Autore Topic: La responsabilità dell'avvocato  (Letto 14304 volte)

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4252
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #45 il: 26 Maggio 2015, 11:08:02 »
gli strumenti per reagire alle cause ad minchiam esistono da tempo.
Lite temeraria, regolazione delle spese di lite.
Ma come sempre le regole esistenti vengono applicate male o non vengono applicate del tutto. Si preferisce la logica emergenziale, che è quella che autorizza il ricorso a mezzi straordinari.
Preferisco una causa ad minchiam in un sistema in cui le porte dei tribunali sono realmente aperte a tutti, piuttosto che l'attuale situazione nella quale i cittadini sono terrorizzati dall'idea di far valere un diritto in giudizio, per via delle spese (contributo unificato, marca da bollo, iva al 22% sulle prestazioni del legale, imposta di registro ecc.) e dei mille ostacoli introdotti in nome della ADR, con "strumenti" tipo la mediazione obbligatoria, che sono la negazione della giurisdizione.

Ash(reparto-ferramenta)

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2455
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #46 il: 26 Maggio 2015, 11:13:06 »
le cause sono cose serie. oggi ce ne sono troppe ridicole dipendenti (se non del tutto, quantomeno in buona parte) dal numero (più che) ridicolo di avvocati in circolazione.
ogni strumento in grado di cambiare questa penosa situazione va salutato con favore, in primis dagli avvocati che vogliano dirsi realmente tali

Sunbathing

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 204
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #47 il: 26 Maggio 2015, 11:16:42 »
In realtà non sono d'accordo nemmeno su questo: richieste inutili, ignoranti e non accettabili sono presenti percentualmente in ogni settore, personalmente non sento l'esigenza di alzare il livello solo nella giustizia (già allo sfascio, ormai irrimediabilmente e, come abbiamo detto tutti, non per questo motivo).

Citazione da: "jello"
direttamente nessun danno. indirettamente, come per tutti gli altri, il danno è quello del contributo allo sfascio della giustizia (non il contributo principale, sia ben chiaro, ma certamente un contributo).


Secondo il mio modesto parere sostenere che nella giustizia ci siano troppi avvocati incapaci, che fanno solo danni e propongono solo cause ad m.inchiam è solo propaganda politica volta a ridurre il numero degli avvocati o (ancora meglio) ad indirizzare la maggior parte delle persone nei grossi studi o presso i vecchi avvocati, che sarebbero gli unici depositari della conoscenza.

Se poi vogliamo fare un discorso ancora più ampio, siete sicuri che sia meglio che il cliente convinto di aver ragione ma che ha irrimediabilmente torto non faccia causa? Premesso che io non lo accetterei, non è affatto detto che riuscirei a convincerlo di avere torto. E potrebbe quindi rimanere convinto di aver subito un'ingiustizia che nessuno vuole aiutarlo a contrastare.
A me è capitato di dire ad un cliente che a mio avviso nel suo caso non c'era nulla da fare: non era convinto, e secondo me è rimasto dell'impressione che io non volessi aiutarlo perché facevo parte del sistema contro di lui. Per me è stato meglio così. Per lui non lo so, non ci giurerei: forse una sentenza negativa lo avrebbe convinto di più.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4252
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #48 il: 26 Maggio 2015, 11:25:59 »
le cause sono cose serie.
verissimo.
mai detto il contrario.
ribadisco che per quelle non serie esistono gli strumenti per sanzionare la parte che le abbia proposte.
ma qui si discute di principi generali.
dobbiamo innanzitutto stabilire se il nostro sistema debba continuare a garantire il diritto alla giurisdizione a tutti piuttosto che solo ad alcuni (rectius: banche, assicurazioni, multinazionali ecc., che possono sobbarcarsi tutti gli oneri connessi ad un giudizio, insostenibili per i più).
concordo poi con Sunbathing : ci sono tanti luoghi comuni che riguardano la nostra professione, spesso del tutto indimostrati o asserviti ad interessi politici più o meno inconfessabili.
In molti anni di carriera non mi è mai capitato di incappare in una causa che si potesse definire ad minchiam... dove stiano tutte queste cause temerariamente intentate è un fatto che andrebbe appurato, con analisi rigorose e numeri alla mano.
Sono spesso incappato, invece, in clienti che avevano ragione da vendere, ma che hanno rinunciato in partenza a farla valere giudizialmente proprio per i costi.
E questa non è cosa legata al numero (certamente) eccessivo di avvocati.

jello

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1215
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #49 il: 26 Maggio 2015, 11:34:59 »
Questa è un'altra questione, statisticamente più rilevante e a mio avviso dieci volte più grave di tutte le altre. Penso che almeno tra di noi nessuno lo contesti.

