Autore Topic: Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34  (Letto 5650 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

oinorab75

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 23
Eppure si...sfogliate la lista degli ammessi all'orale..e magicamente sotto la R troverete conferma....lo so che dovrei farmi i ca...i miei...però...vabbè dai...quest'anno ci conto anch'io...un bel colpo di fortuna non mi dispiacerebbe...che ne dite....??   :wink:

tondo

  • Megapraticante

  • Offline
  • ***
  • 593
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #1 il: 15 Dic 2006, 14:15 »
credo sia un refuso. in caso contrario sarà un massacro.

oinorab75

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 23
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #2 il: 15 Dic 2006, 16:39 »
refuso? no no

grizzana

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 25
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #3 il: 20 Dic 2006, 16:21 »
anch'io avevo notato l'anomalia.  a me hanno raccontato che in effetti il massacro c'è stato. una mia amica era in corte qualche giorno fa e mi ha detto che c'era una candidata disperata alla quale era sì arrivata la raccomandata con la convocazione per l'orale, ma il giorno prima era stata chiamata dalla segreteria che la informava che non se ne faceva nulla, proprio perchè non doveva essere ammessa.  la poverina stava cercando di parlare con i commissari, ma non so come sia andata a finire.  temo in un unico modo....

iason

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1144
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #4 il: 20 Dic 2006, 16:54 »
mi raccomando oinorab... la prossima volta titoli in minuscolo! grazie

oinorab75

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 23
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #5 il: 20 Dic 2006, 22:30 »
..a me non pare un'anomalia...la somma faceva 90..come tutti quei 30 30 30...boh non so..non voglio arrampicarmi sugli specchi..che poi si rompono.. e dopo..mi fermo che è meglio..
comunque davvero strano...bah...

alletati77

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1283
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #6 il: 21 Dic 2006, 09:18 »
Bhe, l'anomalia sta nel fatto che il punteggio minimo per essere ammessi allo scritto è sì 90
Citazione da: "oinorab75"
..a me non pare un'anomalia...la somma faceva 90..come tutti quei 30 30 30...boh non so..non voglio arrampicarmi sugli specchi..che poi si rompono.. e dopo..mi fermo che è meglio..
comunque davvero strano...bah...


ma le insufficienze non possono essere 2, ma al massimo una da compensare con un voto più alto (es. 28, 30, 32).

Ecco perchè c'è qualcosa che non torna

oinorab75

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 23
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #7 il: 23 Dic 2006, 14:27 »
appunto alletati..volevo dire che non mi sembra un'anomalia bensì una pratica di tutte le corti d'appello...solo che Napoli l'anno scorso l'ha fatta fuori dal vaso..non rispettando per quel canditato i 30 30 30 canonici o altri rocamboleschi voti per giungere a quel fatidico 90....
sarà stato un errore..già..:shock: inammissibile!!!! perchè allora è legittimo pensare che si siano sbagliati anche per altri candidati...ammessi o non ammessi all'orale..
forse c'erano gli estremi per annullare la sessione 2005 NA-BO...boh..amministrativisti d'italia unitevi e fate sapere...

Monny

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 9
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #8 il: 23 Dic 2006, 21:07 »
Bè adesso...non mi sembra il caso che per un errore o non sò che nei confronti di una persona si debbano penalizzare i mille e passa candidati che ce l'hanno fatta!!!

oinorab75

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 23
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #9 il: 24 Dic 2006, 01:23 »
beh non credi che sia stato violato l'interesse legittimo degli altri mille e passa? forse si... ma chiedevo delucidazioni..così tanto per saperne di più...
ma tranquilli...non ho nessuna intenzione di rovinare la vita a chi ce l'ha fatta...non sono così bastardo :)

oinorab75

  • Habitué

  • Offline
  • ***
  • 23
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #10 il: 24 Dic 2006, 01:25 »
ah beh...potrei già rispondermi da solo....il nostro non è un concorso pubblico..bensì un esame di stato...qundi non crdo valgano le stesse regole in tema di interesse legittimo dei candidati...boh...aiuto!!!

