Autore Topic: Non voglio più fare l'avvocato  (Letto 1812 volte)

giure85

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 61
Non voglio più fare l'avvocato
« il: 26 Mag 2019, 19:09 »
Ciao a tutti, è da molto che non scrivo nel forum, credo siano passati circa 2 anni dal mio ultimo topi nel quale dicevo di aver trovato uno studio presso il quale percepivo circa 700 euro mensili. Ebbene, sono ancora presso quello studio e la situazione è cambiata di poco: percepisco circa 900 euro mensili (lordi), in cambio di ore lavorative che vanno dalle 8:30 alle 19:00, con pausa pranzo che sinceramente, non so se così potrebbe chiamarsi. Sono pendolare e per questo motivo sono costretta a fare orario continuato, ma il problema è che arrivano messaggi e telefonate dai due capi anche alle 14.30 nel bel mezzo del mio "pranzo". Venerdì mi è stato praticamente imposto di non spostarmi dallo studio perché alle 15%15:30 sarebbe venuta una del patronato. Le udienze le faccio tutte io, adempimenti idem, redazione degli atti e quant'altro.... Sono particolarmente provata sia fisicamente che psicologicamente e a ciò si aggiunge il fatto che devo sentirmi dire pure (da loro che oltre a pasqua, 25 aprile ecc... sono stati la scorsa settimana fuori in vacanza ) che sono stanchi. Sono molto demoralizzata, ho 34 anni e con 900 euro mensili non ci faccio nulla, non ho più vita sociale perché torno a casa distrutta...voglio cambiare lavoro perché tanto ho capito che la vita forense per noi figli di nessuno è questa! Ho il piano terra di casa dei miei praticamente libero, potrei mettere la targa ma non ho soldi per sistemarlo, né uno straccio di cliente. Vorrei reinventarmi e trovare altro. Avete consigli?



jello

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1345
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #1 il: 27 Mag 2019, 10:55 »
Onestamente a me sembra incredibile che tu sia rimasta oltre due anni in quelle condizioni, con uno stipendio più basso di chi fa un qualsiasi lavoro part time e senza prospettive di alcun tipo.
A mio avviso le strade possibili non sono moltissime, ma partono tutte dallo scappare a gambe levate da quel posto infame e prendere in mano la tua vita.
Se vuoi continuare a dare una chance alla professione, perché magari senti di avere la "vocazione" e ti piace proprio, le possibilità sono solo quelle di fare all in in una nuova attività accettandone i rischi (anche se non pare tu abbia molto da perdere) o muoverti in un posto dove il lavoro di avvocato finto dipendente sia quantomeno retribuito in misura tale da sopravvivere, ponendoti comunque l'obiettivo di cercare di costruire una tua rete.
Altrimenti devi pensare che cambiare vita e scegliere qualcos'altro non è un disonore né una sconfitta. Vivere male tutti i giorni della tua vita lo è.

Io non sono più di tanto nella posizione di dare consigli perché sono uno sfigato come tanti, ma il problema di moltissimi colleghi con cui mi confronto è quello di non avere alcun piano e di andare avanti per vedere come va. Hai deciso cosa vuoi fare nella tua vita? Vuoi fare l'avvocato? Lo vuoi fare per conto tuo? Cosa hai fatto di concreto negli ultimi anni per raggiungere quello che vuoi (contando che trascinarti in uno studio dove non hai nessuna prospettiva di crescita né interna né esterna non ti porta avanti di un centimetro)?

Ovviamente io non conosco la tua situazione economica e familiare e quindi devi prendere le mie considerazioni per quello che sono.

