Autore Topic: fisso al mese: quanto chiedere?  (Letto 121505 volte)

dottorino

  • Nume Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 11362
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #50 il: 26 Gen 2004, 17:55 »
mah... Terence non parlava di 3 anni di anzianità ma di 3 anni di iscriz. alla cassa, cui precisava di essersi iscritto da praticante ... vuol dire che al massimo è avvocato da un paio di anni.
poi non lo so, sarò stato troppo influenzato dai miei "maestri" che mi hanno detto a più riprese che per fare di una persona un qualcosa di lontanamente simile a un vero avvocato ci vogliono 5 anni.
Ad ogni modo auguro a Terence di continuare a divertirsi col lavoro e, se ci riesce, a guadagnarci anche bene.

lele76

  • Forumdipendente

  • Offline
  • **
  • 423
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #51 il: 26 Gen 2004, 17:56 »
Faccio il medesimo augurio

Mr-Hyde

  • Nume Tutelare
  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1731
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #52 il: 26 Gen 2004, 18:19 »
chi hai soldi che gli escono fuori dalle orecchie prima dei trenta nel nostro ramo e' chi ha i soldi di famiglia...ih ih ih

Non ho ancora conosciuto un socio nei primi cinque studi Italiani che abbia meno di trent'anni.

nikole

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2102
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #53 il: 26 Gen 2004, 18:25 »
Citazione da: "terence"

 IVA, si qualche volta vai a credito, ma come noto l'IVA non è un costo e pertanto non la considero neppure nel mio calcolo.
...


Ma quando mai l'IVA è a credito???????? Sei un mago allora!

dottorino

  • Nume Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 11362
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #54 il: 26 Gen 2004, 18:27 »
30 anni? sarebbe già arci-bravo (o raccomandato ... eh eh)
a me risulta che al massimo a quell'età ti danno la junior partnership, ma tu sicuramente ne sai molto più di me, indi ti credo

guardando però alla diversa - e ben più diffusa in Italia - realtà dei piccoli studi, o del professionista che lavora in proprio con una segretaria e un praticante, 30 anni - o 3 di anzianità - sono sicuramente pochi. E' un fatto psicologico: il cliente che può spendere tanto vuol vedere il capello brizzolato.
Idem per il giudice, e più sali di grado nelle giurisidizioni più è così...

Mr-Hyde

  • Nume Tutelare
  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 1731
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #55 il: 26 Gen 2004, 18:28 »
Informazione:
Non conosco bene gli stipendi in Italia in quanto il mercato non e' trasparente a riguardo (manca la mitica rivista "The Lawyer") ma mi e' giunta voce che un praticante sia su Euro 2000 al mese che raddoppiano appena si diventa avvocati (con una precisazione, se si e' fenomeni le cifre possona aumentare del 50%).
Tali cifre pero' sono lorde

lombroso

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 213
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #56 il: 26 Gen 2004, 18:33 »
..non solo nel nostro ramo.....ma poi perchè perdersi dietro i soldi che non si hanno....la vita è bella e (senza figli da mantenere) si vive bene anche con lo stipendio del "tranviere"   :roll: !
Sinceramente quello che mi interessa è avere l'opportunità di fare un lavoro interessante, creativo e divertente, poter aiutare il prossimo..... :angel1: ..i soldi verranno...(..speriamo non mi legga il mio dominus... :confused4: )

dottorino

  • Nume Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 11362
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #57 il: 26 Gen 2004, 18:37 »
spera ancor di più non ti leggano i clienti eh eh ;)