Poi vale anche quanto detto da te e da quello sopra di te, ovvero che in italia - come in moltissimi campi in crisi - le norme ci sono, il problema e come e se vengono rispettate.
Citazione da: "tiglio1971"

Sono spesso incappato, invece, in clienti che avevano ragione da vendere, ma che hanno rinunciato in partenza a farla valere giudizialmente proprio per i costi.
E questa non è cosa legata al numero (certamente) eccessivo di avvocati.

thunderman

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 727
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #50 il: 26 Maggio 2015, 11:55:11 »
Beh, bisogna specificare cosa si intende con le cause "ad minchiam" eh....

Penso rientrino non solo le cause già perse in partenza ma pure quelle inutili, tipo, la prima che mi viene in mente, azioni di recupero credito inutili verso pezzenti, sfrattati e compagnia..... quando sai già al 80% (e sono buono) che non combini nulla se non gravi di ulteriori spese il tuo cliente...io personalmente non ne ho mai fatte (me ne sono capitate parecchie di questo tipo visto che faccio un sacco di sfratti, se avessi fatto una inutile azione di recupero del credito per ogni sfratto che ho fatto, sarei stato e sarei tuttora a cavallo.............non mi piace illudere la gente ben sapendo che il risultato sarà quasi sicuramente negativo.....io voglio stare tranquillo...io sono fatto così) ......, ma so di per certo che parecchi le fanno

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13968
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #51 il: 26 Maggio 2015, 12:05:35 »
Esiste il patrocinio a Spese dello Stato
Citazione da: "tiglio1971"

Sono spesso incappato, invece, in clienti che avevano ragione da vendere, ma che hanno rinunciato in partenza a farla valere giudizialmente proprio per i costi.
E questa non è cosa legata al numero (certamente) eccessivo di avvocati.

jello

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1215
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #52 il: 26 Maggio 2015, 12:19:28 »
il problema è che la giustizia costa tanto (troppo) anche per chi magari non è ufficialmente povero e non può godere del gratuito patrocinio, ma deve comunque fare i conti alla fine del mese
Citazione da: "an"
Esiste il patrocinio a Spese dello Stato

Ash(reparto-ferramenta)

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2455
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #53 il: 26 Maggio 2015, 12:22:19 »
in italia il numero degli avvocati è a stare stretti 10 volte tanto rispetto a germania e francia, vale a dire i due paesi a noi più affini per tradizione giuridica.
ciò comporta (oltre ad un inevitabile, totale e meritato sputtanamento della professione) un numero di cause esponenziale rispetto ai suddetti paesi.
i numeri sono oggettivi, il resto è bla bla alla de filippi/d'urso.
posto che a mio parere loro sono civili e noi no (de gustibus naturalmente) ogni intervento teso a rimediare alla nostra penosa situazione lo valuto con applausi

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13968
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #54 il: 26 Maggio 2015, 12:37:46 »
diciamo 20 volte il n. degli avvocati francesi.

Ash, non sottovalutare che il meridione è terra dove piuttosto che lavorare diventi avvocato...

Sunbathing

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 204
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #55 il: 26 Maggio 2015, 12:40:24 »
Propaganda, appunto. Per fare certi paragoni è necessario fare anche molti altri confronti di dati, altrimenti veramente siamo ai livelli della de filippi/d'urso.
Scusa l'impudenza ma se pensi che la professione forense sia sputtanata, siamo incivili e siamo troppi perché non cambi lavoro? O vale solo per gli altri? Armiamoci e cambiate lavoro?

Citazione da: "Ash(reparto-ferramenta)"

ciò comporta (oltre ad un inevitabile, totale e meritato sputtanamento della professione) un numero di cause esponenziale rispetto ai suddetti paesi.
i numeri sono oggettivi, il resto è bla bla alla de filippi/d'urso.
posto che a mio parere loro sono civili e noi no (de gustibus naturalmente) ogni intervento teso a rimediare alla nostra penosa situazione lo valuto con applausi


Al di là di questo, pensare che una sentenza della Cassazione discutibile sia un intervento teso a rimediare alla situazione del numero degli avvocati per me è non solo risibile, ma anche pericoloso. Al disinteresse di governo parlamento cnf ed altri deve supplire la magistratura?