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #2 il: 27 Mag 2019, 11:09 »
E sai che novità

La tua è la situazione di tutti i neo-avvocati d'italia fatta eccezione per alcuni figli di, nemmeno per tutti.
L'ho già detto innumerevoli volte
Tu stai messa pure bene
Innanzitutto l'avv incomincia a guadagnare sul serio solo quando incomincia a fare arbitrati
una collega ha fatto il tuo stesso ragionamento, avv dipendente ombrello protettivo bla bla
risultato?
9 anni a reddito zero
le facevano fotocopiare le parcelle degli arbitrati per compensi sempre superiori a 50mila euro
e poi le dicevano che non avevano fatturato nulla per non pagarla
l'obbligo di formazione ce l'aveva pure lei ma ai convegni ci andavano gli altri perchè lei doveva
piantonare il telefono anche se nessuno chiamava
ha rischiato almeno due procedimenti disciplinari per violazione obbligo formazione
Siccome è stata 9 anni a reddito zero la cassa gliela doveva pagare il marito
una serie ininterrotta di umiliazioni per errori fatti da altri dello studio di fronte ai clienti

Alla fine del nono anno per un'incompatibilità sono costretti a farle fare la segretaria di 3 arbitrati
ha preso da segretaria arbitrato 9mila euro per 3=27mila euro per 3 giorni di lavoro

Ha incassato gli assegni ha mandato affaculo, letteralmente quelli del vecchio studio e se ne è
aperto uno tutto suo. Sta solo lei fa solo arbitrati bancari e guadagna molto più di me.

Hai due strade visto che gli studi sono tutti così
Non ti dimenticare che l'anf ha proposto di introdurre per legge la figura dell'avv dipendente
1. apri un tuo studio
2. apri un profilo istagram pose sexy ti cancelli dall'albo fai la mantenuta.

Edit per jello
ne parlammo circa un anno fa e mi pare proprio rispondendo a giure
oh qui non dobbiamo finanziare il primo viaggio su marte cazz
qui si tratta di aprire uno studio
bastano dai 3 ai 5 mila euro
ti metti in regime ex dei minimi ora forfettario
e cominci a fare cause

Per gli altri
fare l'avv dipendente è come bestemmiare davanti al papa
l'avv ha p. iva è per definizione della normativa comunitaria, sovraordinata a quella nazionale,
un imprenditore e non può essere, per definizione, dipendente
Se ti metti in uno studio come avv "collaboratore" cazzi tuoi
se non porti clienti reddito zero
se porti clienti per regolamento cnf ti scontano locazione stanza ed utilizzo attrezzature dello
studio, pure l'usura della sedia che ti danno
di qui i 900 euro.

Fatevi due conti.
« Ultima modifica: 27 Mag 2019, 11:34 da Mauro_L_AQ »

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #3 il: 27 Mag 2019, 17:18 »
Allora dire le cose per principi generali aiuta il morale ma non ti aiuta il giorno dopo
passiamo ai fatti

Si comincia da qui
Ho il piano terra di casa dei miei praticamente libero, potrei mettere la targa ma non ho soldi per sistemarlo

Sei già avvantaggiata rispetto a tutti gli altri colleghi che devono pagare un canone di locazione.
Sistemare in che senso?
Ti serve linea telefonica voce-adsl dai 35 ai 60 euro mensili
targa euro 50
timbri euro 25
pec triennale euro 100
firma digitale triennale euro 100
un tavolo (immagino i tuoi ne abbiano uno in più sennò euro 100-150)
una sedia per te la cosa che costa di più euro 250 se vuoi risparmiare euro 75
due sedie opposte alla tua per i clienti  (immagino i tuoi abbiano 2 sedie sennò euro 200)
Tanto ti serve
o volevi cominciare direttamente da via condotti in roma?

non ho uno straccio di cliente

E secondo te quando hanno aperto per la prima volta coloro che oggi hanno i mega studi
quanti ne avevano?
Piuttosto come è venuta quella del patronato le hai spiegato per caso che tu non hai iva 22% in più
da conteggiare per ogni pratica? no ? e perchè non l'hai detto?
Qui conta molto poco fare i signorini o le signorine
il sistema è marcio e truccato
o nuoti o affoghi