303434

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 9
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #58 il: 26 Gen 2004, 19:09 »
Sono in accordo con chi dice che se un avvocato a trent'anni vive di solo lavoro proprio e guadagna tanti soldi che gli escono dalle orecchie, è figlio d'arte o gestisce loschi traffici  :D !! Questo per lo meno vale per le grandi città; sicuramente nel paesino di campagna dove esisti solo tu come avvocato e per la gente del posto, che a malapena sa leggere, sei una semi divinità, la situazione è ben diversa!
Ci dobbiamo confrontare con una dura realtà ed è inutile che lo neghiamo o ci illudiamo. Rinbocchiamoci le maniche, lavoriamo sodo, studiamo sempre di più per avere una marcia in più e prendiamo le decisioni giuste. e si, qui sta il problema...per lo meno il mio! Ho paura di fare scelte sbagliate come quella che vi ho già espsosto. Per chi mi ha già risposto , grazie: credo che gli chiederò di fare il mese di Febbraio di prova. Il dubbio è:se mi da troppo lavoro suo, io per aver solo il 20% delle sue pratiche di recupero crediti, non riesco a mandare avanti il mio!!!! Aiuto!!!!!!!!!

AlexDrastico

  • Nume Tutelare
  • Guru

  • Offline
  • *****
  • 1430
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #59 il: 27 Gen 2004, 12:18 »
X Arturus
dove lavoro io è all'incirca lo stesso. Tuttavia, al momento dell'atto di citazione, l'Avv. prende già un bel fondo spese. Se te ne dà una parte, anche piccola, per te potrebbe già essere una buona cosa. Per il resto considera che sti famosi fondo spese arrivano nelle tasche dell'Avv. molto più spesso che nelle tue.
Per me questo tipo di proposta ha senso (tanto che io l'ho accettata) nella misura in cui è assolutamente permessa ed incentivata la creazione di un proprio giro di clienti contando sull'aiuto del dominus per chiarirsi ogni dubbio e sulle risorse dello studio alle quali contribuisco in relazione alle mie possibilità.

Detto questo, a mio parere proprio per il fatto di essere professionisti, non è corretto parlare di "fisso al mese". Bisognerebbe essere pagati per l'attività effettivamente svolta mettendo in conto mesi molto magri e mesi solo magri. Ancora una volta diventa indispensabile la possibilità di fare qualcosa (molto) in proprio.

Al limite i più insensibili tra di noi potranno forse contare sul "fesso al mese" (a trovarlo!) ma questa è un'altra storia

303434

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 9
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #60 il: 27 Gen 2004, 17:33 »
Bene, decisione presa: si rischia.
Ma per tutelarmi un po' scriverò una bellissima scrittura privata tanto per mettere nero su bianco gli accordi. Qualcuno di Voi sa gentilmente darmi un idea del modello di contratto da prendere a base? Può mandarmi un modello tanto per farmi un'idea? Grazie ancora

robertina

  • Rookie * Novizio

  • Offline
  • **
  • 13
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #61 il: 02 Feb 2004, 22:05 »
Mi sono appena iscritta all'Albo Avvocati.
Dopo un mese di tira e molla, le dominus dove ho fatto pratica mi hanno offerto la cifra di euro 900,00 al mese, a loro dire nette.
Secondo la loro versione, infatti, mi farebbero firmare a maggio una dichiarazione di collaborazione autonoma per i mensili dati di cui mi pagherebbero, sempre a loro dire, le tasse (ritenuta d'acconto al 20% più le tasse dovute sul reddito).

ora mi vengono due dubbi: 1. ma le collaborazioni occasionali non sono state ridotte dalla legge biagi ad un massimo di 30 giorni in un anno solare o per un max di 5.000 euro? o anche x quelle vale l'esclusione x le professioni intellettuali con obbligo di iscrizione all'albo come per il contratto a progetto? (leggendo la legge fatico a capirlo con chiarezza)

2. avrei intenzione di aprire partita iva, anche in previsione dell'iscrizione cassa. In quel caso posso comunque fare collaborazioni occasionali o sono costretta x forza a fatturare?

grazie a tutti

rob

micol

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 7
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #62 il: 10 Giu 2004, 22:08 »
Sono avvocato da 9 mesi e lavoro in un piccolo studio di provincia (siamo in tre: la dominus, io e una praticante). Lavoro tutte le mattine e due pomeriggi a settimana (perché ho due figli..........) e ricevo un fisso di 500,00 euro al mese, al netto della ritenuta d'acconto,+il 50% delle pratiche di cui mi occupo personalmente. Il problema è che finora ho preso la percentuale solo su 2 o 3 sinistri del valore di poche centinaia di euro..........Da settembre vorrei chiedere un aumento e vorrei un consiglio sulla cifra da sparare.......

