezza deve intendersi mettere il dominus nelle condizioni di poter organizzare il proprio lavoro. Se i risultati li avrai a giugno e l'esame a dicembre... consiglio mio è quello di prenderti 3 mesi che potrebbero essere sufficienti. Concorda sin da ora il tempo per preparare l'esame... e in bocca al lupo :-)

iason

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1144
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #5 il: 14 Feb 2008, 09:30 »
ContraJus... sei pregato di non inserire più volte il medesimo messaggio, onde evitare di moltiplicare le discussioni. grazie :-)

Quota (selezione)
[ Dubbi sulla pratica da laureandi, neo-praticanti, praticanti e patrocinatori] - Che fare quando si è "insostituibili"?

--------------------------------------------------------------------------------
ContraJus - Feb 13, 2008 - 07:48 PM
Oggetto: Che fare quando si è "insostituibili"?
--------------------------------------------------------------------------------
 Premesso che

sono praticante abilitato ed ho fatto lo scritto a dicembre
svolgo prevalentemente attività d'udienza per conto del mio avv.( solo mattino)
mi dà 300 al mese
non mi posso lamentare tutto sommato

Il problema è che

qualora passassi lo scritto, vorrei stare a casa e potermi dedicare tutto il giorno alla preparazione dell'esame orale. Tuttavia essendo io l'unico praticante del mio avv, mi trovo nella condizione di essere di fatto insostituibile, ovvero di non potermi assentare praticamente mai senza compromettergli il lavoro, avendo egli udienze tutti i giorni.

Pensavo di poter fare affidamento su un'altra praticante( ma di altro avv), in modo che lei mi potesse sostituire nel periodo di mia assenza, ma questa ha bellamente deciso di non abilitarsi, non fa un caxxo e sembra che a tutti stia bene così.

Ne ho parlato al mio avv, ma questi mi ha fornito risposte fumose ed evasive che mi lasciano presagire un mio impegno sia pure parziale, anche in quel ( eventuale ) delicato periodo di preparazione all'esame.

Si potrebbe obiettare la circostanza che posso godere dei pomeriggi liberi, il che è vero, tuttavia sono dell'idea che lo studio decisivo è quello svolto quando si è motivati ( cioè quando si sa il risultato dello scritto) e nei mesi antecedenti la prova orale.

Conscio del fatto che la mia forse è una situazione comune a molti se non del tutto normale, chiedo a qualcuno più esperto e navigato di me un consiglio o una dritta su come comportarmi ( avevo anche pensato a una cosa del tipo: darmi malato per due settimane di fila e fargli capire che deve darsi una mossa a trovare un'altra persona che possa sostituirmi, però non so...)


GRAZIE!!
--------------------------------------------------------------------------------
mokado - Feb 13, 2008 - 07:49 PM
Oggetto:
--------------------------------------------------------------------------------
se ne apri altri quattro uguali ti rispondo
--------------------------------------------------------------------------------
an - Feb 13, 2008 - 07:53 PM
Oggetto:
--------------------------------------------------------------------------------
per 300 euri al mese ti poni il problema ? quando dovrai studiare per l'orale, rimani a casa e lascia che il tuo dominus si arrangi. Per correttezza avvisalo per tempo.Ma in modo fermo e risoluto.
--------------------------------------------------------------------------------

crimi76

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 129
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #6 il: 14 Feb 2008, 14:35 »
vabbè...la mia era una battuta :).....non hai visto il sorrisino?

comunque essere pagati solo mezza giornata 300 euro, almeno dalle mie parti non è cosa da poco, visto che per quella somma si deve essere al "serivizi"o tutta la giornata....

pmcorso

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 6
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #7 il: 14 Feb 2008, 14:42 »
Se questo è un problema...!!!! Io, durante la pratica e anche dopo l'abilitazione al patrocinio (fino a che non me ne sono andato sbattendo la porta) stavo in studio una media di 14 ore al giorno, non solo a fare udienze (magari...), ma a redigere atti, memorie, a ricevere clienti ecc. ecc.. Per 0 Euro! Ho detto "0" non 300!
La preparazione all'orale? Beh, il giorno prima ero in udienza! e non ho mai smesso di frequentare lo studio. Ma chi pone queste domande ha il (pur minimo) impulso a darsi da fare, o pretende che tutto sia bellamente e comodamente dovuto?

