Autore Topic: Apertura partita IVA  (Letto 50868 volte)

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #45 il: 03 Marzo 2008, 23:40:04 »
sparo anche io una domandina a bruciapelo.

nei casi in cui è prevista la ritenuta d'acconto, che succede se emetto una fattura senza farla figurare?

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #46 il: 05 Marzo 2008, 14:25:42 »
ne sparo un'altra..

c'è qualcuno di voi che aveva aderito al forfettino e che non era iscritto nè alla cassa forense nè all'inps?

io per ora non ho l'obbligo di iscrizione alla cassa e vorrei aderire al forfettino, solo che tra i requisiti scrivono che occorre admepiere agli oneri previdenziali.. uffi.
io il regime dei minimi non lo voglio, non voglio andare a credito con la ritenuta !!!!!!!!! uffi

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #47 il: 05 Marzo 2008, 17:53:12 »
arieccomi.. e questa volta per degli aggiornamenti.
ho finalmente parlato con quei disgraziati dell'agenzia delle entrate.

non solo confermano (ma già si sapeva) che la ritenuta si applica al regime dei minimi, ma mi hanno detto che occorre necessariamente avere un'ente previdenziale nel momento in cui si è titolari di partita iva.
se l'inps effettua un controllo e vede che la posizione è scoperta, non solo iscrive il soggetto all'inps ma lo mazzula pesantemente chiedendo contributi, more ecc ecc. in più quanto pagato all'inps non potrà essere fatto valere per la cassa forense..

eppure la maggior parte delle persone che conosco e che hanno cominciato a lavorare da poo, non hanno nessuna posizione previdenziale aperta.   uffa

L75

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 953
Apertura partita IVA
« Risposta #48 il: 06 Marzo 2008, 10:23:43 »
Ciao Supernova.

Che caos....come già detto anch'io sapevo che era necessario essere iscritti ad un ente previdenziale però la maggior parte dei giovani Avv non lo fa. Si limitano ad aprire la P.I. e stop...
Quanto al forfettino non so cosa dirti...io volevo aderire al forfettone soprattutto perchè non si è soggetti agli studi di settore e perchè si ridurrebbe di molto il lavoro del Commercialista ( con conseguente diminuzione della sua parcella).

jack1979

  • Divinita' Immortale

  • Offline
  • *****
  • 4709
Apertura partita IVA
« Risposta #49 il: 06 Marzo 2008, 12:04:01 »
Mi trovo a dovermi autoquotare...

Citazione da: "jack1979"
Mah...

Citazione da: "paperina79"
scusami l75, quindi non si può essere non iscritti sia alla cassa n forense che all'inps?


...mi permetto di anticipare quanto ti risponderà l75: per quel che ne so io, non si potrebbe. Una volta aperta partita IVA, o versi alla cassa o versi all'INPS, ma a qualcuno devi comunque versare, iscrivendoti all'apposita gestione. Che poi la stragrande maggioranza se ne freghi, non iscrivendosi alla cassa (essendo sotto i previsti limiti reddituali) e neppure alla gestione separata INPS (per la quale nn mi risulta ci siano limiti reddituali esoneranti) è un altro discorso... 8)


Praticamente tutti i neo avvocati se ne fregano, pur sapendo abbastanza bene che occorre iscriversi o alla cassa o all'inps, non potendo lasciare la propria posizione previdenziale "scoperta", per legge. Ah, per rispondere a l75: io sono un neoavvocato e -come detto- quasi tutti i neoavv se ne fregano: io quindi me ne... 8)  8)

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #50 il: 06 Marzo 2008, 14:16:38 »
domo molto rimuginare ho scelto: nuove iniziative economiche e non contribuenti minimi.
la mia fonte principale di reddito attualmente è l'avv. per cui lavoro e mi rompe da morire subire uan ritenuta del 20% per andare a maturare credito continuamente, tanto non li avrò mai nelle mie mani.
in più, al posto del 20% di imposta sostitutiva, pagherei solo 10% più irap (che, per il mio reddito, è proprio bassa).

e poi facendo delle simulaizoni, è venuto fuori che il regime dei minimi è conveniente ma solo dai 15.000 in su..e io sono ben sotto.

per gli studi di settore amen...