claudia1974

  • Nume Tutelare
  • Megapraticante

  • Offline
  • *****
  • 520
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #63 il: 11 Giu 2004, 09:04 »
non conviene il fisso...perché peraltro ti induce a sederti...la libera professione è per sua natura incompatibile con il "fisso", devi imparare a gestire i soldi quando entrano e quando non entrano....fatti dare una percentuale sulle pratiche che segui direttamente per lo studio

dressedtokill

  • Nume Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3214
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #64 il: 11 Giu 2004, 10:39 »
what???????????????   :shock:  :evil:  :shock:  :?:  :idea:  :?:

avvocato iscritto all'albo, libero professionista alle dipendenze altrui per 500 euro???? ma siamo matti?????

scusa Micol, ma mettendoti in proprio credi che guadagneresti meno??? :x  :?:  :!:  :?:

nicodemo

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2616
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #65 il: 11 Giu 2004, 11:37 »
Cara Dress che c'e' di strano, forse Micol si sara' espressa male, ma la sostanza e' che presta la sua opera per quello studio e per quella cifra.
In merito al tuo consiglio, devi considerare che non puo' dedicarsi a tempo pieno all'attivita' in quanto ha 2 figli.
Per questi motivi concordo con quanto affermato da Claudia, oltre a questo minimo garantito chiedi una percentuale sulle pratiche che segui direttamente per lo studio. :wink:

dressedtokill

  • Nume Tutelare
  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 3214
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #66 il: 11 Giu 2004, 11:56 »
Lo so Nico, il principio ci potrebbe anche stare, ma quello che le danno è oggettivamente troppo poco, quasi offensivo. Pensa a quante ore del suo tempo, ai soldi, a quante energie ha investito  per diventare avvocato. Può andar bene il fisso, anche se io non concordo, ma chiaramente si tratta solo della mia opinione personale. Il punto è che,  a parte le questioni di ordine morale, non può guadagnare meno, col fisso o con le percentuali non importa,  che con un part-time in un call-center. Non è giusto e non ne vale la pena. A questo punto, sempre secondo me, meglio mettersi in proprio e lavorare a casa. Nella peggiore delle ipotesi, si stressa meno.

claudia1974

  • Nume Tutelare
  • Megapraticante

  • Offline
  • *****
  • 520
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #67 il: 11 Giu 2004, 11:56 »
è ovvio che l'avvocato part time è una contraddizione in termini...sappiamo tutti come le telefonate arrivino negli orari e nei momenti più impensabili....alla disponibilità di tempo limitata che dà micol corrisponde una remunerazione limitata che però fossi in lei  chiederei di integrare nel modo in cui ti ho indicato anche perché così saresti indotta a lavorare di più e con maggiore soddisfazione

Dave77

  • Nume Tutelare
  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2157
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #68 il: 11 Giu 2004, 12:15 »
E' vero che micol dice di aver seguito poche pratiche pero ora ma il fatto che dica...

Quota (selezione)

il 50% delle pratiche di cui mi occupo personalmente


Mi sembra una prospettiva interessante... lavoro=guadagno...

nicodemo

  • Nume Tutelare

  • Offline
  • *****
  • 2616
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #69 il: 11 Giu 2004, 15:23 »
Dave in parte hai ragione, considera' pero' che i nuovi potenziali clienti che entrano nello studio non sono suoi!
Come fa allora la povera Micol ad acquisire nuovi clienti se e' all'inizio, non ha visibilita', ed impiega il suo tempo a svolgere le pratiche altrui :wink: ?

blueyes

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2101
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #70 il: 11 Giu 2004, 16:14 »
concordo con nico.