Da ultimo non sono d'accordo, per niente, con jello sul fatto del piano
i nordisti c'hanno sta fissa del piano pure per prendere la metro
e s'e' visto che fine fanno i piani (caso mercatone uno 90 milioni di debiti in 9 mesi)
tuffarsi e nuotare a più non posso
un cervello ce l'ho io un cervello ce l'hai tu giure
smettila a pensare da dipendente e tirati su le maniche
sennò istagram ma in quel caso devi tirar su altro.
« Ultima modifica: 27 Mag 2019, 17:19 da Mauro_L_AQ »

jello

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1345
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #4 il: 27 Mag 2019, 18:00 »
Su questa questione mi hai equivocato, anche perché il tuo suggerimento rientra perfettamente nella mia idea di "piano", che forse è un'espressione infelice e sarebbe meglio sostituita da "obiettivo"

Quello che intendo io è che nella vita, non solo lavorativa, bisogna ad un certo punto decidere cosa si vuole e fare qualcosa di concreto per muoversi in quella direzione. Che poi è la stessa cosa che dici tu con "tuffarsi e nuotare a più non posso". Si tratta di un concetto banalissimo ma che la maggior parte della gente non mette in pratica.

Da ultimo non sono d'accordo, per niente, con jello sul fatto del piano
i nordisti c'hanno sta fissa del piano pure per prendere la metro
e s'e' visto che fine fanno i piani (caso mercatone uno 90 milioni di debiti in 9 mesi)
tuffarsi e nuotare a più non posso

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #5 il: 27 Mag 2019, 20:08 »
Ma figurti jello ci conosciamo da un 4 anni
Se non ti rispettassi, profondamente, manco avrei detto nulla su quanto da te scritto.
Condivido, appieno, quello che hai scritto.
E' un concetto elementare
Prendi quello che ho scritto sopra della collega
Per capire che la stavano fottendo da 9 anni ci son voluti 3 assegni
sennò stava ancora lì.

Questi ambienti sono il massimo della tossicità possibile per un professionista.
E' come auto-gambizzarsi o fare una seduta sado-maso con uno da 160 chili che ti massacra di botte
e pagare pure per farsi massacrare.
Già se te ne vai da posti come quello ti cambia la vita
Provaci per una settimana datti malata
Vedi che ti sentirai leggera come l'aria

Poi oh
E' come mettere su famiglia
nessuno entra in una casa già pronta (lassa sta le kardashian)
l'essenziale te l'ho detto
vinci la prima causa il compenso lo investi su una libreria da ikea
vinci la seconda investi il compenso in una sala d'attesa ecc
è tirare la cinghia per un anno
e poi fai la professione che hai scelto
però se mai cominci ..

Ma soprattutto in uno studio tuo comandi tu
è questo che tanti non capiscono
se vuoi andarci ci vai
se sei in ritardo nessuno ti può dire nulla
se non vuoi accettare un caso vaffa
e tanto ma tanto altro ancora.

Fenrir

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 453
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #6 il: 27 Mag 2019, 22:23 »
Ciao Giure, lungi da me da voler essere scortese e/o offensivo ma...in questi 2 anni che hai fatto? Hai cercato un altro studio? Perché magari il trattamento economico che puoi trovare non è migliore ma anche solo avere un rapporto umano migliore con i Colleghi di Studio aiuta e ha un suo valore in senso lato...hai tentato dei concorsi? E senza parlare di Magistratura (ma perché non tentare?) recentemente erano usciti concorsi interessanti per avvocati in Banca d'Italia (per l'ABF) ed IVASS (per il constituendo ADR stile ABF/ACF)...se sei così "demoralizzata" ti conviene tentare di tutto o di più.