Questa sentenza non farà diminuire il numero degli avvocati nemmeno di una singola unità. In compenso, costituirà una nuova scusa per il cliente per non pagare. In effetti mi correggo: la morte per fame di qualche avvocato potrebbe ridurne il numero totale.

P.S. Sulle considerazioni di an in merito al meridione mi astengo per decenza.

tiglio1971

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4252
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #56 il: 26 Maggio 2015, 12:45:24 »
Tra il poveretto che non guadagna nemmeno 10000 euro all'anno (famiglia compresa ovviamente) ed il miliardario alla Paperon de' Paperoni c'è un mondo di gente che guadagna somme normali e che non può pagare né 3000 euro di avvocato, né l'imposta di registro, né il contributo unificato, né l'iva, né la marca da bollo per le copie e chissà quali altri balzelli.
Ovviamente il riferimento era a queste persone.

Citazione da: "an"
Esiste il patrocinio a Spese dello Stato
Citazione da: "tiglio1971"

Sono spesso incappato, invece, in clienti che avevano ragione da vendere, ma che hanno rinunciato in partenza a farla valere giudizialmente proprio per i costi.
E questa non è cosa legata al numero (certamente) eccessivo di avvocati.

an

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 13968
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #57 il: 26 Maggio 2015, 12:50:49 »
astieniti pure, per carità, ma è la sacrosanta verità che in meridione ci sia un numero spropositato di avvocati rispetto all'effettivo contenzioso con le note conseguenze e ricadute economiche e sociali.

L'esorbitante n. di avv. nel meridione è altresì dovuto alla bassa qualità ed eccessiva quantità di facoltà di giurisprudenza nel meridione.

La laurea in giurisprudenza una volta era un trampolino di lancio per l'impiego negli enti pubblici.
Ora, con il blocco delle assunzioni nel pubblico impiego, si sono tutti riciclati nell'universo giustizia  

E tra questi molti vengono a Milano per farsi "assumere" in studi legali con "stipendi" da fame : 800 euro al mese, sbilanciando verso il basso la concorrenza con avvocati autoctoni.

Queste sono caxxate? non credo proprio, sunbathing. I numeri parlano chiarissimo.

saltailmuro

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5455
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #58 il: 26 Maggio 2015, 13:55:43 »
Sacrosanta verità, a parer mio.

Admin_M

  • Amministratore
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • Demiurgo & Sensei [先生]
  • 5268
La responsabilità dell'avvocato
« Risposta #59 il: 26 Maggio 2015, 18:07:49 »
:pale:


 

responsabilita professionale

Aperto da stregaSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 2
Visite: 725
Ultimo post 27 Gennaio 2003, 12:40:05
da strega
Curiosità su avvocato calabrese F.I. 1987, I, 58

Aperto da AnonymousSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 30
Visite: 7049
Ultimo post 27 Marzo 2003, 14:53:16
da Liucs
Responsabilità precontrattuale ed interesse negativo

Aperto da cacciatoredisqualiSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 3
Visite: 852
Ultimo post 02 Aprile 2003, 15:57:18
da cacciatoredisquali
Consigli sulla preparazione dell'esame?

Aperto da AnonymousSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 4
Visite: 1684
Ultimo post 09 Aprile 2003, 20:04:03
da PesceTrombetta
Applicabilità dell'art. 1183 al preliminare

Aperto da MorkSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 7
Visite: 1508
Ultimo post 15 Aprile 2003, 19:37:12
da mafolo
Roma: corso preparazione esame avvocato

Aperto da PaccoloSezione [ Master, corsi formativi, e SSPL ]

Risposte: 2
Visite: 1388
Ultimo post 10 Giugno 2003, 20:16:16
da Paccolo
Avvocato accesso per concorso?

Aperto da ildementecolomboSezione [ Esame da avvocato: risultati, news, consigli e commenti ]

Risposte: 17
Visite: 2898
Ultimo post 23 Giugno 2003, 16:20:50
da tapeto
Esiste il back up completo dei messaggi dell'anno scorso?

Aperto da Zio@casaSezione [Sito web: Comunicazioni e problemi tecnici]

Risposte: 3
Visite: 1537
Ultimo post 07 Luglio 2003, 13:43:18
da ziorco
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata



Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati

 
Annunci Sponsorizzati


Annunci Google