Grafin

  • Praticantissimo

  • Offline
  • *****
  • 186
Apertura partita IVA
« Risposta #51 il: 06 Marzo 2008, 18:20:41 »
non sono iscritto alla cassa (sul sito dell'ordine di Firenze dice che non è obbligatorio ed ho una pensione integrativa :)), faccio la fattura con iva e ritenuta d'acconto.

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #52 il: 07 Marzo 2008, 15:12:24 »
io penso che mi iscriverò..per i primi tre anni pago il 6% al posto del 12%.. sennò in pensione ci vado a 90 anni. Non son più così giovane io !!

BarbaraB

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1383
Apertura partita IVA
« Risposta #53 il: 07 Marzo 2008, 15:21:09 »
Io mi sono subito iscritta (da praticante abilitato) e vi dico che non è poi così impossibile pagare la cassa...possibile che mai nessun giovane sia stato controllato da Agenzia delle Entrate ed INPS? Io mi sono iscritta alla cassa appena aperta la partita IVA...spero di poter andare in pensione...prima o poi...e magari anche in maternità: ricordo, alle giovani avvocate, che non si può chiedere la maternità prima che siano trascorsi 3 a. dall'iscrizione alla cassa...sennò niente contributo maternità...che divertente...siamo trattate peggio delle lavoratrici INPS INPDAP etc....

denicola

  • Nuovo arrivato

  • Offline
  • *
  • 4
Apertura partita IVA
« Risposta #54 il: 07 Marzo 2008, 16:48:17 »
supernova sei sicuro che dai 15000 in su conviene il regime dei minimi? Boh , il mio commercialista me l'ha consigliato, ma io non è che ne sia tanto convinto. Invece tu hai aderito al vechcio forfettino del 10% irpef, a me sembra che sia più conveniente ma mi avevano detto che era stato abrogato.
Cmq mi potresti spiegare perchè secondo te sopra i 15000 euro sarebbe meglio il regime dei minimi rispetto a quello che hai scelto tu? te ne sarei grato

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #55 il: 07 Marzo 2008, 17:45:44 »
la convenienza di un regime rispetto all'altro non è assoluta e uguale per tutti, dipende molto da che tipo di attività svolgi, da quali e quante spese hai, dalla tipologia dei clienti.
a me risulta più conveniente quello del 10% perchè la mia principale fonte di reddito è un soggetto titolare di partita iva che, pertanto, mi applicherebbe sempre la ritenuta del 20%; nel sistema dei minimi ciò comporterebbe la maturazione di un credito che non recupererei mai...se lavorassi con privati ovvio che il problema non si porrebbe perchè non avrei la ritenuta. non a caso si era sperato fino alla fine che la ritenuta non si dovesse calcolare, proprio perchè di fatto non è conveniente.
il regime col 10% invece è esente da ritenuta e, per me, è una manna.

in più, preferisco pagare solo il 10% di tasse più l'irap (cmq molto bassa) e avere lo sbattimento della partita iva e degli studi di settore, piuttosto che pagare il 20% di tasse.. sono scelte.
non per nulla, per rendere appettibile quello dei minimi, ci mettono l'esonero dagli studi di settore (che sanno benissimo essere una tragedia immane)

comunque se vai qui

 http://www.studiamo.it/blog/regime-per-minimi/regime-per-minimi.htm

e provi a fare delle simulazioni inserendo i dati, vedrai che fino a 15.000,00 conviene - ovviamente a livello di tasse da pagare ed esclusa ogni altra considerazione -  addirittura il regime di iva ordinario (anche solo per 50 euro)! figuriamoci quello agevolato al 10% ...

se il tuo commercialsita ti dice così si vede che per la tua situazione è meglio...

L75

  • Utente storico

  • Offline
  • ***
  • 953
Apertura partita IVA
« Risposta #56 il: 07 Marzo 2008, 17:50:28 »
Il forfettone viene straconsigliato dai Commercialisti........molti miei colleghi hanno aderito evitando così di pagare Iva Irap Irpef. Inoltre si evitano studi di settore, si possono recuperare anche i contributi previdenziali al 100% ed altro.....l'unico mio cruccio è la Cassa . V iscrivermi ma se non fatturo quello che dicono loro ? Sono all'inizio ed ho ujn solo cliente....vedremo