giure85

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 61
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #7 il: 01 Giu 2019, 18:07 »
Buonasera a tutti. innanzitutto vi ringrazio per le risposte e i consigli. Allora, non intendo iniziare già da via Condotti, mi riferivo al fatto relativo alla riparazione  dell'impianto elettrico per il quale ci vogliono un po' di soldini che al momento non ho.IN questi 2 anni ho inviato CV ovunque ma sono stata chiamata solo per fare l'agente. Altri studi legali non ne ho cercati perché la situazione è praticamente identica dappertutto.Purtroppo venerdì è successo un altro spiacevole episodio. Mi hanno fatto seguire il sinistro stradale del papà di uno dei due "Boss" ed è arrivata la lettera dell'assicurazione nella quale si comunicava l'importo liquidato oltre spese legali , con preghiera di trasmettere copia della fattura. Io non ero in studio e il boss mi ha detto "non devi fare nessuna fattura". Questo era sicuramente un modo per dire di non aspettarmi che mi diano le spese legali. Lunedì dovrò parlare con l'altro boss in merito, dato che lui sarà fuori e queste imposizioni con la mia firma non mi vanno bene.

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #8 il: 01 Giu 2019, 18:38 »
Allora cominciamo da una realtà indiscutibile.

Lessi, circa un mese fa, il post di un collega che non voleva prendere praticanti
perchè sapeva di poterli pagare poco.
Tutti gli altri colleghi di tutti gli altri fori lo hanno ingiuriato per anni
facendo sembrare che fosse lui ad avere torto.

La verità è che un odierno studio legale si regge sui praticanti che non vengono
pagati e sugli avv collaboratori che vengono sottopagati.
Se per un giono si prova a togliere praticanti e collaboratori quegli studi
e sono il 75% del totale cessano di lavorare.

Per il tuo caso giure mi spiace ma il problema sei tu
non vuoi essere maltrattata, non vuoi che ti sia imposto di fare cose che non
vuoi fare ma mandi cv. Secondo te un imprenditore manda cv?
forse non ci siamo capiti un praticante che ha subito tutto quello che ha subito
inizierebbe con i lumini rubati al cimitero se passasse l'esame da avv pur
di andarsene dal luogo ove viene quotidianamente umiliato
Semplicemente tu sei nata per fare la dipendente o vuoi fare la dipendente
Tanto è. E siccome vuoi fare la dipendente tanto farai.

giure85

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 61
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #9 il: 01 Giu 2019, 18:40 »
Caro Mauro, chi te l'ha detto che una dipendente (ammesso pure che io la voglia fare), voglia o debba essere per forza maltrattata?

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #10 il: 01 Giu 2019, 18:53 »
La locuzione esatta da usare non è "ammmesso che io la voglia fare"
bensì "lo sto già facendo".

O sei titolare dello studio o una p.iva dipendente
Tertium non datur
E se sei p.iva dipendente stai pure prestando il tuo consenso
alla violazione della legge sulle p.iva in monocommittenza
a seconda degli accordi che hai
Credo, ma questo lo sai solo tu, che continui a recitarti il mantra
vorrei andarmene ma questo quà ma quello là ma quell'altro là
ma quell'altro sopra ma quell'altro sotto
e non te ne vai perchè non te ne vuoi andare
mò se sei terrorizzata dall'aprire un tuo studio o se sia altro questo
lo sai solo tu

Guarda che i maltrattamenti non sono solo fisici ma soprattutto
psicologici
I praticanti ed i collaboratori vengono quotidianamente maltrattati
psicologicamente per definizione. Soprattutto in udienza e soprattutto
in presenza dei clienti, anzi non vengono maltrattati se non in presenza
di cliente perchè i falliti devono far pur vedere a qualcuno che valgono
qualcosa.

Facciamo una cosa se ti va
Facciamo una bella proposta di legge con cui si statuisce che gli
avv collaboratori abbiano diritto ad uno stipendio mensile minimo
di 2.000 euro + contributi
Sai meglio di me che il giorno di entrata in vigore di tale legge
non vi sarebbero più avv collaboratori e tutti ne capirebbero il
perchè
Semplicemente perchè non vi sarebbero più le condizioni per sfruttare
altri esseri umani.
Mi spiace tanto la schiavitù non esiste più.