patrol

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 127
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #11 il: 24 Dic 2006, 12:46 »
Ben detto oinorab75.
Nessun interesse legittimo leso.
Il numero degli abilitandi non è contingentato (anche se alla fine per questioni politiche ben note lo diventa.........basta guardare le medie degli ammessi all'orale ecc. ecc.).
L'eventuale ricorso avverso l'ammissione del  collega (al quale rivolgo i miei migliori auguri, nella speranza che possa passare l'orale, e se c'è stato effettivamente un errore, spero vivamente che la commissione non se ne accorga) sarebbe inammissibile per difetto di interesse ad agire.
In marteria concorsuale (sia nel caso di conscorsi pubblici che di esami di abilitazione), infatti, il candidato non ha un diritto soggettivo all'assunzione o all'abilitazione, bensì un semplice interesse legittimo a che l'amministrazione svolga la prova secondo una procedura legittima che rientri nei binari della legalità (principio di legalità), rispettando nel contempo il principio di buona amministraione.
Per tali ragioni l'amministrazione godrà di un proprio potere discrezionale che deve, in ogni caso, essere esercitato sempre entro i limiti dei principi che governano l'agire dei pubblici poteri.
Infatti, la commissione d'esame dovrà fissare preventivamente (in quanto imposto dalla legge) i criteri ed i parametri di massima che dovranno essere seguiti per la correzione degli elaborati.
All'interno di tali parametri e criteri, l'amministrazione godrà, come sopra detto, di un potere discrezionale che risulterà insindacabile nel merito, salvo casi limite che fanno propendere per un illegittimo esercizio di tale potere discrezionale.
E' ovvio che l'ammissione all'orale di un candidato che non ha superato la prova scritta è un atto illegittmo che potrà certamente essere annullato.
Il punto di domanda che a noi interessa è il seguente: chi è che può impugnare l'atto illegittimo al fine di ottenerne l'annullamento?.
Nell'ipotesi di concorso pubblico (per assunzione con numero contingntato) nulla questio: tale diritto di ricorrere spetterà al candidato che vi abbia interesse.
State bene attenti che tale diritto ad impugnare non spetterà indistinatamente a tuitti i candidati, bensì solamente a chi vi abbia effettivo interesse.
In questo caso chi ha effettivo interesse ad impugnare l'atto illegittimo de quo?
Certamente il candidato che potrebbe sortire un qualche effetto positivo dall'annullamento e non colui che, anche in caso di annullamento, rimarrebbe comunque escluso dalla graduatoria; in quest'ultimo caso sarbbe evidente il difetto di interesse del ricorrente, giacchè anche in caso di accoglimento del ricorso egli non beneficerebbe di alcunchè.
Passando all'ipotesi dell'abilitazione, è evidente che in questo caso  nessun abilitando ha interesse rilevante (nel senso giuridico del termine) ad ottenere l'annullamento dell'ammissione agli orali del collega.
La legge esclude qualsiasi rilevanza all'interesse di mero fatto.
Infatti, che beneficio sortirebbe l'abilitando che abbia impugnato l'atto di ammissione illegittimo del collega?
Nessuno, in quanto tale annullamento non toccherebbe la propria posizione giuridica sostanziale.
Paradossalmente, la cosa più interessante, è che neanche il candidato ammesso agli orali illegittimamente (perchè ha avuto una votazione allo scritto insufficiente) ha un effettivo interesse ad impugnare.
Infatti, per la legge, l'interesse del candidato può essere considerato solo in termini positivi (ossia interesse ad essere ammesso agli orali) e non in senso negativo (ossia interesse a non essere ammesso agli orali).
Pertanto, anche colui che è stato ammesso "illegittimamente" agli orali, in caso di proprosizione del ricorso, difetterebbe di interesse ad agire.
A mio avviso l'unica possibilità per annullare l'atto di ammissione all'orale del collega, sarebbe l'ipotesi di un annullamento in autotutela esperito dall'amministrazione.
Ciò ci fà  capire che l'amministrazione può fare quello che vuole, salvo il caso di un interessato (nel senso giuridico del termine) che rompa le pall............
La penso così.