Io mi sono già messo d'accordo col mio dominus.. mi sembra un buon accordo.

se passo l'esame:

- paga lui due stanze;
- paga lui tutte le utenze;
- paga lui un praticante;
- mi riconosce il 100% degli utili netti;
- posso lavorare le ore che voglio al giorno.

non vi sembra un ottimo accordo?

f.to il dominus di me stesso :-)


p.s. x micol: per meno di 2.000/2.500 euro netti al mese non conviene fare il dipendente.. meglio rischiare e mettersi in proprio...

Kira

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 154
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #71 il: 11 Giu 2004, 16:22 »
Concordo pienamente, anch'io mi sto mettendo in proprio e per ora, nonostante le difficoltà, sono abbastanza soddisfatta.
Bisogna però vedere che sacrifici si è disposti a fare: francamente non capisco però che anela al posto fisso da avv. Tanto valeva cercarsi un lavoro dipendente appena laureati risparminado anni di sacrifici (non solo economici)

Dave77

  • Nume Tutelare
  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2157
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #72 il: 11 Giu 2004, 18:42 »
sottoscrivo

gitemila

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 120
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #73 il: 02 Set 2004, 18:33 »
secondo voi mi pagano bene?
1. stanza gratis
2. fisso di 550 euro al mese
3. percentuale del 10% sulle pratiche di diritto di lavoro concluse (che  non durano più di 5 mesi)
4. faccio sia il penale che il diritto del lavoro (e cioè atti, ricorsi, cancelleria...)
5. sono più tosto libera negli orari (anche se è solo apparenza perchè ti controllano ugualmente)
6. per i miei pochi clienti posso usare la sala riunioni che è molto figa!!!

chillenu

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 5312
fisso al mese: quanto chiedere?
« Risposta #74 il: 02 Set 2004, 19:02 »
la tua sala riunioni è molto PATATINA??????????????
secondo me ti pagano anche troppo...
eheh


ohi ohi:
vedo la correzione...
maledetta censura!!!!!
dimentica quanto sopra!

 

un giuramento al mese

Aperto da patrocinio80Sezione [ Giovani avvocati e i problemi della professione ]

Risposte: 34
Visite: 11410
Ultimo post 22 Ott 2013, 14:53
da saltailmuro
Transazione di 500.000 euro: quanto è dovuto all'erario?

Aperto da HartmanSezione [ Civile :: Da collega a collega ]

Risposte: 11
Visite: 1607
Ultimo post 03 Dic 2010, 08:41
da Hartman
termine a mese e sospensione feriale

Aperto da didacaSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 0
Visite: 827
Ultimo post 16 Set 2010, 08:12
da didaca
Si può chiedere l'indulto in luogo della sospensione condizi

Aperto da giampaoloSezione [ Procedura Penale ]

Risposte: 21
Visite: 4167
Ultimo post 02 Apr 2009, 14:30
da dilegge
Si possono chiedere gli interessi moratori nel Decreto Ingiuntivo?

Aperto da God save the PraticantSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 1
Visite: 784
Ultimo post 20 Set 2017, 16:06
da Honeymoon
Ritiro precetto ritualmente notificato...quanto viene ?

Aperto da magicospettroSezione [ Recupero Crediti ed Esecuzioni ]

Risposte: 9
Visite: 3011
Ultimo post 15 Feb 2008, 13:58
da magicospettro
Rissa in discoteca: A chi chiedere i danni?

Aperto da AjejeBrazovSezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 1
Visite: 483
Ultimo post 20 Giu 2007, 19:10
da lillis
Rinuncia a una domanda riconvenzionale in quanto consapevolmente inammissibile

Aperto da giaavvocatoSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 1
Visite: 2202
Ultimo post 24 Giu 2015, 10:25
da nigripennis
Richiesta risarcitoria inadempimento contrattuale: Quanto?

Aperto da HartmanSezione [ Locazioni & Vendite ]

Risposte: 13
Visite: 4397
Ultimo post 28 Feb 2011, 19:02
da nigripennis
Ricerca dello studio:quanto tempo prima?

Aperto da strocSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 3
Visite: 1101
Ultimo post 27 Gen 2005, 12:37
da jonny79