Poi se ci vogliamo prendere per il culo prendiamoci per il culo.

giure85

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 61
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #11 il: 01 Giu 2019, 19:08 »
non ho nessun terrore di aprire un mio studio, semplicemente ADESSO non posso permettermi di lasciare quello che ho perché lascerei i miei genitori (ultra65enni) nella m....con un mutuo pesante sulle spalle. Ma cosa credi che sia bello essere trattata come vengo trattata? Troppo comodo e facile ergersi a giudici, Lascio questo forum perché davvero credo sia frequentato solo da chi si diverte a dare dell'invertebrato a chi in realtà, semplicemente è figlio di nessuno.

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #12 il: 01 Giu 2019, 19:16 »
Secondo me non hai capito
Io sono figlio di nessuno
non ce la facevo più a fare il lavoro per il quale altri percepivano compenso
ho aperto un mio studio sin dall'abilitazione al patrocinio limitato
se vuoi il modo si trova, sempre
se non vuoi il modo non lo troverai, mai
se vuoi che altri siano pagati per il tuo lavoro la dipendente farai, a vita

se vuoi sono più preciso
i primi quattro mesi sono stato a reddito zero
poi sono cominciati ad arrivare i clienti del mio ex studio
perchè il cliente non è stupido
se vede il praticante in udienza, parla solo con il praticante vede che solo
il praticante sa del caso capisce che il dominus l'ha preso solo per il culo
e se vuole approdare a qualcosa deve andare dal praticante.

Secondo me qui la gente crede che le dighe siano erette istantanemente
oh ci voglino anni per erigerne una.

E te ne dico pure un'altra
l'impianto telefonico della mia casa l'ho fatto io
ho fatto liceo classico + giure
non perito elettronico o elettricista
eppure
è la volontà che conta

giure85

  • Aficionado

  • Offline
  • ****
  • 61
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #13 il: 01 Giu 2019, 19:22 »
sei stato fortunato a trovare dei clienti intelligenti. Noi abbiamo a che fare con gente molto semplice che pende dalle labbra di quell'azzeccagarbugli imbroglione del mio collega. Il 26 aprile sono andata io in udienza con i clienti perché loro stavano godendosi il ponte. Hanno dato a me l'incarico di chiedere e prendere i soldi che la signora non ha voluto darmi senza in cambio la fattura. Io ovviamente le ho detto che non potevo farle nulla e di portarli un'altra volta, beh...sai cosa le ha detto il mio collega? Che sono stata io a chiedere i soldi, che non c'era nessuna fretta! Questa per dirtene una!

nigripennis

  • The Iron Pava Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 32446
  • Testo personale
    se fossi un cioccolatino, sarei un boero
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #14 il: 03 Giu 2019, 10:28 »
se lavori da 5000€ al mese, come dici, non puoi accettare di prenderne 900 ed essere trattata a  :sign13: :sign13: in faccia
qualsiasi cosa è meglio
 ;)

Mauro_L_AQ

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • Chettenefrega non te la prendere
  • 1069
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #15 il: 03 Giu 2019, 11:09 »
Nigri ma guarda che l'ha detto pure giure
E' così ovunque anzi lei è anche fortunata.
Gli avv collaboratori, specie se donna, non vengono mai retribuiti dal dominus, almeno dalle mie parti.
Quest'episodio, reale, l'ho già raccontato qui sopra più volte.
Ad una avvocato donna è stato negato il compenso con la scusa che le stavano insegnando come si fanno gli
avvisi di vendita in modo perfetto.
Questa qui mi telefonava ogni volta piangendo perchè la cazziavano, pressochè quotidianamente, per gli
errori che commetteva. Non trattavasi di praticante alle prime armi ma di avvocato.
Alla fine le invio un file e risulta che l'avviso di vendita perfetto che le dovevano insegnare a fare, e per il
quale le era stato per anni negato qualsiasi tipo di compenso, era il format presente sul sito del Ministero
della Giustizia.