patrol

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 127
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #12 il: 05 Gen 2007, 14:31 »
Ci sono novità in merito?

danielsar

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 2
E' scandaloso
« Risposta #13 il: 06 Gen 2007, 09:30 »
Non sono assolutamente d’accordo con i toni paternalisti. Il candidato ammesso senza possedere i requisiti non dovrebbe categoricamente arrivare all’abilitazione, avessi riscontrato io quell’anomalia andavo direttamente a denunciare il fatto a chi di dovere. Non è per cattiveria, io l’esame l’ho fatto due volte e quest’anno mi hanno bocciato all’orale. Se c’è un bando di concorso dove c’è scritto che occorre prendere la sufficienza in almeno due prove la regola deve valere per tutti. Già in questo esame ci sono tantissime cose che non vanno, ci manca solo che le presunte sviste vengano accettate in silenzio, affermo presunte perché di manini ce ne sono anche troppi. Io conosco due persone che quest’anno hanno fatto ricorso e un'altra che lo farà contro l’orale. Ci sono delle situazioni scandalose. A Napoli c’è gente che ha corretto in 5 o 6 minuti. A me è andata bene probabilmente perché le percentuali erano alte. I verbali spesso sono poco veritieri, io lo chiesi due anni fa e me ne accorsi, i commissari correggono arrivando alla spicciolata, a volte non ci sono nemmeno tutti, né i titolari né i supplenti. Questo mi è stato riferito da avvocati anziani schifati di come si svolge l’esame. All’orale poi è un disastro, andiamo dalle interrogazioni facilissime con appena 40 minuti ad altri tenuti un ora con approfondimenti, critiche e dibattiti..
Per forza che Striscia la Notizia quest’anno ha fatto un articolo sulle rassegne non ammesse, anche se l’argomento è diverso da quello in esame tutto significa che questo esame è una bufala, fra raccomandazioni e giudizi buttati via. Andare a fondo su questo argomento è un'altra Calciopoli.
Non mi interessa se il candidato ce l’ha fatta per una sua fortuna, visto che il numero conta, eccome, perché lo aggiustano, non mi sta bene. Di sicuro non è per invidia, non mi sta bene come non mi sta bene che ci siano persone che non hanno mai fatto un giorno di pratica forense e magari hanno lavorato altrove raccogliendo le firme compiacenti e percependo un reddito.
La verità è che i controlli valgono solo per alcuni. C’è chi è al di sopra e se adesso ci sono anche le abilitazioni per errore allora la bocciatura con la conseguente perdita di un anno diventa anche ridicola oltre che inutile.
E’ la mia opinione.

patrol

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 127
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #14 il: 07 Gen 2007, 12:39 »
Cara Daniela,
rispetto la tua opinione; in fin dei conti essa è aderente alla mia.
Però devo diriti che non si tratta di toni palternalisti, bensì di una valutazione dervivante dal macello che questo esame è diventato.
Pertanto, l'eventuale esclusione del candidato ammesso con due insufficienze non sortirebbe certamente l'effetto di rispristinare la legalità dell'esame nel suo complesso.
Ricordati che è notoria quale sia la procedura di correzione seguita dalle corti d'appello. Tale procedura violenta tutti i principi della statistica.
Pertanto, rispetto alle profonde irregolarità che governano questo esame (dove addirittura chi controlla è assulutamente fazioso, giacchè si tratta per la maggior parte di futuri colleghi che desiderano più di ogni altra cosa di non subire l'accesso di nuovi concorrenti sul mercato), l'ammissione del collega non recupererebbe la sanità dell'esame.
In ragione di ciò, nonostante l'illegittimità dell'ammissione del collega (caso mai bocciato già una o più volte), non posso che stargli accanto sperando per lui che possa sostenere lìorale con esito positivo.
In fin dei conti, tutti sappiamo che l'esame non si fonda su criteri meritocratici; pertanto, giusto o non giusto che sia, non vedo il perchè il collega non possa sfruttare questa occasione per superare l'esame.
Anche se contradditoria la mia ricostruzione, non avendo la forza ed il potere necessario per modificare le cose, non tocca che affidarci alla fortuna, a prescindere da come essa si presenti.
Visto che tutti sappiamo come va l'esame, non mi interessa più se il collega passi l'esame perchè ha avuto la fortuna che il suo compito è stato valutato positivamente, oppure perchè è rientrato tra la percentuale che deve necessariamente passare, oppure perchè ha un amico chissà dove, oppure perchè non si sono accorti delle due insufficienze.
Come vedi cambiando i fattori il prodotto non cambia.
pertanto mi sembra veramente incomprensibile richiedere una parvenza di legalità in una procedura totalmente viziata ab origine; è come chiedere a chi infrange la legge di andare in chiesa per salvare le apparenze.
Purtroppo è così, e come ho avuto modo di descrivere sopra, la legge di certo non ci aiuta.
La penso così.