afgibi

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 5802
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #8 il: 14 Feb 2008, 15:40 »
L'unico insostituibile è Cassano.
Per il resto tutti utili nessuno indispensabile

lupuscanis

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 8678
  • Testo personale
    Il Solito Pirla
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #9 il: 14 Feb 2008, 15:42 »
Cassano insostituibile sino alla prossima cassanata :D

capitanharlock

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 162
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #10 il: 14 Feb 2008, 16:18 »
Questa mattina mio dom mi ha proposto di metterlo in mandato congiunto con me in una causa che sto preparando per un parente(che dunque non mi pagherà e, al massimo, prenderò le spese legali) dicendomi che così potrò fare la parcella piena e non al 50%; io molto riconoscente lo preparo..dopo che l'ho preparato mi ha fatto capire che dell'eventuale parcella il 70% andrà a lui e il 30 a me perchè lui ci paga le tasse...e ora come me la sbroglio? Dirgli che non lo voglio in mandato è improponibile, sarebbe l'inizio della fine...

capitanharlock

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 162
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #11 il: 14 Feb 2008, 16:36 »
:sad2:  :sad2:  :sad2: era la mia prima pratica gestita tutta da sola, ho fatto tutto io e farò tutto io da sola....che idiota che sono

alanblackrose

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 159
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #12 il: 14 Feb 2008, 16:41 »
Io di fatto sono insostituibile per il mio (ora) "collega"...
E non piglio un cazzo!

Un saggio consiglio?

Studia, abilitati e vedi che devi fare...

Altrimenti rischi di rimanere un praticante a 300 euro al mese!

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13999
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #13 il: 14 Feb 2008, 17:41 »
beh, c'è anche chi si fa marchiare a fuoco
Citazione da: "pmcorso"
Se questo è un problema...!!!! Io, durante la pratica e anche dopo l'abilitazione al patrocinio (fino a che non me ne sono andato sbattendo la porta) stavo in studio una media di 14 ore al giorno, non solo a fare udienze (magari...), ma a redigere atti, memorie, a ricevere clienti ecc. ecc.. Per 0 Euro! Ho detto "0" non 300!
La preparazione all'orale? Beh, il giorno prima ero in udienza! e non ho mai smesso di frequentare lo studio. Ma chi pone queste domande ha il (pur minimo) impulso a darsi da fare, o pretende che tutto sia bellamente e comodamente dovuto?


ma non mi sembra una manifestazione di grande intelligenza...

Lo scrivi come se quasi te ne vantassi !! mi sembra grottesco...

alanblackrose

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 159
Che fare quando si è "insostituibili"?
« Risposta #14 il: 18 Feb 2008, 16:37 »
pmcorso porta già nel nome il suo senso...
che ne sa un pm di cosa vive un avvocato?
a mio parere deve essere di quelli che hanno il papi che sovvenziona...

 

Vorrei fare il punto su alcoltest e ebbrezza

Aperto da Giulia81Sezione [ Codice della Strada ]

Risposte: 3
Visite: 567
Ultimo post 23 Ott 2007, 12:27
da Giulia81
voglio fare l'esame a CZ

Aperto da limoSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 40
Visite: 8131
Ultimo post 20 Nov 2004, 16:01
da matty71
Violazione regolamento condominiale: che fare?

Aperto da Irnerio73Sezione [ Locazioni & Vendite ]

Risposte: 4
Visite: 1744
Ultimo post 16 Set 2005, 11:30
da an
verbale dei vigili inveritiero: cosa fare?

Aperto da ossiciniSezione [ Codice della Strada ]

Risposte: 5
Visite: 1573
Ultimo post 24 Mag 2006, 19:01
da mod
verbale contenente falsa dichiarazione: che fare?

Aperto da lucabeliaSezione [ Penale :: Da collega a Collega ]

Risposte: 6
Visite: 3901
Ultimo post 25 Nov 2005, 13:47
da lucabelia
Vendite deserte...che fare?

Aperto da grace79Sezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 3
Visite: 1192
Ultimo post 17 Ott 2008, 01:07
da sotiraki
Vendita mobiliare deserta: che fare??

Aperto da Gresselli80Sezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 3
Visite: 1438
Ultimo post 13 Mag 2014, 09:34
da pierofabio80
Vacanze di natale 2009: da quando a quando?

Aperto da Liz11Sezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 21
Visite: 4053
Ultimo post 14 Dic 2009, 17:32
da benitomussolini
Usucapione come, quando, dove.

Aperto da carleosSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 9
Visite: 2248
Ultimo post 17 Gen 2013, 16:03
da dr.peppe
Uso di "Avvocato P." nella carta intestata?

Aperto da drprimianoSezione [ Varie :: Da collega a collega ]

Risposte: 39
Visite: 15109
Ultimo post 30 Set 2005, 18:41
da an