Che poi fossero solo le umiliazioni.
Uno regge finchè regge poi si fa ricoverare e quando viene dimesso fa altro.
A me sono bastati 12 mesi e avevo sulle mani tutte bolle.
Io pensavo fosse detersivo cinese per piatti a base di piombo. Vado dal medico = stress.
Ma uno si deve rovinare la vita per lavorare gratis, o quasi, per un altro?
Vallo a dire ad un metalmeccanico se è disposto a dare 4.000 euro del suo stipendio al datore di lavoro.

Lo so io, lo sai tu nigri, lo sa admin, lo sa salta, lo sa jello ecc.
L'avv quando gli si presenta il cliente prima si deve studiare il caso poi, a distanza
di giorni o settimane, se ci sono margini per instaurare un procedimento gli fa firmare
la lettera di incarico professionale.
Non lo dico io
Lo dice il cod. civ. lo dice la legge professionale lo dice il codice deontologico.

Quante volte l'hai visto fare dai tuoi colleghi nigri?
Io mai.
Si fa firmare il cliente all'istante poi si studia il caso e nel 99% dei casi
si va in udienza con una causa persa fra le mani.
Sono solo questi i casi che il dominus affibbia all'avv collaboratore.

Mo fai umiliazioni quotidiane del dominus di fronte ai clienti + figure di merda
quotidiane di fronte a tutti i giudici del distretto + crescita professionale zero=
ma che stai a fare ancora iscritto all'albo?

Qui le cose sono due
o ti metti in proprio
oppure ammetti che l'avvocatura non fa per te.
« Ultima modifica: 03 Giu 2019, 11:24 da Mauro_L_AQ »

Alex1969

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 121
  • Testo personale
    New Member
Re:Non voglio più fare l'avvocato
« Risposta #16 il: 10 Giu 2019, 16:37 »
Mi sono letto tutta la discussione...solitamente sono in disaccordo con Mauro, ma devo dire che questa volta condivido e approvo ogni singola sillaba!

 

obblighi neo avvocato

Aperto da qui

Risposte: 30
Visite: 9491
Ultimo post 05 Apr 2006, 15:04
da alletati77
Sala d'attesa in comune con professionista non avvocato

Aperto da AlexTheSurfingWolf

Risposte: 8
Visite: 2848
Ultimo post 27 Feb 2007, 16:44
da Isabella
dopo l'orale che fare?

Aperto da improbuss

Risposte: 4
Visite: 1663
Ultimo post 29 Nov 2007, 19:28
da improbuss
incompatibilità tra socio di srl e avvocato

Aperto da chillenu

Risposte: 16
Visite: 5446
Ultimo post 01 Feb 2008, 19:21
da Isabella
Dopo l'abilitazione, cosa fare?

Aperto da Luxxx

Risposte: 9
Visite: 3816
Ultimo post 05 Feb 2008, 23:15
da tesy
Avvocato associazione dei consumatori

Aperto da L75

Risposte: 8
Visite: 2989
Ultimo post 14 Mar 2008, 20:26
da acolletti
incompatibilità avvocato e co.co.co per una p.a.

Aperto da rexmat

Risposte: 4
Visite: 1916
Ultimo post 21 Mag 2008, 20:58
da rexmat
avvocato del sindacato e di un ente pubblico

Aperto da monet

Risposte: 4
Visite: 1721
Ultimo post 23 Ott 2008, 20:57
da Alamut
una volta superato l'esame, cosa fare?

Aperto da CaiettoB

Risposte: 19
Visite: 6258
Ultimo post 19 Nov 2008, 10:35
da Supernova
Retribuzione neo avvocato

Aperto da Marcello79

Risposte: 1
Visite: 1765
Ultimo post 19 Nov 2008, 13:19
da Didda