danielsar

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 2
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #15 il: 12 Gen 2007, 10:55 »
Io l'opinione degli altri l'ho sempre rispettata, anche se non sempre gli altri hanno rispettato la mia, nel mondo forense poi c'è ti dice che è d'accordo poi ti demolisce perchè sono molto falsi.
Ribadisco e sottolineo che se una cosa del genere la vedevo io come anche, visto che questi orali sono una macchina per aggiustare le percentuali di Napoli, se avessi assistito a qualche interrogazione particolarmente facile come mi è stato riferito, in tutti questi casio io denuncio, prima alle autorità forensi che probabilmente se ne fregano, poi alla magistratura e se devo anche ai giornali. Se nessuno mi ascolta amen.
Ma non mi sta bene. E questo signore qua, per me deve rifare lo scritto, senza cattiveria, solo che le regole o valgono per tutti o è inutile farle.

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #16 il: 12 Gen 2007, 11:43 »
scrivi così anche in sede d'esame?

finisterra

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 1004
Scritto 2005 - ammissione all'orale con 28 28 34
« Risposta #17 il: 12 Gen 2007, 11:52 »
evviva chi c'è lha fatta comunque... AD Maiora

 

BO: Commissioni scritto 2006

Aperto da bt

Risposte: 15
Visite: 8835
Ultimo post 31 Mar 2008, 10:28
da hanskelsen
scritto 2007 orientamento della commissione di bologna

Aperto da finisterra

Risposte: 49
Visite: 15926
Ultimo post 05 Mag 2008, 18:00
da @lberto
Tempi di attesa per la raccomandata - convocazione per orale

Aperto da lorenza2002

Risposte: 11
Visite: 4906
Ultimo post 24 Giu 2008, 14:59
da SISSIVALLI
Bologna: preparazione esame orale

Aperto da maryggi

Risposte: 8
Visite: 4060
Ultimo post 24 Lug 2008, 22:21
da maryggi
Esame scritto BO 2008: esiti

Aperto da Didda

Risposte: 439
Visite: 130102
Ultimo post 23 Giu 2009, 15:35
da trasportista
Testi per preparazione orale

Aperto da broccoletto

Risposte: 7
Visite: 4139
Ultimo post 08 Lug 2009, 14:23
da Sarita79
BO, domande esame orale 2009

Aperto da bretellina

Risposte: 31
Visite: 18352
Ultimo post 21 Ago 2009, 21:49
da jackari
Orale BO: programma di civile

Aperto da saraoddo22

Risposte: 26
Visite: 13577
Ultimo post 16 Nov 2009, 21:24
da saraoddo22
requisiti certificato medico per rinvio esame orale

Aperto da COTTONBOWL

Risposte: 4
Visite: 9821
Ultimo post 06 Gen 2010, 11:54
da yesican79
Bologna - Esame scritto 2009

Aperto da Conrad

Risposte: 39
Visite: 25169
Ultimo post 11 Feb 2010, 12:36
da giannacarlotta