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #57 il: 07 Marzo 2008, 18:05:24 »
Citazione da: "L75"
Il forfettone viene straconsigliato dai Commercialisti........molti miei colleghi hanno aderito evitando così di pagare Iva Irap Irpef. Inoltre si evitano studi di settore, si possono recuperare anche i contributi previdenziali al 100% ed altro.....l'unico mio cruccio è la Cassa . V iscrivermi ma se non fatturo quello che dicono loro ? Sono all'inizio ed ho ujn solo cliente....vedremo


beh..l'iva non la si paga di tasca, dato che viene "girata" dai clienti, e per quanto riguarda Irap e Irpef è vero che non si pagano, ma giusto perchè si paga un'imposta sostitutiva del 20% che non è poi così bassa..
nel regime delle nuove iniziative l'imposta sostitutiva è del 10% e l'irap  è del 4,5% ... ergo 20% contro 14,5 %.
poi ci sono altri vantaggi, ok, però non è che sia tutta questa straconvenienza... ricordiamoci che non ci regalano mai nulla!!!!!

L 75 tieni presente che  per la cassa puoi fare media con l'anno precedente e quello successivo a quello nel quale non raggiungi le soglie.. magari, essendo il primo anno, ci sono altre agevolazioni proprio perchè è l'inizio, prova a chiedere info all'ordine! e sii ottimista  :wink:

Supernova

  • Senatore

  • Offline
  • *****
  • 2200
Apertura partita IVA
« Risposta #58 il: 10 Marzo 2008, 18:33:40 »
ho chiesto info per la cassa forense, in particolare qunado e cosa dovrei pagare iscrivendomi oggi da praticante abilitato (stesse agevolazioni dei neo avvocati).

la bellezza di quasi 800 euro, pari alla metà del contributo fisso dovuto da avvocati in regime normale, di cui 650 circa quale contributo soggettivo e 175 circa come contributo di maternità, da pagare in un'unica soluzione sei mesi dopo l'iscrizione alla cassa.

 :roll:

BarbaraB

  • Guru

  • Offline
  • ****
  • 1383
Apertura partita IVA
« Risposta #59 il: 10 Marzo 2008, 19:19:25 »
Balle! Il primo anno che ti iscrivi arriva la mazzata in rata unica, poi, però, puoi diluire gli 800 eurini in 4 comode rate da 200 eurini ogni 2 mesi+ contributo sogg. in base al fatturato!
Io sono contenta di essermi iscritta alla cassa e, sinceramente, con i tempi che corrono, non mi stupirei se iniziassero a controllare anche i giovani avv. e a macellarli!8)


 

partita Iva

Aperto da flipperSezione [ Giovani avvocati e i problemi della professione ]

Risposte: 9
Visite: 3004
Ultimo post 20 Dicembre 2003, 15:32:31
da alexs
partita Iva e regime agevolato

Aperto da motroSezione [Discussioni Giuridiche: diritto, avvocatura e casi del giorno ]

Risposte: 62
Visite: 11520
Ultimo post 21 Gennaio 2004, 16:33:31
da lele76
Non piu' R.A. ...costretta ad aprire la partita iva?

Aperto da pattichiariSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 5
Visite: 1272
Ultimo post 30 Gennaio 2004, 15:03:58
da Admin_M
Istanza ex 335 cpp ed......apertura inchiesta

Aperto da JoxSezione [ Procedura Penale ]

Risposte: 2
Visite: 1233
Ultimo post 01 Maggio 2004, 00:08:24
da Anonymous
può il praticante non abilitato aprire la partita iva?

Aperto da GiftSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 7
Visite: 1523
Ultimo post 22 Maggio 2004, 10:33:28
da Gift
partita IVA

Aperto da danielfSezione [ Info sul tirocinio forense e discussioni tra laureandi, praticanti e patrocinatori]

Risposte: 11
Visite: 1561
Ultimo post 03 Dicembre 2004, 12:36:09
da chillenu
rifiuto apertura conto corrente

Aperto da sproutSezione [ Procedura Civile ]

Risposte: 17
Visite: 3314
Ultimo post 06 Febbraio 2005, 14:04:31
da sprout
Apertura attività ...

Aperto da IvanoRSezione [ Un aiuto ai non-giuristi ]

Risposte: 2
Visite: 158
Ultimo post 24 Aprile 2005, 13:52:10
da DottorNick
Ius&Law, corsi specifici per l'esame da avvocato

Ricerca personalizzata

 
Come ci si abilita per diventare Avvocato in Spagna?
  
Domiciliazioni Legali e Sostituzioni d'Udienza tra Avvocati (e Praticanti)
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati